App per risparmiare sull’affitto

Il mondo della tecnologia apre le porte alla comodità e ai vantaggi per i cittadini che sanno approfittare dello smartphone in maniera saggia. Tra queste opportunità c’è quella di poter risparmiare sull’affitto soprattutto in caso di turismo. Tra tutte spiccano app per la prenotazione di un posto letto in stile bed and breakfast con un netto risparmio. Vediamo come funziona e che tipo di utilizzo se ne può fare.

app affitto
Le App possono essere sfruttate per risparmiare sull'affitto. Ecco come

Di app che promettono di risparmiare ce ne sono a decine se non centinaia. Tutte promettono di risparmiare denaro e tempo approfittando dei tanti vantaggi proposti dall’uso delle tecnologie. Dall’uso dell’home banking attraverso il quale emettere bonifici a costo zero, passando dalle app per trovare offerte sulla spesa, a quelle per condividere posti auto abbattendo costi di trasporto, la lista sarebbe ancora lunga. Tra tutte spiccano quelle destinate ai turisti che possono abbattere i costi di affitto.

Posti letto low cost grazie alle App

Uno dei più noti servizi che negli ultimi anni si è imposto specialmente tra i giovani turisti è AirBnb. Si tratta di una piattaforma, ovviamente dotata di sua App compatibile con Android ed iPhone che permette a qualsiasi privato che voglia offrire una stanza di un appartamento a turisti di farsi conoscere e guadagnare qualche euro. Dall’altra parte, il turista può rintracciare un posto letto, ma anche un intero appartamento o abitazione, specialmente in luoghi turistici, ad un prezzo solitamente molto più basso che un bed and breakfast standard o un albergo.

Esistono delle limitazioni sul suo utilizzo, che non può ovviamente essere di tipo professionale. In tal caso servono l’accettazione di regolamenti comunali e non solo, oltre che naturalmente il pagamento delle relative tasse. Proprio per questo motivo, il servizio, è molto contestato. Ma esiste in tutto il mondo e non è illegale.

Per usufruire di questa App in autonomia così come qualsiasi altra è necessario avere a disposizione una connessione dati sullo smartphone. Per questo motivo è suggerito trovare buone tariffe cellulari che includano anche il traffico internet. Solo in questo modo si può avere l’autonomia, nel caso si sia dalla parte del proprietario di casa, di ricevere le prenotazioni e poter rispondere alle richieste in tempo quasi reale.

Posti letto ma anche condivisione, è CouchSurfing

Ulteriore app molto utilizzata per rintracciare possibilità di risparmiare sull’affitto c’è CouchSurfing. Quasi una filosofia di viaggio (anche in questo caso) più che semplice app. La piattaforma permette di aprire le porte di casa a viaggiatori che allieteranno con le loro storie e le loro esperienze la quotidianità. In questo caso non è previsto un pagamento. L’ospitalità in questo caso non ha alcun ritorno economico. E’ la condivisione e lo spirito di solidarietà tra persone che spinge ad usare questo sistema. Ovviamente a favore offerto corrisponde nella maggior parte dei casi un favore restituito. Ecco che così si può contare, passo dopo passo, in un appoggio in giro per il mondo.

Il sistema è molto utilizzato in Europa ma anche fuori dai confini del continente. Ovviamente va usato con cautela. Un sistema di feedback permette di vagliare le proposte di ospitalità, vedere foto e scambiare messaggi così da instaurare un minimo rapporto prima dell’incontro di persona.  Aspetto positivo di CouchSurfing è rappresentato anche dalla possibilità di utilizzo per rintracciare persone disposte a passare del tempo con il viaggiatore, condividendo un caffè o una birra entrando in contatto con le abitudini locali. Un modo di viaggiare “profondo” ed innovativo che si fa apprezzare dai più giovani e non solo.

Commenti Facebook: