Abbonamento YouTube

Secondo quanto affermano alcune indiscrezioni in attesa di conferma ufficiale, YouTube starebbe sperimentando e valutando la possibilità di poter avviare un nuovo servizio di diffusione di video senza pubblicità. Stando ai rumors, l’avvio del nuovo servizio potrebbe essere realizzato già entro la fine dell’anno.

YouTube valuta nuovo servizio in abbonamento
YouTube valuta nuovo servizio in abbonamento

Insomma, se le indiscrezioni dovessero trovare un briciolo di ufficialità, entro pochi mesi YouTube potrebbe dare il via libera a un servizio in abbonamento mensile che permette agli utenti di poter guardare video senza la consueta pubblicità che li precede. Stando all’indiscrezione raccolta da Bloomberg (e confermata, pur in maniera ufficiosa, da Mashable), un portavoce della compagnia avrebbe spiegato che la società è alla ricerca di un modo per “dare agli utenti più opzioni per fruire dei contenuti e ai creatori più opportunità di fare ricavi“.

La novità – non accompagnata dai costi dell’abbonamento eventuale – è stata anticipata qualche mese fa dal Wall Street Journal, che all’epoca ipotizzava una simile mossa strategica per poter contrastare ad armi pari servizi di video in streaming come Netflix e Hulu. I ricavi derivanti dagli abbonamenti verrebbero condivisi da YouTube con i creatori degli stessi filmati.

Confronta tariffe telefonia mobile

Non solo: secondo Bloomberg il servizio sarebbe talmente certo che YouTube avrebbe inviato una lettera ad un gruppo selezionato di produttori video anticipando come “creando una nuova offerta a pagamento, genereremo una nuova fonte di ricavi che andrà ad integrare la pubblicità”.

Insomma, se le valutazioni attualmente formulate non dovessero clamorosamente tramutarsi in un nulla di fatto, prenderebbe corpo un altro tassello della strategia che Google ha in mente di applicare per cercare di monetizzare YouTube, un servizio che può contare su una invidiabile platea di utenti (circa un miliardo al mese).

Oltre al tradizionale canale pubblicitario, per cercare di diversificare il suo fatturato nel novembre dello scorso mese Google ha lanciato il servizio YouTube Music Key, che permette di poter ascoltare musica in background su dispositivo di telefonia mobile o tablet, mentre si stanno utilizzando altre applicazioni, o ancora scaricare brani per poterli riascoltare, pur senza essere connessi alla rete.

Il servizio ha un costo di 9,99 euro al mese (per il momento è disponibile solo in fase beta e, pertanto, non è pienamente sperimentabile) e farà diretta concorrenza a Spotify & co.

Commenti Facebook: