Apple TV, come funziona

Durante il recente evento dedicato alla presentazione dell’Apple Watch, l’azienda di Cupertino ha tagliato il prezzo del suo media streamer, Apple TV, che ora per i clienti italiani costa 79 euro. Quello che dalle parti di Cupertino fino a pochi anni fa veniva chiamato affettuosamente “un hobby” rimane una delle più popolari scelte per accedere a un vasto catalogo di contenuti in HD, sfruttando anche le sinergie con gli altri prodotti Apple.

Apple-TV
I segreti del media streamer di Apple. Forse a giugno un nuovo modello

Come funziona Apple TV

Da un punto di vista “fisico”, Apple TV è una piccola ed elegante scatola nera con gli angoli arrotondati dotata di porta HDMI, uscita ottica, porta Ethernet (ma è possibile usare anche il collegamento Wi-Fi) e uscita audio. In più c’è anche il telecomando Apple Remote. Per usarla basta collegarla con il cavo HDMI a un televisore ad alta definizione e farla dialogare con la rete di casa (se si dispone di un iPad o iPhone basta attivare il Bluetooth su questi dispositivi).

A che cosa serve Apple TV

Con Apple TV è possibile prima di tutto accedere a un catalogo di contenuti on demand, tra cui film in prima visione da acquistare o noleggiare a 1080p. In più c’è una lunga serie di canali gratuiti: Bloomberg, sport soprattutto “americano” (MLB.TV, NFL Now, NHL GameCenter. NBA), piattaforme video come Dailymotion, Vevo, Youtube, Vimeo, Crunchyroll e così via.
Confronta le offerte tv streaming »
Apple TV permette di trasmettere tramite video e foto che si hanno su iCloud o su Mac, PC, iPhone e iPad grazie allo Streaming foto e a iMovie Theater. Si possono ascoltare i brani della propria libreria iTunes e acquistarne di nuovi direttamente sull’iTunes Store. Il film acquistati con qualsiasi dispositivo grazie a iCloud sono sempre accessibili su Apple TV e l’opzione “In famiglia” permette fino a sei persone di condividere app, musica e film acquistati su iTunes e averli immediatamente disponibili sul media streamer.

Per mezzo di AirPlay, è possibile mandare in streaming tutto quello che si ha sui propri dispositivi sul proprio televisore; è anche possibile usare l’Apple TV per replicare esattamente quello che si vede sul display del proprio iPad, iPhone, iPod touch o Mac, soluzione molto comoda anche per il gaming.

Il futuro di Apple TV

Il taglio del prezzo di Apple TV per molti significa l’arrivo verso il prossimo giugno di un nuovo modello della tv streaming di Apple, dotata di app e dell’interfaccia vocale dei dispositivi di Cupertino, Siri. L’Apple TV non viene più aggiornata dal 2012 e i tempi potrebbero essere maturi per una versione che sfrutti maggiormente le potenzialità di iOS. In più si parla (ovviamente per gli Stati Uniti, almeno all’inizio) di un nuovo servizio in streaming da almeno 25 canali.

Commenti Facebook: