Assicurazione collisione: tutte le coperture in caso di scontro con altra auto

L'unica garanzia obbligatoria per legge per poter circolare con la vostra vettura è l'rc auto, spesso però gli utenti ritengono utile aggiungere alla polizza anche delle assicurazioni accessorie per una protezione più completa. In questa guida analizziamo la garanzia collisione, ecco come funziona e in cosa si differenzia dalla responsabilità civile

Assicurazione collisione: tutte le coperture in caso di scontro con altra auto

I veicoli sprovvisti dell’assicurazione di responsabilità civile non possono andare in giro, a stabilirlo per la prima volta è stata la Legge n.990 del 1969. In particolare questa norma ha stabilito che le vetture a motore “non possono essere poste in circolazione su strade di uso pubblico o su aree a queste equiparate se non siano coperte,
secondo le disposizioni della presente legge, dall’assicurazione per la responsabilità civile verso i
terzi prevista dall’art. 2054 del Codice civile”.

Negli anni poi provvedimenti successivi hanno inasprito le pene e le sanzioni amministrative nei confronti dei cittadini trovati durante i controlli con polizze scadute o senza alcuna garanzia stipulata. Solo nel 2018 con il Decreto fiscale n. 118 è stato deciso un inasprimento delle multe previste per chi non ha attivato la corretta copertura assicurativa per l’automobile.

L’rc auto che offre le stesse coperture, qualunque sia l’assicuratore che sceglie l’utente. Queste polizze devono coprire eventuali danni provocati a terzi dalla circolazione del veicolo assicurato, compresi i rimorchi. I terzi indicati nella dicitura generica della polizza includono sia persone che animali e cose che dovessero subire danni nell’incidente.

Cosa sono le polizze accessorie e perché sottoscriverle

Un utente poco esperto sottoscrivendo una polizza potrebbe pensare di essere coperto da assicurazione in caso di uno scontro con un altro veicolo. In realtà se non vengono stipulate anche le garanzie accessorie il cliente non otterrà alcun rimborso e dovrà pagare di tasca propria eventuali danni.

In questa categoria di polizze extra per proteggere in modo più completo il veicolo e l’assicurato ci sono:

  • furto e incendio
  • cristalli
  • tutela legale
  • infortuni del conducente
  • eventi naturali
  • attacchi terroristici o sommosse popolari
  • eventi naturali
  • atti vandalici
  • Kasko o mini Kasko
  • collisioni

Ognuna di queste opzioni può essere leggermente differente e può proporre condizioni diverse in base alla compagnia assicuratrice con cui si sottoscrive la polizza. A variare possono essere in particolare la copertura dei rimborsi garantiti, condizioni di esclusione dei risarcimenti, franchigie o altri elementi economici dell’assicurazione.

Si deve per esempio tenere conto che a volte le offerte di polizza auto sono più o meno convenienti se si sceglie l’opzione di guida esperta o quella aperta. Nei pacchetti di guida esperta vengono poste apposite clausole per impedire che l’auto venga condotta da persone con meno di 26 anni.

Come proteggere l’auto in caso di scontri

Per poter proteggere la propria auto da danni dovuti allo scontro con un altro veicolo si potrà optare o per la polizza collisione o per la più completa garanzia Kasko. La prima è un’assicurazione che viene suggerita a quegli automobilisti che tendono ad essere distratti alla guida e che magari hanno già provocato più di un sinistro. Questa garanzia infatti coprirà le spese di riparazione dei danni subiti dalla vettura anche se il conducente è responsabile dello scontro.

Le compagnie prevedono una doppia possibilità quando si parla di polizza Collisione, quella tradizionale e quella Autostradale. La prima assicura l’auto per danni subiti in incidenti con un veicolo identificato o anche con una vettura su rotaie (come i tram). In questo caso si considerano gli incidenti cittadini o che avvengono su strade provinciali. Con la collisione autostradale si protegge la vettura anche da scontri avvenuti con vetture identificate sulle autostrade italiane.

Kasko e mini Kasko di Prima.it

L’assicurazione online Prima.it permette di assicurare i veicoli in caso di collisione con le garanzie accessorie Kasko o mini Kasko. La mini Kasko vale per i danni provocati dal conducente che provochi scontri con altre vetture, ma esclude i rimborsi se l’auto finisce fuori strada, si ribalta o sbatte contro un ostacolo fisso.

La mini Kasko è una garanzia ridotta rispetto alla versione completa, questa tipologia di polizza, per esempio, può essere estesa anche ad un furgone. Una delle condizioni che rende conveniente scegliere la Kasko, invece della mini Kasko, è che la polizza completa permette di ottenere un rimborso totale anche in caso di parziale responsabilità nello scontro. In questi casi infatti parte del rimborso sarà riconosciuto dal risarcimento diretto e parte sarà a carico della Kasko.

Con Prima.it la garanzia Kasko assicura un massimale fino a 3 mila euro, e in ogni caso non superiore al valore del veicolo, e una franchigia minima a carico dell’assicurato di 250 euro. La franchigia è la quota di spesa per le riparazioni che deve essere coperta dall’intestatario della polizza.

Cosa copre la Mini Kasko

Quindi, come dicevamo, la mini Kasko e la versione completa consentono di proteggere la vettura in caso di collisioni. La versione ridotta della polizza prevede che il conducente possa ottenere il rimborso per i danni provocati al suo veicolo dallo scontro con un’altra auto. Si deve essere in possesso dei dati della targa e degli estremi della vettura per poter richiedere il rimborso.

Secondo molte compagnie, la mini Kasko è la polizza aggiuntiva che dovrebbero sottoscrivere i neo patentati e le famiglie con una vettura sola che viene guidata anche da conducenti inesperti. Questa copertura conviene a chi rischia effettivamente che l’auto venga coinvolta in diversi sinistri dovuti ad inesperienza o scarsa attitudine alla guida di un familiare o del conducente.

La Kasko, come funziona

La Kasko è una delle garanzie più costose e può essere stipulata a valore intero o a primo rischio assoluto. La KasKo a valore intero è la polizza che garantisce in modo totale il veicolo e ogni possibile danno causato, include anche eventualità come gli atti vandalici o le calamità naturali. La particolarità di questa soluzione è che non è collegata alla responsabilità del guidatore.

La polizza a primo rischio assoluto permette di personalizzare la garanzia e il tetto dei rimborsi. Il massimale può essere concordato tra la compagnia assicuratrice e il cliente e può anche essere scisso dal valore dell’automobile. In genere però gli assicuratori utilizzano il valore del veicolo come metro di misura per impostare il massimale dei risarcimenti secondo un indice proporzionale.

Le condizioni di Genertel e Genialloyd

Come per altre garanzie accessorie, se l’utente circola senza patente la polizza Kasko non sarà valida. Prendiamo Genertel e Genialloyd come esempi per capire quali sono le condizioni in genere offerte a chi sceglie la copertura collisioni o la Kasko.

Con la polizza auto di Geniallyod la Kasko completa propone un indennizzo per i danni subiti dalla vostra vettura in caso di urto, ribaltamento, uscita di strada. Lo scoperto (quindi la cifra ritenuta comunque a carico dell’assicurato) sarà pari al 10% delle somme assicurate e la franchigia minima è di 500 euro. La compagnia prevede delle soglie dimezzate se l’assicurato si rivolge a carrozzerie e centri convenzionati con Genialloyd.

L’assicurazione che è definita Collisione light offre condizioni diverse se il veicolo coinvolto è identificato o se si tratta di una vettura non identificata (della quale quindi non è possibile risalire agli estremi di targa e conducente). La versione in cui è possibile avere i dati del veicolo impone un valore massimo di 3 mila o 5 mila euro. La franchigia resta fissa a 250 euro.

Per collisioni con vetture non identificate opera invece seguendo gli accordi personalizzati stabiliti nel contratto della polizza. La condizione è che “l’indennizzo liquidabile non potrà mai essere superiore all’ammontare del danno o al valore commerciale del veicolo assicurato al momento del sinistro”. Inoltre l’assicuratore riconosce la copertura del rimborso se il Fondo Vittime della Strada tramite CONSAP o l’IVASS ha stabilito che la collisione è risarcibile.

Con Genertel i clienti con polizza Kasko avranno un 10% di scoperto sulle somme assicurate e una franchigia minima a carico del conducente di 250 euro. In questa garanzia sono compresi gli indennizzi diretti sia dell’auto che degli accessori interni. Non sono inclusi nelle coperture gli scontri che avvengono in aree di porti e aeroporti.

Tra gli eventi per cui la polizza permetterà il rimborso ci sono:

  • collisione con veicolo a motore immatricolato e identificato, anche se non coperto da assicurazione
  • urto del veicolo contro ostacoli mobili o fissi
  • scontro con oggetti
  • uscita di strada o ribaltamento

Con la polizza di Genertel inoltre è inclusa la rinuncia alla rivalsa della compagnia verso il conducente, i familiari o altri soggetti trasportati al momento della collisione.

I migliori preventivi di rc auto

Per conoscere quali sono i premi applicati alla vostra auto per sottoscrivere una polizza auto con garanzia collisione potete utilizzare il comparatore di SOStariffe.it. Le migliori assicurazioni per le vetture saranno confrontate dallo strumento che vi fornirà un preventivo su misura.

La comodità di questo strumento, che offre un servizio gratuito e senza obbligo di acquisto, è che dovrete inserire le informazioni richieste in genere da ogni assicuratore per effettuare una stima dei costi e delle garanzie solo una volta. L’algoritmo però vi consentirà di conoscere i risultati di decine dei compagnie assicuratrici facendovi risparmiare tempo.

Scoprite le polizze auto migliori per la vostra auto »

Commenti Facebook: