Assicurazioni auto clonate: arrestati due coniugi in provincia di Roma

A Zagarolo, in provincia di Roma, una coppia che gestiva un bar è stata arrestata per aver clonato centinaia di assicurazioni auto. Sui due pendono le pesanti accuse di truffa, frode assicurativa, falso ed intermediazione abusiva in attività assicurativa. I proventi delle attività illecite ammontano a 100.000 Euro e gli ignari automobilisti, che circolavano con Rc auto falsa, sono stati identificati e avvisati dal Tribunale di Tivoli. Tutti i dettagli nell’articolo.

Spacciavano l'Rc auto con proventi di 100mila Euro. Centinaia gli automobilisti truffati a Zagarolo

Centinaia di automobilisti circolavano già da tempo per le vie della capitale con assicurazioni auto contraffatte. La colpa è di due coniugi di Zagarolo, gestori di un bar, che affiancavano all’attività commerciale la clonazione di polizze Rc auto. L’illecita produzione di assicurazioni era oltretutto sponsorizzata fuori dall’esercizio, cosicché non è stato difficile per la guardia di finanza stanare i due malviventi.

Eppure, la truffa è emersa in seguito ad un semplice controllo. Un’automobilista è stato fermato ad un posto di blocco, e le autorità hanno potuto rilevare l’Rc auto falsa. I due coniugi clonavano le assicurazioni, le fotocopiavano, oppure utilizzavano lo stesso numero di contratto per diverse assicurazioni, tutte facenti capo alle ignare compagnie assicurative Direct Line e Genertel.

Per non cadere nelle frodi assicurative gli automobilisti farebbero bene a rivolgersi soltanto a compagnie assicurative ed intermediari verificati dall’Ivass, oppure a rivolgersi a siti di comparazione tariffe assicurazioni come SosTariffe.it, i quali rappresentano i prezzi praticati da compagnie realmente esistenti e permettono di acquistare l’Rc auto online a prezzi davvero competitivi.
Confronta preventivi RC auto

Commenti Facebook: