Assicurazione auto e tagliando, quello che c’è da sapere

Non è più obbligatorio esporre sul parabrezza il tagliando dell’assicurazione auto. A che serve quindi il contrassegno che continua ad essere stampato dalle compagnie di assicurazione? Com’è possibile controllare la copertura assicurativa di un veicolo se sul parabrezza non è più obbligatorio esporre, quando si fa un’assicurazione auto, il tagliando?

Il tagliando di assicurazione cartaceo sostituito dal "tagliando digitale"
Il tagliando di assicurazione cartaceo sostituito dal "tagliando digitale"

Avete presente quel fogliettino quadrato, con lo sfondo giallo, che si staccava dal certificato di assicurazione e che si esponeva sul parabrezza? Viene chiamato contrassegno o tagliando di assicurazione e fino a qualche tempo fa era obbligatorio esporlo e renderlo ben visibile dal parabrezza.

Quando si stipula un contratto di assicurazione auto il tagliando si trova sullo stesso foglio del certificato di assicurazione. In passato era necessario staccarlo (la parte da staccare era già tratteggiata) ed inserirlo in un astuccio adesivo da attaccare alla parte interna del parabrezza.

La sua esposizione era necessaria al fine di permettere alle forze dell’ordine di controllare l’adempimento degli obblighi assicurativi. Ricordiamo che l’assicurazione RC Auto non solo è obbligatoria, ma è anche una delle condizioni necessarie affinché un veicolo possa circolare o anche solo sostare su strade pubbliche.

L’obbligo di palesare il tagliando dell’assicurazione serviva altresì, in caso di sinistro, a permettere di verificare se i veicoli coinvolti nell’incidente avessero la copertura assicurativa.

Il tagliando dell’assicurazione contiene gli estremi della polizza e includono il numero di targa del veicolo, tipologia del veicolo, nome e cognome dell’assicurato, nome della compagnia di assicurazioni.

Dal 18 ottobre 2015 non è più obbligatorio esporre il tagliando dell’assicurazione, ma resta comunque una prassi diffusa. Tuttavia ora è un’operazione facoltativa da parte dell’assicurato.
Con l’entrata in vigore dell’assicurazione telematica, infatti, i controlli non si effettuano più attraverso un controllo cartaceo.
Risparmia con le assicurazioni RC Auto online

Assicurazione auto: il tagliando cartaceo non bastava a prevenire le violazioni degli obblighi assicurativi

L’obbligo di esporre il tagliando dell’assicurazione RC Auto riusciva a realizzare i proprio obiettivi solo fino ad un certo punto. Infatti non sono stati rari i casi di utilizzo di falsi tagliandi per eludere i controlli delle forze dell’ordine, o di frodi perpetrate ai danni di ignari cittadini in caso di sinistro.

Si pensi che nell’anno 2014 (ultimo anno pieno di vigenza dell’obbligo di esporre il tagliando di assicurazione) circa 4 milioni di veicoli in tutta Italia circolava senza assicurazione auto e con tagliando contraffatto. In pratica un veicolo su 10 non era in regola con gli obblighi assicurativi tra quelli circolanti sul territorio nazionale.

Il tagliando di assicurazione digitale e l’assicurazione RC Auto telematica

Per ovviare a questi convenienti è stata introdotta l’assicurazione telematica ed il tagliando digitale.
E’ caduto l’obbligo di esporre il classico talloncino giallo ed è stato creato un sistema di consultazione digitale collegato ad una banca dati gestito dalla Motorizzazione Civile, contenente i dati di tutte le polizze di responsabilità civile dei veicoli assicurati.

assicurazione rc auto - cidTutte le compagnie di assicurazione (anche straniere) operanti sul territorio italiano hanno l’obbligo di comunicare a livello telematico i dati assicurativi dei propri clienti.

In questo per le forze dell’ordine potranno effettuare dei controlli più efficaci ed immediati, non solo attraverso un controllo della documentazione presente a bordo del veicolo, ma anche da “remoto”.

Infatti è sufficiente rilevare il numero di targa del veicolo sottoposto a controllo per verificare se ha la copertura assicurativa o meno.

Il controllo è possibile anche attraverso strumenti di rilevazione automatica di infrazioni (come autovelox e rilevatori di accesso in zone a traffico limitato) oltre che in occasione di un classico controllo tramite posto di blocco o in occasione di un sinistro.
Confronta le offerte RC Auto online

Assicurazione auto: tagliando cartaceo e certificato?

Come detto, tutt’ora le compagnie di assicurazione auto stampano il tagliando. Si trova sullo stesso foglio del certificato di assicurazione, ma non occorre più staccarlo per esporlo sul parabrezza.

Secondo il codice della strada (articolo 180) per poter circolare con veicoli a motore è obbligatorio avere con sé, tra i vari documenti (patente, carta di circolazione…), anche il certificato di assicurazione RC Auto.

Inoltre questo certificato permette, in caso di malfunzionamento del sistema telematico, di poter dimostrare con documentazione cartacea di essere in regola con gli obblighi assicurativi.

Conoscere online la copertura assicurativa di un veicolo altrui

Con l’introduzione dell’assicurazione telematica ed il venir meno dell’obbligo di esporre il tagliando digitale, ci si è posto il problema della possibilità per i cittadini di conoscere la copertura assicurativa di un veicolo altrui, magari rimasto coinvolto in un sinistro.
Non potendo più effettuare la verifica dal contrassegno esposto sul parabrezza, un’alternativa bisognava pur trovarla.

Ed infatti la banca dati ministeriale è stata resa accessibile a chiunque ed è possibile consultare il registro dal web o anche attraverso app per smartphone e tablet. E’ sufficiente annotare il numero di targa e la tipologia (auto, motociclo, autocarro, ecc…) del veicolo oggetto di verifica.

Un ulteriore vantaggio di questo sistema è quello di poter controllare la data di scadenza dell’assicurazione del nostro veicolo e di verificare se la nostra compagnia ha trasmesso correttamente le informazioni alla banca dati.

E’ un sistema molto più sicuro rispetto al precedente, in quanto rende completamente inutile il tentativo di contraffare il tagliando

Il sito web ufficiale che permette di verificare online la copertura assicurativa di un veicolo è ilportaledellautomobilista.it.

La ricerca, se i dati sono giusti, ci dirà se il veicolo è assicurato e fornirà la data di scadenza della polizza e la compagnia con cui il veicolo è assicurato.

In alternativa è possibile consultare il sito della CONSAP (Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici SPA), che offre il vantaggio di poter effettuare controlli non solo sulle auto immatricolate in Italia, ma anche sui veicoli di tutta l’area dell’Unione Europea. Il sito web è Consap.it.
Compara le migliori offerte di assicurazione RC Auto online

Commenti Facebook: