ADSL Tiscali unico servizio “italiano”

È ancora molto fresca la notizia dell’accordo tra Telecom e Telefonica: un’intesa che farà nascere un colosso telefonico di respiro internazionale, e che ha indotto il provider sardo Tiscali a ricordare come in effetti, solamente i propri servizi possono definirsi italiani al 100%.

Tiscali: l'unico provider rimasto italiano?
Tiscali: l'unico provider rimasto italiano?

Fondata nel 1998 a Cagliari da Renato Soru in seguito alla liberalizzazione del mercato telefonico italiano, Tiscali è stato tra i precursori del free internet in Italia. Oggi l’azienda ha più di 1.000 dipendenti e, pur mantenendo il proprio quartier generale nel capoluogo sardo, ha un approccio multi territoriale e multi settoriale. E il resto dei provider?

Secondo quanto affermava Tiscali Economia, Telecom è oramai destinata a intraprendere una strada decisamente iberica, mentre Tre Italia apparterrebbe alla multinazionale cinese Hutchison Whampoa, il più grande gruppo di telefonia mobile al mondo per numero di clienti in Umts, e primo operatore a lanciare tale tecnologia nel vecchio Continente.

Scopri le offerte Tiscali ADSL

Vodafone Italia, originatasi con Omnitel, presto sarà interamente britannica. Lo scorso 2 settembre 2013 è infatti stato siglato un accordo con il quale Verizon Communications acquisterà la partecipazione del 45% di Vodafone per 130 miliardi di dollari. In seguito a tale accordo Vodafone acquisterà l’altro 23% in mano di Verizon in Vodafone Italia che, entro il 2013, sarà interamente della capogruppo.

E Wind? Wind Telecomunicazioni è partecipata al 100% dalla VimpelCom in seguito a un accordo siglato il 4 ottobre 2010, e con il quale l’operatore russo annunciava la fusione con la Weather Investments.

Commenti Facebook: