Arriva il primo router 5G, grazie a Cisco, Ericsson e Intel

Dieci volte più veloce delle attuali connessioni “top” italiane in fibra ottica, e tutto a portata di smartphone e di tablet. Fanno impressione i numeri che girano intorno alle nuove reti 5G, la prossima generazione dello standard di reti mobili che promette risultati da record, con apparecchi in lavorazione e in grado di gestire velocità da 3 Gbit/s.

E c'è chi pensa alla prima offerta commerciale per il 2017

Che cos’è il 5G

5G sta per quinta generazione di standard per le telecomunicazioni mobili, ed è l’evoluzione dell’attuale tecnologia più veloce disponibile sui nostri smartphone, il 4G o LTE (comprese le varianti come 4G Plus e LTE Advanced). Il suo debutto è ancora lontano, anche se in passato si è parlato del 2020 come anno-chiave; ora gli ultimi report menzionano addirittura il 2017 per la prima offerta commerciale. È questo l’obiettivo del Verizon 5G Technology Forum, che ha intenzione di far segnare una decisa accelerata per l’arrivo del nuovo standard.
Confronta le offerte 4G di TIM
Di sicuro, quando il 5G farà il suo esordio la parola d’ordine sarà “Internet of Things”: in un mondo sempre più interconnesso, dove non saranno più solo dispositivi mobili e computer a richiedere la connessione alla Rete per funzionare al pieno delle proprie possibilità, le risorse portate dal nuovo standard saranno indispensabili.

Risultati da record

Nel frattempo il 5G è ormai dal 2014 materia di esperimenti nei laboratori e presentazioni entusiastiche ai vari consumer show sparsi per il globo. Durante il Mobile World Congress, Cisco, Ericsson e Intel hanno comunicato che entreranno in partnership per produrre il primo router 5G, sul quale sarebbero già al lavoro e in grado di raggiungere velocità impressionanti: 3 Gbit/s, cioè 3 volte la fibra superveloce di Google (e 10 volte le più veloci linee in fibra ottica nostrane, come Super Fibra di Vodafone o TIM Smart Fibra di TIM).
Confronta le offerte 4G di Vodafone
Cisco, Ericsson e Intel fanno parte del Verizon 5G Technology Forum e hanno la dichiarata intenzione di far esordire il nuovo standard il prima possibile. Il 5G non sarà soltanto una linea molto più veloce, ma anche a bassa latenza e con superiori capacità di gestione contemporanea di diversi dispositivi allo stesso tempo. L’evoluzione delle reti va anche di pari passo con quella dello streaming video, che ormai ha superato il 4K e si sta orientando verso livelli ancora più impressionanti di definizioni.

Il problema dei dispositivi connessi del resto è reale, e bisognerà affrontarlo in fretta: secondo il Cisco Visual Networking Index™ (VNI) Global Mobile Data Traffic Forecast (2015 to 2020), nei prossimi 5 anni l’aumento di utenti mobili dovrebbe far aumentare il traffico dati di ben otto volte, partendo proprio dal mobile video. Per questo sarà di assoluta importanza abbinare una rete wireless ad altissime prestazioni per sostenere queso nuovo “boom”.

Secondo Kelly Ahuja, SVP of Service Provider Business, Products, and Solutions di Cisco, «l’annuncio di oggi rappresenta un grande passo in avanti per la tecnologia mobile, che avrà un impatto incredibile sui consumatori e sulle aziende. Solo leader tecnologici di questo calibro, in partnership con visionari della tecnologia mobile e del 5G come Verizon, sono in grado di gettare le fondamenta per le reti mobili di domani».

 

Commenti Facebook: