Assicurazione auto a km: conviene davvero?

Tra i tanti prodotti del settore delle assicurazioni auto troviamo anche le assicurazioni auto a km. Si tratta di una particolare tipologia di polizza assicurativa che non prevede il tradizionale pagamento annuale del premio. Ecco cosa sono le assicurazioni auto a km e quando conviene puntare su di una polizza di questo tipo.

Ecco tutto quello che c'è da sapere sulle assicurazioni auto a km

Oltre alle tradizionali assicurazioni auto annuali, il settore assicurativo propone un gran numero di prodotti alternativi. Tra le opzioni più diffuse troviamo anche le assicurazioni auto a km, una soluzione che non prevede il classico pagamento annuale.

Scegliendo un’assicurazione auto a km, infatti, il premio della polizza RC Auto sarà correlato al numero di chilometri percorsi durante l’anno. Si tratta, quindi, di una soluzione decisamente particolare che può risultare particolarmente conveniente per una ristretta cerchia di automobilisti.

La struttura di queste polizze è molto semplice. Il cliente che scegliere di attivare un’assicurazione auto a km ha la possibilità, al momento della stipula di un contratto, di scegliere una precisa fascia di percorrenza a cui corrisponde il pagamento di una quota forfettaria. Nel caso in cui, alla fine dell’anno, l’assicurato avrà coperto un numero di chilometri superiore alla fascia scelta dovrà pagare un extra come stabilito nel contratto.

Ad esempio, se si ritiene che in un anno si utilizzerà il proprio veicolo per coprire al massimo 3 mila chilometri, al momento della stipula del contratto di un’assicurazione auto a km, si dovrà scegliere la fascia di percorrenza più vicina alla nostra previsione e bisognerà fare molta attenzione a non superare il limite fissato dal contratto.

In generale, per risparmiare sulla polizza auto è consigliabile confrontare i preventivi di tutte le principali compagnie al fine di avere un’idea ben precisa sui reali costi d’assicurazione per il proprio veicolo sia scegliendo una polizza RC Auto tradizionale che scegliendo una polizza auto a km.

E’ possibile confrontare i preventivi dal comparatore di SosTariffe.it, cliccando sul box qui di sotto.

Confronta i preventivi e risparmia sulla polizza auto

Assicurazione auto a km: quando conviene attivarla

Le assicurazioni auto a km prevedono che il premio della polizza RC Auto sia collegato al numero di chilometri percorsi. Di conseguenza, è chiaro che questa tipologia di polizza assicurativa risulterà particolarmente sconveniente per tutti gli automobilisti che, utilizzando molto il proprio veicolo, coprono un gran numero di chilometri durante l’anno. 

Scegliere di attivare un’assicurazione auto a km risulterà quindi, molto conveniente quando si percorrono pochi chilometri all’anno e, quindi, si utilizza l’automobile in modo contenuto lungo tutti i 12 mesi di validità della copertura assicurativa.

Generalmente, si consiglia di ricorrere ad un’assicurazione auto a km quando si ha la certezza che si utilizzerà il proprio veicolo per meno di 5 mila chilometri nel corso di un anno. Da notare, invece, che, per una percorrenza compresa tra i 5 mila ed i 10 mila chilometri l’anno, la scelta di una polizza di questo tipo può risultare tanto vantaggiosa quanto svantaggio. Molto dipende, infatti, dalle condizioni contrattuali proposte dalla compagnia. Una volta superato il limite dei 10 mila chilometri, la soluzione più conveniente su cui puntare sarà quella di una polizza RC Auto tradizionale, di durata annuale e con pagamento slegato dagli effettivi chilometri percorsi.

Per avere un’idea dei chilometri che si percorrono durante l’anno, è opportuno analizzare con attenzione i propri spostamenti. Per una vettura che viene utilizzata quasi esclusivamente per coprire la tratta casa-lavoro sarà molto facile (ad esempio utilizzando Google Maps) stimare il chilometraggio annuo e, quindi, valutare l’effettiva convenienza di una polizza auto di questo tipo.

Da notare, inoltre, che un’assicurazione auto a km può risultare molto utile anche agli automobilisti che utilizzano molto poco ma in modo continuato il proprio veicolo durante l’anno. Quando si utilizza poco un’auto si può scegliere tra un’assicurazione temporanea (se si prevede di concentrare l’utilizzo in pochi mesi, ad esempio d’estate) ed un’assicurazione a km.

Per chi utilizza l’auto solo nei week end e solo per pochi chilometri, quindi, scegliere di attivare una polizza auto a km risulterà una scelta molto conveniente. In generale, è opportuno valutare con molta attenzione la tipologia di utilizzo dell’auto prima di scegliere quale tipologia di polizza attivare.

In generale, la convenienza di una polizza auto a km è legata a quelle che sono le reali esigenze dell’assicurato. Questa tipologia di polizza auto permette, ad alcuni clienti, di ridurre drasticamente il premio assicurativo ma necessità di un’attenta analisi prima di procedere con la stipula del contratto. Una stima sbagliata della percorrenza annua può, infatti, tradursi in una crescita notevole dei costi di assicurazione.

Assicurazioni auto a km: come avviene il monitoraggio dei chilometri percorsi

Per poter stabilire l’effettivo valore del premio assicurativo, la compagnia deve essere a conoscenza degli effettivi chilometri percorsi. Il monitoraggio dei chilometri percorsi avviene tramite l’installazione di una scatola nera, un dispositivo che, una volta collocato sul proprio veicolo, permette di tenere sotto controllo il quantitativo di chilometri percorsi.

Grazie a questo dispositivo, la compagnia avrà un’idea ben precisa in merito ai chilometri percorsi dall’automobilista durante tutto l’anno ed il premio della polizza RC Auto sarà facilmente calcolabile, evitando qualsiasi tipo di controversia tra le due parti. Si tratta, quindi, di una soluzione molto semplice per poter gestire tutto il processo di monitoraggio della percorrenza di un veicolo.

Da notare che l’installazione della scatola nera su di una vettura offre anche una lunga serie di altri vantaggi come, ad esempio, la geo-localizzazione del veicolo in caso di furto, la possibilità di ricostruire la dinamica di un sinistro stradale e di richiedere assistenza o soccorso in caso di necessità.

Commenti Facebook: