Adsl Telecom, 300 centrali potenziate per le nuove attivazioni

Telecom Italia annuncia che, entro fine 2010, potenzierà 300 centrali telefoniche per migliorare i servizi di connettività Internet a banda larga con tecnologia ADSL, le stesse che erano state “chiuse” perchè sature.

La misura cautelativa era stata adottata su circa 500 centrali in totale per evitare un preoccupante rallentamento delle prestazioni delle connessioni.

centrale-telecom

Grazie ai nuovi investimenti, sarà possibile accedere alle centrali e attivare nuove offerte ADSL in Unbundling Local Loop (ULL) o in Wholesale (WS) e in tale modo gli operatori concorrenti potranno vendere direttamente ai clienti finali le soluzioni di connettività internet.

L’approvazione dell’operazione arriva dall’organo di vigilanza sulla parità di accesso alla rete che ha chiuso la pratica pendente nei confronti di Telecom Italia, avviata dopo le proteste di Vodafone, Wind/Infostrada, Fastweb e BtItalia: la chiusura delle centrali era infatti avvenuta senza preavviso e non erano stati forniti sufficienti dati in merito alla saturazione delle centrali.

Arriva quindi il semaforo, che permette di conoscere l’effettivo livello di congestione: Telecom segnala, nel proprio sistema informatico accessibile a tutti i concorrenti che effettuano rivendita sulla rete, il livello di saturazione attraverso delle “luci” verdi gialle e rosse.

lia annuncia che, entro fine 2010, potenzierà 300 centrali telefoniche per migliorare i servizi di connettività Internet a banda larga con tecnologia ADSL, le stesse che erano state “chiuse” perchè sature.

La misura cautelativa era stata adottata su circa 500 centrali in totale per evitare un preoccupante rallentamento delle prestazioni delle connessioni.

centrale-telecom

Grazie ai nuovi investimenti, sarà possibile accedere alle centrali e attivare nuove offerte ADSL in Unbundling Local Loop (ULL) o in Wholesale (WS) e in tale modo gli operatori concorrenti potranno vendere direttamente ai clienti finali le soluzioni di connettività internet.

L’approvazione dell’operazione arriva dall’organo di vigilanza sulla parità di accesso alla rete che ha chiuso la pratica pendente nei confronti di Telecom Italia, avviata dopo le proteste di Vodafone, Wind/Infostrada, Fastweb e BtItalia: la chiusura delle centrali era infatti avvenuta senza preavviso e non erano stati forniti sufficienti dati in merito alla saturazione delle centrali.

Arriva quindi il semaforo, che permette di conoscere l’effettivo livello di congestione: Telecom segnala, nel proprio sistema informatico accessibile a tutti i concorrenti che effettuano rivendita sulla rete, il livello di saturazione attraverso delle “luci” verdi gialle e rosse.

Commenti Facebook: