di

Apple Pay Cashback: come ottenere il rimborso di Stato con Apple

Apple Pay Cashback: ecco come ottenere il rimborso di Stato sugli acquisti effettuati in negozio con la piattaforma di pagamento contactless di Cupertino

Apple Pay Cashback: come ottenere il rimborso di Stato con Apple

Il Cashback è un’iniziativa lanciata ufficialmente l’8 dicembre 2020 che rientra nel Piano Italia Cashless promosso dal Governo. L’obiettivo è quello di ridurre l’utilizzo del contante da parte dei cittadini. Per gli utenti di telefonia mobile in generale ma soprattutto per i possessori di iPhone è diventata ormai la normalità pagare direttamente dal proprio dispositivo grazie ai trasferimenti di denaro in modalità contactless. Con Apple Pay per pagare basta avvicinare il telefono o Apple Watch al POS con un gesto della mano.

Il Cashback permette ottenere un rimborso sugli acquisti effettuati a titolo privato (sono quindi esclusi quelli in ambito professionale) presso negozi, bar, ristoranti, artigiani, professionisti e qualsiasi punto vendita fisico con carte di credito, bancomat e app di pagamento. Il negoziante deve però essere dotato di un apposito POS. Non è possibile ottenere un rimborso per gli acquisti effettuati online.

Cashback: requisiti e come funziona

I requisiti per ottenere il Cashback sono aver compiuto 18 anni di età, essere residenti in Italia e scaricare l’app IO, disponibile gratuitamente per iOS e Android. Il progetto Cashback è suddiviso in diversi periodi nell’arco dell’anno:

  • Extra Cashback di Natale: periodo sperimentale concluso il 31 dicembre 2020
  • Cashback 1° semestre dal 1/1/2021 al 30/6/2021
  • Cashback 2° semetre dal 1/7/2021 al 31/12/2021
  • Cashback 3° semestre dal 1/1/2022 al 30/6/2022

Durante i periodi sopracitati si può ottenere un rimborso del 10% sull’importo speso per i propri acquisti fino a un massimo di 15 euro per singola transazione. Non è previsto un importo minimo di spesa. Per ottenere i rimborsi bisognerà effettuare almeno 50 transazioni a semestre. Nell’arco di un anno è quindi possibile accomulare fino a 300 euro. Ai fini del Cashback sono considerati gli acquisti effettuati a partire dalle 00:01 del giorno successivo all’attivazione del proprio metodo di pagamento sull’app IO.

Superata la soglia massima di 150 euro a periodo, le transazioni successive fino alla conclusione del semestre di riferimento verranno conteggiate solo per il Super Cashback. Questa iniziativa permette alle prime 100.000 persone che hanno effettuato il maggior numero di transazioni per semestre di ricevere un rimborso di 1.500 euro. Anche in questo caso non è previsto un importo minimo di spesa.

Cashback: come partecipare

Per partecipare al Cashback bisogna prima di tutto accedere all’app IO con la propria identità digitale SPID o con la Carta d’Identità Elettronica (CIE 3.0) abbinata al PIN ricevuto al momento del rilascio del nuovo documento. La procedura va eseguita solo al primo accesso. Per tutti i tentativi successivi basterà digitare il codice di sblocco a 6 cifre personalizzato o utilizzare i sistemi di riconoscimento biometrico (scansione del volto o delle impronte digitali) integrati nel dispositivo.

SPID: come ottenerlo

Lo SPID è lo strumento per accedere in sicurezza a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione. E’ possibile richiederlo presso uno degli identity provider. Per ottenerlo bisognerà registrarsi seguendo una procedura in tre passi:

  • Inserire dati anagrafici (documento d’identità in corso di validità, tessera sanitaria o codice fiscale, email, numero di telefono)
  • Creare le proprie credenziali SPID
  • Effettuare il riconoscimento nelle modalità previste dall’identity provider (è possibile farlo anche presso uno degli uffici abilitati della PA)

Lo SPID è disponibile in 3 livelli di sicurezza:

  1. Credenziali SPID dell’utente (nome utente e password)
  2. Credenziali SPID più codice temporaneo di accesso one time password (OTP – si può ricevere anche via SMS, in alcuni casi a pagamento) o app per dispositivi mobili
  3. Ulteriori soluzioni di sicurezza e dispositivi fisici (smart card) erogati dal gestore d’identità

Per il riconoscimento, a seconda dell’identity provider scelto, si può scegliere tra le seguenti modalità:

  • Di persona, presso gli uffici dell fornitore d’identità
  • Via webcam tramite video-selfie (anche a pagamento)
  • Con Carta d’Identità Elettronica (CIE) o passaporto elettronico registrandosi sulle rispettive app dei gestori
  • Con CIE, Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o tessera sanitaria e firma digitale grazie all’ausilio di un lettore (ad esempio la smart card) e del relativo PIN

Gli identity provider attualmente abilitati sono:

  • Aruba
  • Infocert
  • Intesa
  • Lepida
  • Namirial
  • PosteID
  • SielteID
  • SpidItalia
  • TIM ID

Come registrare IBAN, carte e app di pagamento

Dopo aver effettuato il login, per completare la registrazione bisogna accedere alla sezione Portafoglio e premere il pulsante Attiva il Cashback. All’utente sarà richiesto di accettare l’informativa sulla privacy del servizio. Dopo aver dichiarato di disporre dei requisiti necessari basta cliccare su Continua per concludere l’iscrizione.

Per ottenere il rimborso bisogna indicare il codice IBAN del conto su cui si intende ricevere gli eventuali importi maturati al termine di ogni periodo. E’ possibile effettuare tale operazione anche successivamente ma il consiglio è quello di farlo appena completata la registrazione al programma. Fatto questo bisogna salvare le proprie carte e app di pagamento e scegliere quali attivare per partecipare al Cashback. In ogni momento si possono aggiungerne di nuove o disattivare alcune.

All’interno della sezione Portafoglio dell’app IO potrete visualizzare lo storico delle transazioni effettuate e il dettaglio di ognuna, il riepiologo dei rimborsi di cui si ha diritto fino a quel momento e la propria posizione in classifica per il Super Cashback.

E’ comunque possibile accedere al Cashback anche attraverso canali alternativi all’app IO:

  • App BancoPosta
  • App PostePay
  • App Sella
  • Bancomat Pay
  • Buddybank
  • Enel X Pay
  • Flowe
  • Hype
  • Nexi Pay
  • Satispay
  • Unicredit
  • Yap

Apple Pay Cashback: come ottenere il rimborso di Stato con Apple

All’interno dell’app IO è possibile salvare diversi metodi di pagamento. Teoricamente si potrebbero registrare anche app di pagamento come Apple Pay ma ad oggi (23/3/21) tale funzione non è stata ancora implementata. “Apple Pay e Google Pay sono in arrivo”, si assicura sul sito dell’app IO. Al momento quindi non si può ancora pagare tramite smartphone o smatwatch e ottenere il rimborso sugli acquisti ma si può registrare la propria carta fisica già associata alla piattaforma contacless di Apple.

Siamo spiacenti, al momento non puoi pagare su IO con questo metodo. Nel frattempo puoi aggiungere le carte al Portafoglio di IO. – si legge nella sezione dedicata ad Apple Pay – Non puoi abilitare il Cashback su IO. Stiamo lavorando per supportare le transazioni effettuate tramite smartphone. Nel frattempo, usa la tua carta fisica per accumulare Cashback!“.

Attualmente le carte abilitate da PagoPA S.p.A., società incaricata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze per la gestione della piattaforma tecnologica per il Cashback, sono le seguenti:

  • American Express
  • Maestro
  • Postamat
  • V-Pay
  • Diners
  • Mastercard
  • Visa
  • Carte dei supermercati
  • JCB
  • PagoBancomat
  • Visa Electron

Commenti Facebook: