Assicurazione cristalli: occhio alla franchigia

Una delle coperture assicurative accessorie rispetto alla Rc auto è la polizza cristalli. Prevede che otteniate un indennizzo in seguito alla rottura dei vetri dell’automobile. Il risarcimento è previsto per la sostituzione e la riparazione del vetro: copre i danni subiti dal parabrezza ma anche quelli del lunotto e dei finestrini laterali. Ed è una polizza facoltativa, sia per l’automobilista sia per l’Assicurazione. La garanzia può essere offerta singolarmente, oppure in abbinamento soluzioni alle polizze furto e incendio. Più di rado, viene proposta in abbinamento alla costosissima Kasko, che include anche i danni causato da noi.

Polizza cristalli: cosa è e quali coperture offre
Polizza cristalli: cosa è e quali coperture offre

Atti vandalici non risarciti

Fate bene attenzione: la garanzia cristalli scatta se sono stati danneggiati per causa accidentale oppure per fatto involontario di terzi, o per entrambe le cose al contempo. Se invece è stato un atto vandalico, allora serve un’altra polizza accessoria, detta appunto garanzia contro gli atti vandalici.

La polizza cristalli risulta preziosa specialmente quando il danno è rappresentato dalla scheggiatura sul parabrezza. È importante evidenziare che, una volta chiesto e ottenuto il risarcimento, non si ha un malus sul premio Rc auto: significa che la tariffa Rca non si alzerà nella successiva annualità. Questo accade solo se si causa un sinistro.

Leggete sempre il contratto

Le Assicurazioni spingono i clienti a rivolgersi presso un centro di riparazione cristalli convenzionato con le Compagnie stesse. Questo solitamente è una multinazionale, con filiali in tutto il Vecchio Continente che riparano vetri delle auto: concede la garanzia a vita sulla riparazione.

Nello specifico, se il centro convenzionato sostituisce il vetro, c’è generalmente uno scoperto pari al 5% con la franchigia di 100 euro per sinistro. Vuol dire che, per un danno di 1.000 euro, 100 euro saranno a vostro carico: scatta la franchigia. Invece, per un danno di 3.000 euro, sarà a vostro carico lo scoperto di 150 euro, ossia il 5% di 3.000 euro. E in caso di riparazione? Non verranno applicati né scoperti né franchigie. La garanzia, di solito, è prestata con un massimale di 3.000 euro per anno assicurativo. Ma ogni Compagnia è libera di regolarsi come crede, perché non c’è un contratto standard.

Il pagamento è effettuato dalla Compagnia direttamente al centro convenzionato di riparazione cristalli, al netto della franchigia: a quella penserete voi. E spesso, se non avete la possibilità di raggiungere l’officina (magari per le condizioni dell’auto), è prevista la riparazione a domicilio, senza sovrapprezzi.

Confronta assicurazioni auto 

Commenti Facebook: