Assicurazione bici elettrica: come assicurare la bicicletta elettrica

In questi ultimi anni si è registrata una netta crescita della diffusione delle bici elettriche, note anche con il nome di bici a pedalata assistita. Tale diffusione è aumentata in questi mesi anche grazie al bonus mobilità. Per i possessori di una bicicletta elettrica c'è da considerare anche la possibilità di sottoscrivere un'assicurazione. Pur non essendo obbligatoria, infatti, una copertura assicurativa per la bici a pedalata assistita è fortemente consigliata per svariate ragioni. Ecco tutto quello che c'è da sapere sull'assicurazione per la bici elettrica e come fare a sottoscriverla. 

Assicurazione bici elettrica: come assicurare la bicicletta elettrica

La bici elettrica è diventata un importante riferimento per la mobilità urbana ed è sempre maggiore il numero di persone che scelgono questo mezzo per spostarsi in città, evitando i problemi di traffico e risparmiando sui costi del carburante, del parcheggio o del trasporto pubblico.

A differenza di quanto avviene con altri veicoli, sottoscrivere un’assicurazione per la bici elettrica non è obbligatorio. Nonostante l’assenza dell’obbligo, è fortemente consigliabile puntare su di una copertura assicurativa di tipo RC in grado di coprire i danni causati a terzi quando si è alla guida del veicolo elettrico.

Le bici a pedalata assistita, infatti, sono utilizzate spesso come opzione principale per gli spostamenti in città ed i rischi di imbattersi in incidenti di vario tipo sono concreti e significativi. Da notare che le bici elettriche devono rispettare le norme sulla circolazione dei velocipedi previste dal Codice della Strada. Un’assicurazione può rappresentare un’importate alleato per tutti gli utenti che sfruttano in modo intenso le bici a pedalata assistita.

Confronta i preventivi e risparmia sull’assicurazione moto»

Quali sono le caratteristiche di una bici elettrica

Le bici dotate di un motore elettrico vengono definite come “biciclette a pedalata assistita“. Questa particolare tipologia di veicolo presenta può contare su di un motore elettrico caratterizzato da una potenza massima di 250 watt che si attiva quando l’utente sta pedalando, disattivandosi quado la pedalata viene interrotta oppure quando viene raggiunta una velocità massima di 25 km/h.

L’utilizzo di una bici a pedalata assistita consente di fare molta meno fatica rispetto ad una normale bicicletta. Per questo motivo, questa particolare tipologia di veicolo è diventata un importante punto di riferimento per gli spostamenti, in particolare per quanto riguarda la mobilità urbana, nei centri storici e nelle aree a traffico limitato.

Le bici che rispettano i vincoli indicati in precedenza rientrano nella direttiva europea 2002/24/CE e, per il Codice della Strada, sono considerati velocipedi dovendo, quindi, sottostare a tutte le norme relative alla circolazione (per maggiori dettagli è possibile consultare l’articolo 182 del Codice della Strada).

Assicurazione bici elettrica: non obbligatoria ma fortemente consigliata

Per il momento, le bici elettriche, ovvero le bici “a pedalata assistita”, non sono soggette all’obbligo di sottoscrivere una polizza assicurativa di tipo RC in grado di garantire una copertura per i danni causati a terzi durante l’utilizzo dei veicolo. A differenza di quanto avviene con i motocicli e con gli altri mezzi motorizzati, è possibile circolare e sostare su strade pubbliche con una bici elettrica anche senza poter contare su di una copertura RC attiva.

L’assenza dell’obbligatorietà dell’assicurazione non si traduce nell’impossibilità di sottoscrivere una polizza per la propria bici elettrica, in particolare per quanto riguarda la copertura RC. Scegliendo di attivare questo tipo di copertura, in caso di incidente quando si è alla guida della propria bici elettrifica, i danni a terzi saranno coperti dall’assicurazione, nel rispetto delle limitazioni contrattuali previste dalla compagnia.

Attivare un’assicurazione RC per la bici elettrica conviene. I danni causati a terzi con la propria bici elettrica possono essere significativi e, purtroppo, gli incidenti stradali anche gravi sono tutt’altro che rari. Per questo motivo è opportuno valutare con attenzione le opzioni a disposizione per sottoscrivere una copertura assicurativa per la propria bici elettrica.

Oltre alla copertura RC, che tutela il proprietario della bici da eventuali risarcimenti per danni causati a terzi, è possibile attivare anche altre coperture assicurative per il proprio veicolo a pedalata assistita. A disposizione degli utenti ci sono diverse garanzie accessorie tra cui, ad esempio, troviamo la polizza furto ed altre coperture che tutelano in caso di danni subiti dal veicolo.

Bici truccate e Speed Pedelec

Il settore dei veicoli elettrici presenta svariate tipologie di mezzi. Con il termine di bici elettrica o e-bike vengono spesso indicati mezzi differenti. Ad esempio, oltre alle bici a pedalata assistita (per le quali non è richiesta la copertura assicurativa) ci sono anche le Speed Pedelec, note anche come bici a funzionamento autonomo.

Tali veicoli possono raggiungere una velocità di 45 km/h garantendo un’assistenza in fase di pedalata fino a 1000 watt. A differenza delle bici a pedalata assistita, le Speed Pedelec vengono considerate come dei ciclomotori a due ruote e devono rispettare le norme previste dal Codice della Strada per questa categoria.

E’, quindi, necessario poter contare su di un sistema di illuminazione, sia anteriore che posteriore, uno specchietto retrovisore, di targa e, soprattutto, di copertura assicurativa RC per poter circolare. Il conducente del mezzo dovrà poter contare, inoltre, sulla relativa patente di guida.

Bisogna segnalare, inoltre, il caso delle bici elettriche a pedalata assistita che vengono truccate. Modificano i parametri tecnici di una bici elettrica, infatti, è possibile superare il limite dei 25 km/h e, quindi, aggirare le norme previste per questi veicoli. Truccare una bici a pedalata assistita è illegale.

Superando i vincoli previsti dalla normativa, infatti, il mezzo non può essere più considerato come un velocipede ma dovrebbe essere equiparato ad un ciclomotore, con l’obbligo di assicurazione RC e di possesso di patente di guida da parte del conducente.

Quali compagnie propongono assicurazioni per bici elettriche?

La diffusione delle bici elettriche a pedalata assistita in Italia ha attirato l’attenzione delle varie compagnie assicurative. In questi mesi, infatti, un numero sempre maggiore di compagnie ha arricchito le sue proposte con soluzioni specifiche pensate per chi vuole assicurare un veicolo elettrico di questo tipo.

Individuare una buona polizza assicurativa per una bici elettrica non sarà difficile. A disposizione degli utenti, oltre alla copertura RC, essenziale per tutelarsi anche se non obbligatoria, ci sono anche diverse altre garanzie, come la furto, che possono andare ad arricchire il pacchetto assicurativo.

Commenti Facebook: