Acquisto in leasing della casa: vantaggi e svantaggi

Le formule di acquisto in leasing della casa (simili al contratto di rent-to buy) si sono consolidate nella prassi già da molti anni a causa delle difficoltà incontrate da famiglie e giovani coppie a stipulare il mutuo. Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di pagare casa con le rate d'affitto? Conviene rinunciare al mutuo? Di seguito l'approfondimento e le risposte in tema di locazione immobiliare.

Acquisto in leasing della casa: vantaggi e svantaggi
Richiedi un preventivo per il tuo prestito

Accedere al mutuo non è sempre facile, specialmente per chi ha già prestiti sulle spalle, o non dispone di lavoro stabile, buste paga e garanti. Mai pensato di acquistare in leasing la casa dei vostri sogni? La risposta delle giovani coppie e delle famiglie alla mancata concessione di mutui ha preso la forma in questi anni di contratti speciali, che prendono il nome talvolta di rent-to-buy, affitto con riscatto, affitto con opzione d’acquisto, e ancora vendita a rate con patto di riservato dominio anziché locazione con preliminare trascritto e locazione con patto di futura vendita.

Un’idea superficiale rispetto alle citate tipologie di accordi, può far pensare all’assoluta convenienza dell’acquisto di immobili mediante affitto rispetto alla sottoscrizione di un mutuo. In realtà esistono vantaggi e svantaggi del leasing casa, di seguito illustrati:

  • chi sottoscrive il mutuo bancario subisce di norma l’iscrizione dell’ipoteca, che comporta in caso di inadempimento di diverse rate la restituzione alla banca dell’immobile a mezzo di esecuzione forzata. Non tutti sanno che anche nelle forme di rent-to-buy e di vendita a rate con patto di riservato domino (come nelle altre forme locatizie), se al termine stabilito il conduttore non versa la rata finale (spesso una maxi-rata) dovrà restituire l’immobile perdendone il possesso (e sopratutto non acquistandone la proprietà);
  • non trattandosi di locazione pura, ma di locazione finalizzata alla vendita, le rate formulate dal locatore (di solito un costruttore) sono più alte della media calcolata per un normale affitto (ex. 600 Euro contro 1200 Euro). Bisogna tener conto inoltre che il leasing immobiliare ha durata inferiore rispetto al mutuo. Ciò si traduce nel fatto che l’aspirante acquirente dovrà coprire rate molto alte, ogni mese, per circa 5 anni (il tutto proporzionato al prezzo finale dell’immobile);
  • Fra i vantaggi delle forme locatizie vi è la possibilità di sospendere il pagamento della rata, ma per una sola volta, possibilità concessa anche dai più vantaggiosi mutui bancari ma in diversi momenti. I mutui bancari attuali, applicano interessi bassi e spread ai minimi, e vengono incontro alle esigenze dei consumatori proponendo condizioni flessibili. Per visualizzare le ultime promozioni mutuo e le occasioni di surroga (cambio banca per risparmiare) utilizza il motore di ricerca offerto da SosTariffe.it.

Confronta offerte mutuo »

Leasing casa: le novità 2016

Il leasing immobiliare è stato normatizzato dal legislatore in un emendamento alla legge di stabilità 2016. Con la locazione finanziaria, attivabile per 5 anni (dal 2016 al 2020) la banca o l’intermediario si obbligano ad acquistare o far costruire l’immobile, su scelta e indicazione dell’utilizzatore che pagherà un canone di affitto per un periodo di tempo. Alla scadenza del contratto l’utilizzatore potrà riscattare la casa ad un prezzo prestabilito.

Quali sono gli aspetti negativi? Come per ogni inadempimento, se la risoluzione del contratto è attribuibile alla colpa dell’utilizzatore, il concedente avrà diritto alla restituzione del bene. Come si accennava, in caso di difficoltà finanziarie, la rata potrà essere sospesa una sola volta e per massimo un anno (a differenza dei mutui che possono essere sospesi più volte).

mutui casa

Quali sono le agevolazioni previste per il leasing casa? L’Iva per l’acquisto di un immobile ad uso abitativo presso costruttori potrà esser scontata per il 50% dall’Irpef dell’acquirente, ripartendo la detrazione in 10 quote annuali costanti. L’agevolazione sull’imposta di registrazione contratto invece, si applica nella misura dell’1,5% per gli atti di trasferimento nei confronti di banche ed intermediari che esercitano attività di leasing finanziario di abitazioni non “di lusso” e per gli atti relativi alle cessioni, da parte degli utilizzatori, di contratti di locazione finanziaria relativi a immobili “non di lusso”.
Confronta mutui bancari »
I giovani fino ai 35 anni con reddito fino a 55mila Euro che stipuleranno un leasing immobiliare infine, potranno ottenere una detrazione fiscale del 19% fino a un massimo di 8mila euro annui. Per favorire il riscatto finale dell’immobile, l’emendamento prevede una detrazione del 19% sulla maxi rata finale per l’acquisto del bene, per un importo non superiore a 20mila euro (i benefici si applicano per importi e percentuali dimezzate anche ai soggetti over 35).