Aprire la macchina con la carta di credito, perché no?

Non parliamo di una tecnica di furto scasso, ma di un progetto su cui stanno lavorando BMW e Mastercard, per sviluppare un sistema che permetta l’apertura delle auto utilizzate per il car sharing semplicemente appoggiando la carta di credito al lettore NFC installato sul parabrezza dell’auto.

Le portiere dell'auto presa in car sharing si apriranno con la carta di credito

Chi l’ha detto che una carta di credito debba servire solo per pagare? Le carte di pagamento si stanno via via trasformando in strumenti versatili attraverso i quali è possibile eseguire diverse operazioni, non solo economiche e finanziarie.

Una di queste è la possibilità di aprire le portiere delle auto destinate al car sharing. In questo modo sarà molto più semplice e comodo usufruire del servizio, senza bisogno di andare a prelevare le chiavi dell’auto e a riportarle una volta finito.
Confronta le migliori carte di credito
Al momento il progetto è in fase di realizzazione ad opera di BMW in partnership con Mastercard per il servizio DriveNow, diffuso negli Stati Uniti, in Germania, in Austria e nel Regno Unito.

Chi noleggia la macchina potrà semplicemente appoggiare la propria carta di credito (dotata di sistema contactless) sul lettore NFC montato sul parabrezza dell’auto.

In questo modo sarà possibile sia il pagamento sia l’identificazione del cliente. Il progetto non è ancora operativo e consiste proprio nella realizzazione di una carta di credito idonea a svolgere questo compito.

Attualmente il servizio di DriveNow permette agli utenti di identificarsi in maniera tradizionale, esibendo il proprio documento d’identità, oppure prenotare attraverso il sito Internet o l’App dedicata, dopo essersi registrati.

Commenti Facebook: