Assicurare il mutuo per la casa: perché conviene?

Una scelta popolare e spesso consigliata dagli istituti di credito al momento dell’accensione del mutuo è quella della sua assicurazione, soprattutto per le famiglie monoreddito e/o con bambini piccoli. Grazie a questa ulteriore garanzia, infatti, è possibile mettersi al sicuro da imprevisti che pregiudicherebbero la solvibilità del contraente e la sua continuità nel pagamento delle rate. Vediamo qui di seguito come funziona questa assicurazione e come sceglierla.

La protezione contro diversi imprevisti che possono pregiudicare la possibilità di pagamento

A che cosa serve l’assicurazione per il mutuo

Il mutuo è quasi sempre la spesa maggiore che si affronterà nel corso della propria vita, ed è inutile ricordare come un investimento del genere sia molto delicato: ci si impegna per venti o trent’anni a pagare ogni mese una rata consistente, senza sapere che cosa possa riservare il futuro in termini lavorativi o di salute.

La questione diventa ancora più delicata quando chi stipula il mutuo per sé o per la propria famiglia è l’unica fonte di reddito dell’intero nucleo. Per questo le assicurazioni sul mutuo diventano sempre più popolari, con polizze flessibili che anche in caso di gravi imprevisti danno la certezza di pagare sempre il finanziamento per l’acquisto della casa, mettendo al sicuro il contraente e la sua famiglia, in particolare in presenza di figli piccoli.

In Italia – nazione che, com’è noto, è da sempre ai primi posti per quanto riguarda il numero di case di proprietà, a differenza di altri Stati che privilegiano forme come l’affitto – la percentuale di persone che assicura la propria casa è ancora piuttosto bassa (in genere sul 30%), ma per quanto riguarda le polizze vita legate al mutuo, come l’assicurazione mutuo perdita lavoro, la situazione è differente.
Confronta le assicurazioni casa

Le tipologie di polizza

Gli istituti bancari, in genere, sono infatti i primi a consigliare la stipula dell’assicurazione sul mutuo intesa come assicurazione vita mutuo: in genere non è obbligatoria per accendere questo tipo di finanziamento ma – soprattutto in genere alla stretta creditizia degli ultimi anni, dovuta alla crisi economica – è fortemente consigliata, proprio per dare maggiore sicurezza del pagamento del contraente all’istituto di credito in questione. A essere obbligatoria è invece la polizza incendio e scoppio.

L’assicurazione incendio e scoppio tutela il mutuatario dai danni relativi all’immobile in questione, in relazione ad eventi come fulmini, incendi ed esplosioni, ma in genere senza coprire anche i sinistri determinati da calamità naturali come i terremoti e le inondazioni. Questa polizza è obbligatoria visti i vantaggi che porta, come si è detto, sia a chi contrae il mutuo sia alla banca, che in questo modo si mette al riparo dalla perdita di valore dell’immobile in seguito a eventi che ne diminuiscano il valore. Spesso questa polizza è offerta a titolo gratuito dalle banche, altrimenti ha costi piuttosto contenuti per il massimo risparmio.

La polizza vita per il mutuo

Discorso diverso per l’assicurazione vita mutuo, che tutela chi contrae il mutuo e la sua famiglia da eventi che mettono a rischio la capacità di rimborso, come decesso, gravi infortuni o malattie, ma anche la perdita di lavoro e l’indisponibilità economica. Rispetto alle polizze per incendio e scoppio, il premio può essere molto più oneroso e avere un impatto tutt’altro che insignificante sulla rata del mutuo, nel caso in cui si sia scelto di versare il premio periodicamente.

Per questo è necessario, quando si parla di polizza sul mutuo, esaminare con cura le diverse proposte a disposizione sul mercato. Dal Decreto Liberalizzazioni, è fatto obbligo per le banche o gli intermediari finanziari di sottoporre al cliente almeno due preventivi di diverse compagnie assicurative, che non abbiano legami con l’istituto o il suo gruppo.

Come funziona l’assicurazione per il mutuo

Il funzionamento dell’assicurazione mutuo è molto semplice: pagando regolarmente il premio, se si dovesse verificare uno degli eventi inclusi nella casistica della propria polizza sul mutuo sarà l’assicurazione a pagare quanto dovuto a titolo di mutuo, con indennizzi che corrispondono all’evento in questione. Le fattispecie coperte possono essere di vario tipo:

  • Decesso dell’assicurato
  • Invalidità permanente totale
  • Inabilità temporanea o totale al lavoro
  • Perdita volontaria dell’impiego

L’assicurazione si occuperà quindi dell’estinzione del mutuo per tutelare la famiglia del contraente, ed è quindi particolarmente indicato qualora si abbiano figli a carico e si voglia tutelare da ogni genere di imprevisto il proprio nucleo familiare. La durata dell’assicurazione per il mutuo va in genere dai 5 ai 30 anni, e di norma il suo pagamento ha una scadenza che può essere mensile (e quindi di fatto sommarsi alla rata del mutuo), semestrale o anche annuale.

Per stipulare questo genere di polizza bisogna essere residenti in Italia e avere un’età compresa, di norma, tra i 18 e i 70 anni; di solito il mutuo deve essere in euro, contratto in italiano con un banca oppure con un intermediario finanziario con sede in Italia.

E se si estingue anticipatamente il mutuo? In questo caso la compagnia assicuratrice è tenuta a restituire il premio non goduto, come è previsto dal Regolamento dell’Ivass. Invece, in caso di surroga, è necessario stipulare una nuova polizza per usufruire delle coperture assicurative, visto che la vecchia decade.

Come deve essere fatta una polizza per assicurare il mutuo

Sono diverse le caratteristiche che devono essere rispettata da una buona polizza per l’assicurazione del mutuo di casa, in modo che possa effettivamente fornire una preziosa garanzia per tutte quelle famiglie con bimbi piccoli a monoreddito, e dove quindi un imprevisto potrebbe avere conseguenze molto serie sul piano economico.

Valutando il preventivo per un mutuo caso per caso, naturalmente è bene assicurarsi che siano coperte diverse fattispecie, come l’invalidità per qualunque causa, la libertà nella scelta dei beneficiari da parte dell’assicurato e l’impignorabilità della somma erogata (che non deve essere soggetta a tasse di successione).

A volte potrebbe essere conveniente non limitarsi ad assicurare l’equivalente del capitale del mutuo che si sta attivando o – nel caso in cui la polizza valga su un mutuo già attivo – di ciò che resta da pagare, ma assicurare un importo superiore, sempre comunque rispettando i limiti (minimi e massimi) stabiliti dalla compagnia.

Il contraente sceglie la durata della polizza mutuo nonché la data d’inizio della copertura, e nella grande maggioranza dei casi questi termini temporali rispondono al numero di anni in cui si pagherà il mutuo e il momento in cui si paga la prima rata. Anche in questo caso le polizze prevedono durante minime e massime (in genere tra i 5 e i 30 anni). Attenzione anche alla scadenza delle coperture, che possono essere diversificate per la garanzia decesso e per l’invalidità totale e permanente.

Come per ogni polizza vita, l’importo del premio dipende, oltre che dall’entità del mutuo, anche dalle caratteristiche legate al contraente, come età, stato di salute, abitudini.

Altre cose da controllare per essere davvero sicuri di aver scelto una buona polizza sono la durata delle garanzie accessorie, l’entità delle commissioni percepite da chi propone la polizza, le eventuali clausole di esclusione, le franchigie, la modalità di recesso. Ad esempio, buona parte delle assicurazioni che proteggono in caso di decesso del contraente possono non essere applicabili qualora la morte sia sopraggiunta per dolo o a causa di droghe, sport pericolosi e comportamenti assimilabili.

Diversa, infine, può essere la validità della polizza per quanto riguarda il suo momento di attivazione in base all’evento specifico; in altre parole, a volte è previsto un periodo di qualche mese (detto “carenza”) per l’attivazione delle coperture per malattie, mentre di solito, in caso di infortunio, la copertura è immediatamente attiva. È possibile pretendere un periodo inferiore di carenza qualora si attivi la polizza contestualmente al mutuo e venga richiesta l’applicazione delle condizioni di maggior favore previste dalla legge del 24/03/2012, applicabili alle polizze legate ai mutui immobiliari.

I diversi tipi di assicurazione per il mutuo

La prima fondamentale divisione per le polizze vita relativa al mutuo riguarda, come si è detto, la possibilità di assicurare solo mutui di nuova stipa o anche mutui già in corso di ammortamento. Non sempre la copertura è la stessa: capita infatti abbastanza di frequente, ad esempio, che per i mutui in corso di ammortamento sia possibile stipulare l’assicurazione con la sola copertura per il decesso, mentre negli altri casi, con i mutui solo di nuova stipula, siano coperti anche l’invalidità permanente, l’inabilità totale temporanea o la perdita di impiego. In ogni caso è meglio assicurarsi fin da subito, confrontando le varie proposte, che la polizza casa mutuo scelta rientri esattamente nel profilo che stiamo cercando.

Quando si verifica l’evento garantito da clausola, può cambiare anche la modalità di erogazione. Può essere prevista la liquidazione del debito residuo oppure un’indennità pari alle rate mensili in scadenza, in quest’ultimo caso quando l’inabilità totale è temporanea o si è incorsi nella perdita del lavoro.

Le possibilità di assicurazione per il mutuo offerte da istituti di credito e intermediari sono diverse, con prodotti su misura: tra queste, le più note sono Mutuo Vivo di MetLife, valida in caso di decesso o invalidità permanente, o Assicura Mutuo di Findomestic, che prevede due diverse formule per una copertura personalizzata del mutuo assicurato, anche se già in corso: pacchetto base e pacchetto completo, il primo sottoscrivibile anche per i mutui in corso d’ammortamento e il secondo con un maggior numero di tutele, come l’assicurazione mutuo perdita lavoro.

Le adesioni per mutuo polizza possono essere sottoscritte anche online, sul sito della compagnia, o con una semplice telefonata, rispondendo ad alcune domande per determinare con maggiore accuratezza il profilo del contraente e fornendo le proprie indicazioni per i pagamenti.

Commenti Facebook: