Arriva l’SMS tattile con EPICOd

E’ stato brevettato il sistema che trasforma l’SMS in un codice tattile. Da oggi il cellulare può comunicare a fior di pelle.

Con la funzione EPICOd, la comunicazione telefonica non è più solo audio e video, ma anche tattile. Fino ad ora la vibrazione del cellulare segnalava solamente una chiamata o un messaggio in arrivo.

Ma la possibilità tecnologica di far vibrare il telefonino a contatto con la pelle o una qualsiasi superficie, permette di codificare questa vibrazione trasformandola in un vero e proprio linguaggio epidermico.

sms-tattile

Da qui il nome del codice chiamato EPICOd, che associa singole frasi e messaggi di uso comune a segnali vibratori definiti.

Il software EPICOd trasforma le lettere del SMS e altre informazioni, in una sequenza vibratoria che rappresenta un codice facilmente memorizzabile.

La pelle diventa così a tutti gli effetti un organo di senso che può ricevere messaggi.

Le applicazioni di questa nuova funzione sono innumerevoli: gestire le chiamate in una riunione senza disturbare nessuno e senza auricolare; ricevere le informazioni sensibili con una privacy totale; in situazioni di emergenza nelle quali non si possono usare le mani; in presenza di handicap funzionali (non vedenti, ipovedenti, non udenti); trasmettere segnali ai pazienti immobilizzati, in ambito medico, etc.

“Il software è disponibile per tutti i cellulari che utilizzano il linguaggio Android, ma presto lo sarà anche per tutti i Nokia e per gli altri apparecchi di telefonia mobile”, assicura il consulente e inventore Roberto Provana, titolare della Openvideo Sas che gestisce in esclusiva le applicazioni del brevetto.

evettato il sistema che trasforma l’SMS in un codice tattile. Da oggi il cellulare può comunicare a fior di pelle.

Con la funzione EPICOd, la comunicazione telefonica non è più solo audio e video, ma anche tattile. Fino ad ora la vibrazione del cellulare segnalava solamente una chiamata o un messaggio in arrivo.

Ma la possibilità tecnologica di far vibrare il telefonino a contatto con la pelle o una qualsiasi superficie, permette di codificare questa vibrazione trasformandola in un vero e proprio linguaggio epidermico.

sms-tattile

Da qui il nome del codice chiamato EPICOd, che associa singole frasi e messaggi di uso comune a segnali vibratori definiti.

Il software EPICOd trasforma le lettere del SMS e altre informazioni, in una sequenza vibratoria che rappresenta un codice facilmente memorizzabile.

La pelle diventa così a tutti gli effetti un organo di senso che può ricevere messaggi.

Le applicazioni di questa nuova funzione sono innumerevoli: gestire le chiamate in una riunione senza disturbare nessuno e senza auricolare; ricevere le informazioni sensibili con una privacy totale; in situazioni di emergenza nelle quali non si possono usare le mani; in presenza di handicap funzionali (non vedenti, ipovedenti, non udenti); trasmettere segnali ai pazienti immobilizzati, in ambito medico, etc.

“Il software è disponibile per tutti i cellulari che utilizzano il linguaggio Android, ma presto lo sarà anche per tutti i Nokia e per gli altri apparecchi di telefonia mobile”, assicura il consulente e inventore Roberto Provana, titolare della Openvideo Sas che gestisce in esclusiva le applicazioni del brevetto.

Commenti Facebook: