Aggiornamento bollette: nuovo taglio sull’energia elettrica e il gas

L’Autorità per l’energia ha appena annunciato le ultime decisioni riguardanti i prezzi di riferimento dell’energia elettrica e il gas per il prossimo trimestre per i clienti in maggior tutela. In particolare, è stato deciso un nuovo taglio, pari a -0,5% sull’energia elettrica e -1% sul gas, con risparmi complessivi per 65 euro su base annua per una famiglia tipo.

taglio bollette luce e gas
Nuovo taglio sulle bollette della luce e il gas per il prossimo trimestre

Come ogni tre mesi, l’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico (AEEGSI) ha aggiornato le bollette luce e gas, in particolare modificando il prezzo di riferimento per l’energia e il gas per il servizio a maggior tutela.

Questo trimestre è stato deciso un nuovo taglio, seppur di leggera entità, pari a –0,5% sull’energia elettrica e -1% sul gas. La nuova riduzione si traduce in un risparmio di 65 euro complessivamente per una famiglia tipo.

In particolare, spiega l’Autorità, la spesa per la famiglia-tipo (1° ottobre 2014- 30 settembre 2015) per l’energia elettrica sarà di circa 506 euro, con una flessione del -1,6% rispetto lo stesso periodo dell’anno precedente (1 ottobre 2013- 30 settembre 2014), che significa un risparmio di 8 euro. Per il gas naturale, la spesa della famiglia tipo per lo stesso periodo si aggirerà intorno ai 1.135 euro, con un calo del -4,8%, che si corrisponde a un risparmio di circa 57 euro.

Confronta Tariffe Energia Elettrica

Continua la discesa del prezzo dell’energia e il gas

Ricordiamo che quest’anno i prezzi di riferimento per le bollette luce e gas delle famiglie in maggior tutela sono statti toccati all’ingiù altre due volte; a gennaio, l’energia elettrica ha subito un taglio del 3% e il gas un leggero adeguamento (-0,3%), mentre ad aprile l’AEEGSI ha ridotto il prezzo dell’energia dell‘1,1% e del gas del 3,8%. Durante l’ultimo aggiornamento dell’anno scorso, invece, ad ottobre 2014 entrambi i servizi avevano subito un aumento (gas +5,4% e luce +1,7%).

Le modifiche che stabilisce ogni tre mesi l’Autorità, ricordiamo, riguardano in maniera diretta i clienti in maggior tutela, che pagano una tariffa indicizzata ai prezzi decisi dall’AEEGSI. Tuttavia, anche le società del mercato libero modificano le loro proposte in funzione delle decisioni dell’Autorità, per riuscire a offrire tariffe energia elettrica e gas sempre competitive, che consentano agli utenti di risparmiare cambiando fornitore.

Conviene il mercato libero della luce e il gas?

Per pagare bollette più leggere però è fondamentale cambiare fornitore con una relativa frequenza. Come succede negli altri mercati liberalizzati, come ad esempio quello della telefonia mobile, le proposte attivate qualche anno fa sono sempre più costose rispetto le attuali offerte, perché la maggior concorrenza spinge alle compagnie a tagliare i loro prezzi.

In questa maniera, così come non avete più quel piano telefonico che avevate attivato nel 2010 perché adesso sarebbe molto sconveniente, lo stesso ragionamento vale per l’energia elettrica e il gas. Chi è nel mercato libero perché ha cambiato il proprio fornitore anni fa, quasi sicuramente oggi paga di più che un cliente in maggior tutela, perché l’Autorità sta portando avanti una riforma dei prezzi, riuscendo a ridurli quasi ogni trimestre.

Per questo motivo, consigliamo al lettore di valutare le offerte gas e luce del mercato libero, considerando che le proposte attuali propongono prezzi più bassi rispetto alla maggior tutela, che consentono in certi casi di tagliare fino al 12% delle bollette su base annua.

Per maggiori informazioni sulle proposte attuali per l’energia e il gas, rimandiamo ai comparatori di SosTariffe.it
Confronta Tariffe Gas

Commenti Facebook: