Ancora aumenti benzina e diesel: punte di oltre 1,9 euro al litro per la verde

Proseguono gli aumenti del carburante e la soglia (non solo psicologica) dei 2 euro al litro si fa sempre più vicina e concreta: secondo i dati raccolti dal monitoraggio di Staffetta Quotidiana, i maggiori gruppi petroliferi hanno ritoccato al rialzo in queste ore i costi della benzina e del diesel.

Ecco, quindi, quali sono gli aumenti registrati:

  • ENI: la verde e il diesel aumentano di 0,5 centesimi;
  • ESSO: ritoccato di 0,5 cent (ovviamente verso l’alto) il costo della benzina;
  • SHELL: aumentano di 1 centesimo sia la benzina che il gasolio;
  • TAMOIL: la verde segna un aumento di 0,9 centesimi;
  • TOTALERG: +0,7 centesimi per la benzine verde;
  • anche tra i distributori NO LOGO si registra un aumento generalizzato, sia per la verde che per il diesel.

In alcune zone della penisola, secondo i dati diffusi da Quotidiano Energia, si sono registrati costi record di 1,965 euro al litro per la benzine verde e di 1,8 euro al litro per il diesel. Con gli ultimi aumenti del carburante crescono inesorabilmente i prezzi medi nazionali: il diesel arriva a 1,769 euro, mentre la verde si attesta ormai a 1,859 euro.

Commenti Facebook: