Analisi LinkedIn pessimista sul futuro dell’Italia

Nel suo Economic Confidence Outlook, LinkedIn traccia un profilo non proprio ottimale del futuro a breve termine dell’Italia, Paese che – secondo quanto emerge dall’analisi – non attirerebbe molti scommettitori favorevoli.

Una ricerca LinkedIn manifesta pessimismo su economia italiana
Una ricerca LinkedIn manifesta pessimismo su economia italiana

Dall’osservazione – compiuta “indagando” le abitudini e i pensieri di circa 14 mila dirigenti – emerge che il 49% dei manager italiani sostiene che l’economia globale subirà un miglioramento nel corso dei prossimi sei mesi. Un miglioramento che, tuttavia, riguarderà solo in parte il tricolore, considerato che solo il 39% (- 10 punti rispetto all’osservazione mondiale) stima che a migliorare sarà anche il Pil del BelPaese. Ancora, il 22% dei dirigenti italiani ritiene che il personale della propria azienda subirà una riduzione nel corso dei prossimi 12 mesi.

Confronta le tariffe ADSL»

Se l’ottimismo non sembra essere di casa in Italia, lo stesso non si può certamente dire per altri mercati del vecchio Continente, evidentemente fiduciosi sui prossimi anni. I dirigenti di Regno Unito (75%), Olanda (68%) e Spagna (59%), contattati su internet da LinkedIn, si dimostrano quelli più fiduciosi nel confidare che l’economia del proprio paese di appartenenza possa subire un miglioramento, invertendo la spirale negativa della crisi dell’Eurozona, anche attraverso le assunzioni nelle proprie aziende.

Il top mondiale si raggiunge comunque in Asia, con India (64%) e Cina (55%) a trainare le assunzioni del futuro.

Commenti Facebook: