App videoludiche scaricabili dal web: nuova istruttoria dell’Antitrust

L’Antitrust ha avviato un’istruttoria nei confronti di insieme di società che sviluppano o pubblicano delle app di videogiochi scaricabili da Internet, in relazione alla presunta gratuità di conseguimento di tali applicativi, che invece – successivamente – richiedono ulteriori acquisti per poter continuare a giocare.

L'Antitrust apre istruttoria sul settore delle app videoludiche
L'Antitrust apre istruttoria sul settore delle app videoludiche

A finire nel mirino dell’Autorità sarebbero state due società del gruppo Google, iTunes, la divisione di Apple che gestisce gli iTunes store in Europa, Amazon, Gameloft: nei confronti di costoro, il procedimento aperto dovrà verificare se tali comportamenti costituiscono delle pratiche commercialmente scorrette, visto e considerato che i consumatori potrebbero essere indotti a ritenere che – contrariamente al vero – il gioco non sarebbe del tutto gratuito.

Confronta le offerte Internet mobile

Secondo le presunzioni dell’Autorità, ora tutte da verificare, i consumatori potrebbero in altri termini essere convinti del fatto che il gioco sia totalmente gratuito, procedendo quindi al download mediante Internet mobile senza essere posti preventivamente in piena conoscenza degli effettivi costi dello stesso.

L’Authority valuterà inoltre se vengono confermate le carenze informative circa gli strumenti che servirebbero ad escludere o limitare la possibilità di acquisti all’interno dell’app, e le relative modalità di attivazione.

Commenti Facebook: