Abi, i prestiti a febbraio superano la raccolta

Secondo l’ultimo rapporto mensile Abi, a febbraio 2014 i prestiti erogati dalle banche in Italia hanno oltrepassato l’ammontare complessivo della raccolta: 1.855 miliardi di euro contro 1.717 miliardi. Cresce la rischiosità dei prestiti: a gennaio 2014 le sofferenze nette sono risultate 80,5 mld, le lorde 160,4 mld, mentre il rapporto sofferenze nette su impieghi totali è stata del 4,38% a gennaio 2014 (contro 3,37% a gennaio 2013 e 0,86%, nel periodo pre-crisi).

in calo il tasso interesse mutuo e prestiti
Cresce la raccolta mentre calano i tassi d'interesse per i finanziamenti
Richiedi un preventivo per il tuo prestito

Stando ai dati dell’ultimo Rapporto mensile dell’Abi, a febbraio 2014 i prestiti erogati hanno oltrepassato l’ammontare complessivo della raccolta (1.855 miliardi contro 1.717 miliardi di euro).

Nel nostro Paese crolla, su base annua, la raccolta a medio e lungo termine ovvero tramite obbligazioni, che si è attestata a -9,4% a febbraio 2014, segnando un calo su base annua di circa 53 miliardi di euro. Questo penalizza ancora l’erogazione dei prestiti a medio e lungo termine. I depositi invece aumentano di circa 13,5 mld di euro a febbraio 2014 rispetto allo stesso periodo del 2013 (su base annua, +1,1% a febbraio 2014 contro +2,3% di gennaio 2014).

Il mese scorso è rimasta piuttosto stabile la dinamica dei prestiti; complessivamente si registrato un’ulteriore attenuazione della variazione negativa su base annua (-3% dal -4,5% del novembre 2013). Anche i prestiti a famiglie e imprese secondo i dati Abi si posizionano sul -2,9% come variazione annua a febbraio 2014, era -2,3% a gennaio 2014 e -4% a dicembre 2013.

In Italia i tassi di interesse sui prestiti rimangono su livelli storicamente molto bassi: a febbraio 20141 il tasso medio sulle nuove operazioni di mutuo si è posizionato al 3,44% (dal 3,50% del mese precedente e segnando il valore più basso da settembre 2011; 5,72% a fine 2007); mentre quello medio per i finanziamenti alle imprese è stato pari al 3,42% (3,41% a gennaio 2014; 5,48% a fine 2007). Il tasso medio sul totale dei prestiti è stato pari al 3,89% (3,90% il mese precedente; 6,18% a fine 2007).

Per quanto riguarda invece il tasso medio sul totale della raccolta bancaria da clientela (somma di depositi, obbligazioni e pronti contro termine in euro a famiglie e società non finanziarie) a febbraio 2014 è stato dell’1,83% (1,86% a gennaio 2014; 2,89% a fine 2007).

Infine, il tasso d’interesse praticato sui depositi (conti correnti, conti depositi e certificati di deposito) si è leggermente contratto, essendo pari allo 0,93% a febbraio 2014 (contro 0,95% a gennaio 2014), mentre quello sulle obbligazioni è stato del 3,38% (3,42% a gennaio 2014), e quello sui PCT  infine è rimasto stabile all’1,73%.

Commenti Facebook: