Aerei, trasporto pubblico, avvocati: gli scioperi di gennaio 2014

Il 2014 inizia con cattive notizie per chi si deve spostare con i mezzi pubblici o in aereo: molti scioperi in vista a gennaio, ma agitazioni anche nel settore delle telecomunicazioni e tra gli avvocati.

Un aereo di EasyJet
Agitazioni e interruzioni di servizio in questo inizio d'anno, soprattutto per i trasporti

7 gennaio. Prevista la protesta dei lavoratori di Telecom Italia che aderiscono a Cisal-comunicazione e Snater; l’ultima ora del turno della divisione Caring verrà saltata fino al 31 del mese, mentre il personale Open Access (eccezion fatta per Roma e Lazio) salterà le prime due ore del turno.

8 gennaio. Rinviato in extremis lo sciopero dei lavoratori dell’Enav indetto dall’Anpcat e previsto per questa giornata, che avrà luogo invece il prossimo 21 febbraio dalle ore 13.00 alle 17.00.

9 gennaio. Anche l’Usb Lavoro Privato proclama la sua protesta nel settore aereo, coinvolgendo il personale Sea e Sea Handling dalle 10.00 alle 14.00 negli aeroporti di Malpensa e Linate.

13 gennaio. Protestano gli avvocati: astensione dalle udienze e dalle attività giudiziarie sino al 15 gennaio nello sciopero proclamato dall’Unione camere penali italiane.

18 gennaio. In sciopero (proclamato dall’Avia) il personale navigante di cagina di Easyjet, dalle 12:00 alle 16:00. Nelle stesse ore sciopereranno anche i dipendenti Sea e Sea Handling che aderiscono a Cub-Trasporti.

24 gennaio. Incrociano le braccia gli operatori del trasporto pubblico locale in uno sciopero proclamato dall’Usb Lavoro Privato, per 24 ore, con diverse modalità territoriali e il rispetto assicurato per le fasce di garanzia.

29 gennaio. Filt-Cgil ha indetto per questa giornata lo sciopero del personale di terra e di volo del Gruppo Meridiana, per ventiquattro ore. Identico stop anche per il personale navigante di Meridiana che aderisce all’Usb-Lavoro privato.

Commenti Facebook: