Assicurazione auto con Legge Bersani: quanto si risparmia

La Legge Bersani garantisce la possibilità di ottenere un risparmio considerevole sulla polizza RC Auto potendo ereditare la classe di merito di un veicolo di proprietà di un membro del proprio nucleo familiare. L’ultimo osservatorio di SosTariffe.it in materia di assicurazione auto ha analizzato la convenienza garantita dalla possibilità di sfruttare i benefici della Legge Bersani verificando dove conviene utilizzarla e quantificando le opportunità di risparmio garantite da questa norma.

Il nuovo studio di SosTariffe.it analizza i vantaggi garantiti dalla Legge Bersani sull'assicurazione auto

Il nuovo studio di SosTariffe.it in materia di assicurazioni auto si concentra sulla Legge Bersani e sui benefici che questa norma garantisce agli automobilisti, in particolare ai più giovani, che hanno la possibilità di ereditare la classe di merito di un familiare o di un convivente andando a risparmiare, notevolmente, sul costo della polizza RC Auto.

L’indagine di SosTariffe.it ha preso in considerazione il caso di un’automobilista neo-maggiorenne e neo-patentato che voglia sottoscrivere una polizza assicurativa per il proprio veicolo con o senza i vantaggi attribuiti dalla Legge Bersani. Per un quadro più chiaro della situazione, lo studio ha considerato tre differenti casi analizzando i costi per i residenti nelle città di Milano, Roma e Napoli.
Confronta i preventivi e scopri l’assicurazione auto più conveniente

Sfruttare la Legge Bersani per ereditare la prima classe di merito, secondo la formula bonus-malus, come evidenziato da SosTariffe.it, garantisce la possibilità di risparmiare sino a 2748 Euro sul costo dell’assicurazione auto. Le opportunità di risparmio, come vedremo, sono fortemente legate al luogo di residenza dell’automobilista che richiede l’applicazione della Legge Bersani.

I dati delle simulazioni proposte sono stati raccolti nel corso del mese di luglio 2019, sfruttando il comparatore di SosTariffe.it, considerando un diciottenne neopatentato che vuole assicurare una Fiat Panda di terza serie. La tabella qui di seguito riepiloga i risultati ottenuti dall’indagine di SosTariffe.it evidenziano gli effettivi vantaggi garantiti dalla norma.

RC auto: a Napoli è sempre un salasso, con e senza agevolazioni

Con o senza agevolazioni di legge, assicurare un’auto a Napoli costa tanto. Richiedendo l’applicazione della Legge Bersani, infatti, assicurare una vettura nel capoluogo partenopeo comporta una spesa che va da un minimo di 1532 euro a un massimo di 3527 euro. Senza l’applicazione della Legge Bersani, invece, la spesa per l’assicurazione auto va da un minimo di 2201 a un massimo 3527 euro.

Il risparmio garantito dall’applicazione di questa norma va, quindi, da un minimo di 669 euro ad un massimo di 1995 euro.

A Roma mai senza Bersani: prezzi polizze alle stelle per chi non gode delle agevolazioni

A Roma, invece, applicare la Legge Bersani conviene. Sfruttando la norma, infatti, il costo medio di un’assicurazione auto va da un minimo di 752 euro e un massimo di 1964 euro mentre senza sfruttarla i costi medi oscillano da un minimo di 936 euro a un massimo di ben 3500 euro.

Di conseguenza, il risparmio garantito dalla Legge Bersani a Roma va da un minimo di 184 euro ad un massimo di 2748 euro. 

RC auto: anche a Milano avvalersi della Bersani conviene

Scegliere di assicurare l’auto sfruttando la Legge Bersani a Milano comporta una spesa che va da un minimo di 481 euro a un massimo di 1549 euro. Senza l’applicazione della norma, invece, il costo di una polizza RC Auto nell’esempio considerato è compreso tra i 653 euro ed i 3128 euro. Utilizzare la Legge Bersani, quindi, garantisce, per gli automobilisti milanesi, risparmi che vanno da un minimo di 172 euro a un massimo di 2647 euro.

Commenti Facebook: