Arriva domani la Google TV

Mancano poche ore alla presentazione ufficiale della nuova televisione made in Google.  Domani 19 maggio infatti al Google I/O 2010, il più grande evento annuale per sviluppatori Google, sarà presentata la Google TV. Google di I/O dispone di 80 sedute, più di 5.000 sviluppatori, e oltre 100 esposizioni di nuove tecnologie sviluppate. Si vuole costruire la prossima generazione di web, mobile e applicazioni aziendali.

google-tv-presentazione

Alla piattaforma di Internet Tv hanno lavorato, come già anticipato, Sony, Intel e Logitech. Grazie ai processori Atom sarà possibile equipaggiare la TV con un sistema operativo Android dedicato, il cui nome in codice dovrebbe essere Dragonpoint.

Il televisore diventa un computer o, per meglio dire, il computer diventa quindi televisore: questa nuova piattaforma realizzata su misura per Google permetterà di portare tutti i contenuti soprattutto multimediali al grande pubblico.

People of Lava ha già iniziato a produrre i primi televisiori Full Hd Led  che permetteranno di connettersi ad internet, scaricare applicazioni da Android Market e vedere video, con prezzi che variano da 2.000 a 2.500 dollari e saranno disponibili da Settembre.

Google non vuole rimanere fuori dalla pubblicità multimediale: come già evidenziato qualche mese fa, i contenuti multimediali on demand faranno da padrone: gli investimenti pubblicitari si sposteranno a breve anche su questo tipo di comunicazione e il set top box Google su propria piattaforma Android vuole schierarsi contro i modelli tradizionali di contenuti on demand (vedi Sky o Mediaset Premium).

La pubblicità sarà sui contenuti on demand, contestuale e targetizzata: il trend è chiaro e YouTube domina con quasi il 50% di share sui video online.

Anche le emittenti potrebbero quindi migrare su una piattaforma “YouTV” made in Google che permetterà di cercare video e programmi Web (l’esempio è Dish) direttamente sulla Tv.

Oggi 400 milioni di pubblicità internet transitano tramite il colosso di Mountain View: la televisione è un business da miliardi di euro. E Google sicuramente non vuole rimanere fuori dal gioco.

he ore alla presentazione ufficiale della nuova televisione made in Google.  Domani 19 maggio infatti al Google I/O 2010, il più grande evento annuale per sviluppatori Google, sarà presentata la Google TV. Google di I/O dispone di 80 sedute, più di 5.000 sviluppatori, e oltre 100 esposizioni di nuove tecnologie sviluppate. Si vuole costruire la prossima generazione di web, mobile e applicazioni aziendali.

google-tv-presentazione

Alla piattaforma di Internet Tv hanno lavorato, come già anticipato, Sony, Intel e Logitech. Grazie ai processori Atom sarà possibile equipaggiare la TV con un sistema operativo Android dedicato, il cui nome in codice dovrebbe essere Dragonpoint.

Il televisore diventa un computer o, per meglio dire, il computer diventa quindi televisore: questa nuova piattaforma realizzata su misura per Google permetterà di portare tutti i contenuti soprattutto multimediali al grande pubblico.

People of Lava ha già iniziato a produrre i primi televisiori Full Hd Led  che permetteranno di connettersi ad internet, scaricare applicazioni da Android Market e vedere video, con prezzi che variano da 2.000 a 2.500 dollari e saranno disponibili da Settembre.

Google non vuole rimanere fuori dalla pubblicità multimediale: come già evidenziato qualche mese fa, i contenuti multimediali on demand faranno da padrone: gli investimenti pubblicitari si sposteranno a breve anche su questo tipo di comunicazione e il set top box Google su propria piattaforma Android vuole schierarsi contro i modelli tradizionali di contenuti on demand (vedi Sky o Mediaset Premium).

La pubblicità sarà sui contenuti on demand, contestuale e targetizzata: il trend è chiaro e YouTube domina con quasi il 50% di share sui video online.

Anche le emittenti potrebbero quindi migrare su una piattaforma “YouTV” made in Google che permetterà di cercare video e programmi Web (l’esempio è Dish) direttamente sulla Tv.

Oggi 400 milioni di pubblicità internet transitano tramite il colosso di Mountain View: la televisione è un business da miliardi di euro. E Google sicuramente non vuole rimanere fuori dal gioco.

Commenti Facebook: