Assicurazione Auto scaduta e auto in sosta senza RC: rischi e sanzioni

Auto parcheggiate da settimane in strada, nel frattempo però le assicurazioni sono scadute. Cosa fare e quali sanzioni si rischiano se non si provvede al rinnovo dell’rc auto? L’rc auto è una polizza obbligatoria per qualunque veicolo anche in sosta su una strada pubblica. Ecco cosa è stato deciso sulla scadenza dell’rc durante l’emergenza Covid-19

Polizza rc auto scaduta, cosa si rischia

Il coronavirus ha avuto un impatto anche sulle direttive per gli automobilisti in tema di assicurazione auto. L’rc auto deve essere sottoscritta ogni anno da chi possiede un veicolo e il codice della Strada, come vedremo, prevede anche delle multe salate per chi non rispetti questo obbligo.

L’articolo 193 del Codice della Strada sancisce che la responsabilità civile deve essere attiva per ogni vettura circolante o in sosta. Non si può quindi evitare di rinnovare la polizza se l’auto si trova parcheggiata in una strada pubblica. In periodi normali tra la data di scadenza dell’rc auto e la nuova sottoscrizione possono trascorrere 15 giorni.

Date le difficoltà legate al Covid-19 nel decreto Cura Italia non è stato sospeso l’obbligo di attivazione della polizza, ma il Governo si è impegnato a prorogare la validità della vecchia assicurazione per 30 giorni. Si tratta solo di un prolungamento di 15 giorni dunque rispetto ai termini già previsti dalla normative. La misura è temporanea e varrà solo per i veicoli con rc auto in scadenza entro il 31 Luglio 2020.
Confronta i preventivi rc auto più vantaggiosi

Altri provvedimenti straordinari

Dato il fermo straordinario degli spostamenti e le limitazioni per prevenire il contagio del coronavirus oltre alle decisioni ufficiali prese dal Governo ci sono state anche le iniziative di singole compagnie. UnipolSai ad esempio ha diffuso questo messaggio: “Ci siamo dovuti fermare. Tutti quanti. Da un mese stop al lavoro, allo sport, alla nostra vita di tutti i giorni. Motori spenti e macchine che si usano poco o niente. Per questo UnipolSai ha deciso di restituirti un mese di polizza rc auto. Un piccolo contributo perché la voglia di dare una mano, quella, nessuno la può fermare”.

Chi abbia una polizza attiva dal 10 Aprile ha avuto la possibilità di collegarsi al sito della società e di richiedere un voucher del valore di un mese dell’assicurazione auto. I buoni avranno un valore minimo di 20 euro. La stima dell’ad. di UnipolSai è che questa misura varrà circa 300 milioni di euro.

Ci sono poi stati anche degli altri provvedimenti che interessano il bollo auto, si tratta però di decisioni prese dalla singole regioni. In Lombardia per esempio è stato disposta una proroga automatica per il pagamento della tassa automobilistica. I bollo auto in scadenza a marzo, aprile e maggio potranno essere versati, anche con domiciliazione dei pagamenti, entro il 30 Giugno 2020.

Rc auto: proroga della validità

Per tutti gli automobilisti a parte le disposizioni speciali della propria assicurazione sono validi i termini del Cura Italia. La misura del Governo coinvolge solo le polizze basiche e che coprono l’rc auto, ogni garanzia aggiuntiva rispetta le normali scadenze. La responsabilità civile d’altra parte è l’unica obbligatoria per legge, ma non include nella maggior parte dei casi danni e infortuni del conducente.

Se non si provvederà quindi a sottoscrivere le altre polizze extra e si dovesse avere un incidente prendendo la propria vettura non avrete coperture. Non sarete inoltre risarciti per danni da furto e incendio se non avrete riattivato le garanzie accessorie.

La proroga di 30 giorni (invece dei canoni 15 giorni) prevista del Cura Italia sulla validità delle coperture dell’rc obbligatoria sarà automatica, non sarà dunque necessario fare richieste. Alla scadenza dei 30 giorni dovrete però procedere alla riattivazione della polizza. C’è una differenza tra coloro che attiveranno una nuova assicurazione e chi si limiterà a rinnovare con la stessa compagnia. Nel primo caso infatti la polizza sottoscritta partirà dalla data di stipula del contratto, mentre nel secondo la data della polizza terrà conto della data originale di scadenza dell’rc auto.

Come si rinnova la polizza per la responsabilità civile

Dal 2013 è stato eliminato il meccanismo del tacito rinnovo per le assicurazioni auto, questo significa che non è possibile che alla scadenza la polizza si riattivi in automatico. Sarà necessario dunque concordare con il proprio assicuratore i termini del rinnovo e del pagamento.

Per chi scelga invece di cambiare assicurazione, oltre al vantaggio sulla nuova data di termine della polizza, è possibile risparmiare sulla propria rc auto. Per trovare le migliori offerte rc auto si può utilizzare il comparatore di SosTariffe.it.

Per chiedere un preventivo per le garanzie auto si devono fornire molti dati. Oltre alle informazioni personali come nome e cognome, data di nascita, si dovrà fornire anche numero della patente di guida,residenza. Ai vostri dati poi dovranno essere aggiunti anche quelli sull’auto, anzianità del veicolo, anno di immatricolazione, alimentazione, cilindrata, km percorsi e  attestato di rischio.

Trovare le assicurazioni auto più convenienti

Con lo strumento di raffronto delle tariffe dovrete inserire tutte queste informazioni una sola volta. Il sistema poi elaborerà il tutto, avrete anche la possibilità di personalizzare ulteriormente i filtri in modo da vedere solo le offerte che rispecchiano ciò che cercate.

Se per esempio volete polizze a guida libera o esperta, la prima definizione si applica alle assicurazioni per veicoli che possono essere condotti da qualsiasi altro componente della famiglia senza limiti di età. Se si sceglie di sottoscrivere un’assicurazione a guida esperta si dichiara invece che l’auto non sarà portata da neo patentati e minori di 26 anni. Qualora non si rispettasse questa condizione, in caso di sinistro la compagnia non sarà tenuta a rimborsare i costi.

Le assicurazioni auto online sono sottoscrivibili con pochi clic e hanno il vantaggio di essere gestibili tramite app e sito, in assoluta sicurezza e senza dover uscire di casa.

Confronta le migliori polizze Auto »

Rischi e sanzioni per auto senza rc auto

Non crediate che se la vostra auto è in sosta sia al sicuro da multe o dalla rimozione forzata. Il Codice della Strada all’articolo 193 è molto preciso sugli obblighi per gli automobilisti in merito all’rc auto. La responsabilità civile è obbligatoria non solo per veicoli circolanti, ma anche per quelli in sosta. L’unica eccezione a questa regola è che la vostra vettura sia chiusa in un garage privato, neanche i parcheggi pubblici infatti rientrano tra i casi eccezionali.

Se qualcuno dovesse impattare con la macchina parcheggiata la compagnia non avreste diritto ad alcun rimborso. Anzi rischiereste anche che le forze dell’ordine vi facessero la multa, così come prescritto per legge. Il secondo comma dell’art.193 stabilisce: ” Chiunque circola senza la copertura dell’assicurazione è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 849 ad euro  3.396″.

Ci sono anche degli specifici casi in cui si può raddoppiare la sanzione amministrativa per l’automobilista. In particolare la normativa prevede un aumento dell’importo delle multe per i recidivi che siano fermati in un periodo di 2 anni più di una volta. In questo caso oltre alla sanzione viene anche sospesa la patente per 1 o 2 mesi.

Il fermo amministrativo per rc scaduta

La vettura senza rc auto può anche essere sottoposta a fermo amministrativo per 45 giorni, periodo che partirà dal giorno in cui sarà pagata la multa e sarà attivata l’rc auto. L’auto inoltre sarà restituita solo dietro il pagamento delle spese per il prelievo, il trasporto e la custodia della vettura. Le ganasce saranno attivate anche se al momento del fermo o del controllo dovessero essere forniti dei documenti falsi o contraffatti del veicolo.

Se il fermo amministrativo prevede che l’automobilista trasporti e custodisca il veicolo a proprie spese e questi si rifiuta di eseguire questo ordine, la sanzione può andare da 1.818 euro a 7.280 euro circa a cui si aggiunge la sospensione della patente fino a 3 mesi.. L’articolo che prescrive le nome in merito al fermo e alla confisca delle auto è il 213 del Nuovo Codice della Strada.

Rc auto, come ricordarsi del rinnovo

 

Come accennato l’unico caso in cui potrete rimandare l’attivazione della nuova polizza rc auto e non incorrere in rischi o sanzioni è se la vettura si trova in un box privato. In ogni altra evenienza sarete soggetti ai controlli delle forze dell’ordine e vista la normativa potrete essere multati.

L’rc auto serve inoltre a proteggervi in caso di scontri con altre vetture. Se guidando l’auto con polizza scaduta non avrete alcuna copertura per i danni provocati a terzi nei sinistri. Si rischia quindi di pagare dei risarcimenti molto corposi, oltre alle sanzioni viste.

Se non vi ricordate quando scade la polizza della vostra auto potrete chiamare il vostro assicuratore per avere l’informazione. La data di scadenza è riportata anche nel contratto della polizza. Ci sono delle compagnie che inoltre hanno attivato degli specifici servizi di notifica via sms, mail o App per permettere di impostare dei promemoria in vista dei periodi di rinnovo.

In realtà però tutte le società assicuratrici sono obbligate per legge a contattarvi 30 giorni prima della scadenza della polizza per ricordarvi l’imminente termine delle coperture. In quell’occasione non sarete obbligati a rinnovare, potrete decidere di valutare altre assicurazioni o sottoscrivere nuovamente con l’assicuratore allo scadere.

I consigli per risparmiare sulle polizze

Per trovare le migliori condizioni ci sono delle piccole accortezze da seguire, ci sono infatti dei fattori che contribuiscono ad accrescere i premi assicurativi. Ecco come risparmiare sulla polizza auto seguendo 10 consigli:

  • guidare con prudenza per migliorare la classe di merito, i neo patentati partono dalla 14 esima e poi se non hanno incidenti o sanzioni migliorano passando a classi più basse
  • montare le black box riduce il costo dell’assicurazione, le scatole nere sono una garanzia in più per l’assicuratore di poter ricostruire con precisione l’accaduto in caso di sinistri
  • controllate i preventivi auto di più compagnie
  • valutare con attenzione i rischi legati alle proprie abitudini di guida
  • controllare se nelle vostre zone siano frequenti terremoti e alluvioni ed eventualmente sottoscrivere polizze accessorie può essere una buona strategia di risparmio sul lungo termine
  • rivalutare ogni anno la propria polizza e controllare le nuove condizioni proposte
  • tentare di rinegoziare
  • monitorare sia le polizze tradizionali che quelle delle agenzie online
  • passare a veicoli meno inquinanti
  • leggete sempre con attenzione le coperture e i massimali previsti, magari è meglio scegliere una polizza un po’ più cara ma che offra migliori garanzie

Commenti Facebook: