AGCOM multa ancora gli operatori

Nuove multe da parte di AGCOM nei confronti dei maggiori operatori nazionali:l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha stabilito una multa di 58.000,00 euro, per ciascuno, verso i gestori Vodafone Omnitel, Tiscali, Opitel e Ominetwork.

La sanzione è stata emanata per non aver fornito, nelle condizioni generali di contratto e nei propri siti, le informazioni per quanto riguarda le caratteristiche dell’offerta dei servizi di accesso internet dalle postazioni fisse.

A Noatel inflitte multe per varie violazioni per un totale di 696.000,00 euro. Le violazioni riguarderebbero il sovraprezzo per l’utilizzo di numerazioni per la fornitura di servizi in maniera non conforme da quanto previsto dal Piano di numerazione nazionale.

Sanzione per un totale di 174.000,00 euro a Telecom Italia, in merito a due violazioni che consisterebbero nell’aver disattivato servizi senza nessuna richiesta e per l’interruzione del processo di portabilità del numero verso un altro operatore.

Multa da 72.303,00 euro per H3G per non aver risposto ai reclami degli utenti mentre all’operatore BT Italia è stata comminata una multa di 30.000,00 euro per la mancata fornitura delle informazioni richieste dall’Autorità.

Infine, 10.329,00 euro al gestore Flynet per la mancata comunicazione dei resoconti semestrali e annuali relativi alla qualità del servizio erogato.

da parte di AGCOM nei confronti dei maggiori operatori nazionali:l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha stabilito una multa di 58.000,00 euro, per ciascuno, verso i gestori Vodafone Omnitel, Tiscali, Opitel e Ominetwork.

La sanzione è stata emanata per non aver fornito, nelle condizioni generali di contratto e nei propri siti, le informazioni per quanto riguarda le caratteristiche dell’offerta dei servizi di accesso internet dalle postazioni fisse.

A Noatel inflitte multe per varie violazioni per un totale di 696.000,00 euro. Le violazioni riguarderebbero il sovraprezzo per l’utilizzo di numerazioni per la fornitura di servizi in maniera non conforme da quanto previsto dal Piano di numerazione nazionale.

Sanzione per un totale di 174.000,00 euro a Telecom Italia, in merito a due violazioni che consisterebbero nell’aver disattivato servizi senza nessuna richiesta e per l’interruzione del processo di portabilità del numero verso un altro operatore.

Multa da 72.303,00 euro per H3G per non aver risposto ai reclami degli utenti mentre all’operatore BT Italia è stata comminata una multa di 30.000,00 euro per la mancata fornitura delle informazioni richieste dall’Autorità.

Infine, 10.329,00 euro al gestore Flynet per la mancata comunicazione dei resoconti semestrali e annuali relativi alla qualità del servizio erogato.

Commenti Facebook: