Apple musica: arriva lo streaming

Ormai da tempo non è più un segreto: Apple è al lavoro su un servizio di streaming musicale, basato su Beats Music, per sfidare Spotify, Rhapsody, Rdio e gli altri colossi del settore. Per farlo si è affidata a due autentici mostri sacri del music business, Trent Reznor (cuore e cervello dei Nine Inch Nails, nonché già a capo dell’ufficio creativo di Beats) e Jimmy Iovine, co-fondatore di Beats, presidente della Interscope Geffen A&M e produttore di U2, Tom Petty, Dire Straits e Patti Smith.

Apple-Music
Il prezzo mensile del nuovo servizio sarà probabilmente in linea con Spotify e il resto della concorrenza

Come sarà il nuovo servizio Apple musica

Secondo quanto rivelato dal New York Times, Reznor e Iovine sono stati messi a capo del progetto, ma sarà soprattutto il secondo a guidarne la creazione; una demo girerebbe già sulla versione interna di iOS 8.4. Ancora non si conosce né il nome né le caratteristiche del servizio, se non che offrirà con tutta probabilità playlist made in Apple e sarà molto interessante dal punto di vista visivo.

Inoltre alcune caratteristiche di Beats Music  il servizio di musica streaming elaborato da Beats, la società di Iovine e Dr. Dre acquistata da Apple lo scorso anno per 3 miliardi di dollari – saranno sicuramente riprese e migliorate.

Quanto costerà lo streaming Apple e perché sceglierlo

A quanto pare, però, non costerà meno della concorrenza. L’obiettivo di Apple era quello di far pagare 7,99 dollari al mese, ma in seguito a resistenze delle case discografiche il prezzo sarà probabilmente di 9,99 dollari al mese, in linea con Spotify, senza prevedere una versione gratuita.
Confronta le offerte telefonia mobile
Perché scegliere il nuovo servizio di Apple, quindi? Di sicuro ci sarà una perfetta integrazione con gli altri dispositivi di Cupertino, quindi iPhone, iPad e Mac, e si cercherà di ottenere esclusive dai musicisti che stanno abbandonando Spotify, come Taylor Swift. Inoltre l’idea è puntare sui mercati regionali e locali, anche investendo nelle stazioni radio.

Quando debutterà lo streaming di Apple

Secondo le indiscrezioni, la musica in streaming made in Cupertino dovrebbe venire presentata in occasione della prossima WWDC, la Worldwide Developers Conference rivolta agli sviluppatori che si tiene ogni anno ai primi di giugno.

Dopo aver rivoluzionato il mondo della musica digitale con iTunes, Apple ha già lanciato un servizio di sincronizzazione musicale, iTunes Match, che per il prezzo annuale di 24,99 euro permette di mantenere sincronizzate le diverse librerie musicali su diversi dispositivi Apple, come iPad, iPhone e Mac; la funzione è presente anche in Italia dal 30 aprile 2012. Molto meno fortunato, invece, è stato il servizio di social network musicale introdotto nel 2010, Ping, che è stato chiuso per lo scarso successo a partire dal 30 settembre del 2012.

Commenti Facebook: