Arriva il Wimax 2.0 con lo standard 802.16m

La battaglia tra LTE e WiMax è sempre accesa nonostante SosTariffe sostenga già da tempo che le due tecnologie sono complementari.

Inutile parlare di LTE che sostituirà il Wimax: i due sistemi sono concepiti per usi diversi e potrebbero essere utilizzati insieme per sopperire alla banda larga in numerose zone a bassa densità abitativa. La fibra collegherà i luoghi mentre il wireless collegherà le persone

L’esempio più importante in Italia arriva da Retelit e Mandarin molto attive sul territorio sia per i privati che per le pubbliche amministrazioni

L’LTE è il futuro 4G, uno standard della telefonia mobile di facile implementazione in quanto potrà essere installato sulle attuali reti 3G mentre il Wimax è destinato alle comunicazioni fisse. A supporto di questa visione arrivano i nuovi sviluppi del Wimax già in fermento a Barcelona durante il MWC: a breve verranno introdotte le migliorie all’attuale standard con la release dello standard dell’802.16m anche denominato WiMax 2.0 che dovrebbe essere pronto nel 2011.

Il Wimax 802.16m permetterà una maggiore efficienza del segnale garantendo una velocità di trasmissione più elevata grazie all’aumento della capacità di ogni cella del 50%. Il miglioramento delle prestazioni è dovuto all’introduzione della tecnologia MIMO su ogni antenna trasmittente.

Tuttavia il WiMax 2.0, nonostante l’aumento dell prestazioni, non è e mai sarà una tecnologia in competizione con LTE: saranno complementari e sicuramente potranno ottimizzare i costi di copertura per permettere una trasmissione dei dati in banda larga.

a tra LTE e WiMax è sempre accesa nonostante SosTariffe sostenga già da tempo che le due tecnologie sono complementari.

Inutile parlare di LTE che sostituirà il Wimax: i due sistemi sono concepiti per usi diversi e potrebbero essere utilizzati insieme per sopperire alla banda larga in numerose zone a bassa densità abitativa. La fibra collegherà i luoghi mentre il wireless collegherà le persone

L’esempio più importante in Italia arriva da Retelit e Mandarin molto attive sul territorio sia per i privati che per le pubbliche amministrazioni

L’LTE è il futuro 4G, uno standard della telefonia mobile di facile implementazione in quanto potrà essere installato sulle attuali reti 3G mentre il Wimax è destinato alle comunicazioni fisse. A supporto di questa visione arrivano i nuovi sviluppi del Wimax già in fermento a Barcelona durante il MWC: a breve verranno introdotte le migliorie all’attuale standard con la release dello standard dell’802.16m anche denominato WiMax 2.0 che dovrebbe essere pronto nel 2011.

Il Wimax 802.16m permetterà una maggiore efficienza del segnale garantendo una velocità di trasmissione più elevata grazie all’aumento della capacità di ogni cella del 50%. Il miglioramento delle prestazioni è dovuto all’introduzione della tecnologia MIMO su ogni antenna trasmittente.

Tuttavia il WiMax 2.0, nonostante l’aumento dell prestazioni, non è e mai sarà una tecnologia in competizione con LTE: saranno complementari e sicuramente potranno ottimizzare i costi di copertura per permettere una trasmissione dei dati in banda larga.

Commenti Facebook: