Aprire e chiudere un conto corrente

Ecco la guida completa per aprire e chiudere un conto corrente online e tradizionale. Prima di procedere all’apertura bisogna tener conto di tutte le spese ed oneri, generalmente assenti per chi sceglie una banca online, mentre non vi sono costi di estinzione grazie al decreto Bersani. Per saperne di più, leggi l’approfondimento.

Le principali differenze tra banca tradizionale e banca online

Come aprire e chiudere un conto corrente

Per aprire e chiudere un conto corrente, specie di tipo tradizionale, si devono affrontare varie spese, consultabili nel contratto stipulato con l’istituto di credito. Scegliendo una banca online invece, raramente sono previsti costi di apertura, e anzi, iniziando un nuovo rapporto si risparmia con canone azzerato, prelievi illimitati dagli sportelli abilitati e sull’imposta di bollo.

Per scoprire tutte le offerte di conto corrente online confronta le banche con SosTariffe.it cliccando sul bottone qui sotto.
Confronta conti correnti

Come aprire e chiudere un conto corrente? Esistono REQUISITI specifici? Eccoli elencati:

• aver compiuto la maggiore età. In Italia si diventa maggiorenni al compimento del 18esimo anno di età;
• non devono risultare protesti a carico del richiedente;
• il richiedente non deve aver subito fallimenti in passato:

e occorre presentare i seguenti documenti:

• carta di identità o patente rilasciata dalla Prefettura;
• codice fiscale.

NOTA: nel caso si voglia aprire e chiudere un conto corrente con una banca online, i documenti di identità andranno spediti via mail o fax in forma di fotocopia oppure presentati presso una eventuale filiale di appoggio o al promotore finanziario che si recherà presso l’abitazione o l’ufficio del cliente. In ogni caso, rispetto agli istituti tradizionali, ogni operazione sarà snella e veloce.

Come aprire un conto corrente tradizionale?

Per aprire un conto corrente tradizionale è sufficiente recarsi presso una filiale della banca che si è scelta e seguire le procedure illustrate dal personale dell’istituto. Prima di firmare, si ha diritto a ottenere gratuitamente e a portare via con sé il foglio informativo che illustra le caratteristiche, i rischi e i costi del conto corrente e dei servizi associati, nonché una copia completa del contratto e/o del documento di sintesi, senza alcun impegno per le parti.

Al momento di firmare, è bene verificare che le condizioni contrattuali rispettino quelle pubblicizzate nel foglio informativo e nel documento di sintesi e scegliere il canale di comunicazione attraverso il quale ricevere le comunicazioni (digitale o cartaceo). Si ha diritto, inoltre, a ricevere una copia del contratto, firmato dalla banca, e una copia del documento di sintesi, da conservare.

Come aprire un conto corrente con una banca online?

Per aprire conti correnti online si deve inviare la richiesta dal sito web della banca online scelta per attivare il servizio, selezionare la pagina dedicata all’apertura di un nuovo conto online e compilare i campi riguardanti i dati personali richiesti (nome, cognome, data di nascita, residenza, codice fiscale etc.). Di solito, la banca online mette a disposizione dei cittadini un servizio di assistenza tramite call center o via email. Alcune banche che operano esclusivamente online, inoltre, hanno una rete di promotori finanziari per assistere il cliente durante l’apertura, la gestione e la chiusura del conto corrente online.

Dopo aver compilato i moduli online, l’utente dovrà stampare tutti i documenti e firmare il contratto seguendo le istruzioni fornite dall’istituto di credito. A seconda delle modalità operative della banca online, il cittadino dovrà consegnare il contratto firmato presso una filiale di appoggio oppure spedirlo via posta allegando la fotocopia di un documento di identità valido. Oppure, ancora, consegnare il materiale al promotore finanziario. In ogni caso, sarà la banca a confermare l’apertura e l’attivazione del conto corrente bancario online, inviando i codici di accesso con una comunicazione scritta, via posta tradizionale e/o via email.

Estinzione del conto corrente

È possibile aprire e chiudere un conto corrente bancario, sia di tipo tradizionale che online, in qualsiasi momento, senza dover pagare alcuna penale e senza spese per la chiusura. Tuttavia, per estinguere un conto corrente è necessario che il saldo non sia negativo e che nessuna operazione sul conto risulti attiva.

Il tempo impiegato dalla banca per la chiusura del conto dipende dal numero e dalla tipologia dei servizi regolati sul conto stesso, oltre che dai tempi necessari, per esempio, a incassare gli assegni non contabilizzati o per addebitare le spese pagate con eventuale carta di credito.

La misurazione dei tempi inizia nel momento in cui si consegnano alla banca gli assegni non utilizzati e le carte di pagamento e si conclude con il completamento delle operazioni di chiusura della banda (compreso il calcolo degli interessi) e il riconoscimento del saldo residuo al cliente. Quando si consegnano all’istituto bancario gli assegni non utilizzati e le carte di pagamento, la banca rilascia un modulo che riporta la data di avvio della procedura per estinguere il conto corrente.

Tempi di trasferimento del conto corrente

E’ importante sapere che con la nuova procedura semplificata, entrata in vigore con il Decreto Bersani, i tempi per aprire e  chiudere un conto corrente o estinguere i rapporti con la vecchia banca oggi sono inferiori. Se si decide di chiudere un conto corrente presso una banca per trasferirlo in un banca online, è possibile chiedere a quest’ultima di occuparsi dell’estinzione del vecchio conto. A tal fine, si dovranno compilare appositi modelli prestampati e inviare telematicamente la richiesta di variazione per l’eventuale domiciliazione bancaria dei pagamenti o RID (l’addebito diretto sul conto corrente delle bollette del telefono, del gas e dell’energia elettrica).

In caso di chiusura finalizzata a nuova apertura presso banca online, la procedura deve concludersi entro 12 giorni dalla richiesta di inizio nuovo rapporto e, se la banca occupata nella chiusura non rispetta i termini, subisce la sanzioni da un minimo di 5.160 a un massimo di 64.555 euro. In più, è previsto un indennizzo per il cliente in caso di ritardi nella procedura per un valore proporzionale ai giorni di ritardo e alla giacenza del conto da trasferire.
Trova conto corrente online

Commenti Facebook: