Alla scoperta di 8, il social network che condivide gli incassi

Si chiama 8, è un nuovo social network e, soprattutto, è una community che ha introdotto un modello di business piuttosto innovativo che punta a remunerare la partecipazione degli utenti che postano foto, link, segnalazioni, testi, video e tanto altro ancora. Ma come funziona? E con quali obiettivi?

Come funziona 8, il nuovo social network
Come funziona 8, il nuovo social network

Come funziona 8

Il funzionamento di 8 è piuttosto semplice. L’utente dovrà accettare di visualizzare le pubblicità dei brand che preferisce: accettando l’ads dei marchi indicati, riceverà l’80% del ricavato sui guadagni prodotti dall’advertising sui propri contenuti.

Confronta offerte Internet mobile

Attualmente il social network è ancora in fase beta online e, secondo quanto suggerisce il Wall Street Journal, presto sbarcherà sull’app store, garantendo dunque una migliore fruizione sui dispositivi di Internet mobile.  Realizzato da Sue Fennessy e Beth Haggerty, il social network sembra altresì rivestire un lato ancora più “buono”: 8 permetterà infatti di donare una parte del ricavato in beneficenza. Rimane naturalmente da comprendere quanto possa essere realmente redditizio il social network rispetto ad altre forme di condivisione dei guadagni determinati dalla pubblicità.

Ad ogni modo, i primi passi verso un futuro soddisfacente sembrano essere già stati compiuti. Il prodotto di Fennessy e Haggerty ha già raccolto 4,5 milioni di euro: non certamente un fondo sufficiente per pensare in grandissimo, ma quanto necessario per potersi garantire un pronto sviluppo e lancio del prodotto. Non solo: i fondatori sono ora alla ricerca di una nuova sessione di reperimento fondi che, sostengono i rumors, dovrebbe avere un esito ancora più soddisfacente del primo round.

L’impressione più sostanziale è che il futuro di 8 possa decidersi nei prossimi trimestri. Affinché il social network possa garantirsi una buona fortuna prossima, è naturalmente fondamentale che possa espandere in tempi rapidi la platea degli utenti, e quella dei brand paganti. Un obiettivo sicuramente sfidante, che tuttavia potrebbe non esser così utopistica come alcuni pessimisti ipotizzano: la società ha infatti già ottenuto alcuni contratti per la trasmissione di messaggi pubblicitari all’interno della propria community (in verità, sottolinea il Wall Street Journal, non tutti paganti nei confronti degli utenti).

Al di là di ciò, non ci resta che consultare con particolare curiosità cosa accadrà all’interno di 8. Il panorama dei social network è già sufficientemente ricco, ma il modello di business imposto dalla creatura di Fennessy & co. potrebbe comunque ritagliarsi un gradevole spazio nel già ricco e popoloso mondo delle community online. Voi che ne pensate? Utilizzereste un social network con una maggiore impronta pubblicitaria, in cambio di una piccola remunerazione?

Commenti Facebook: