A Palermo nasce lo Sportello dell’Energia

A Palermo nasce “Lo sportello dell’energia”, un progetto realizzato da sei associazioni dei consumatori con l’obiettivo di tutelare i diritti dei consumatori nelle forniture di energia elettrica e gas. Lo sportello cercherà di orientare il cittadino tra le varie tariffe luce e gas del mercato libero, spiegando vantaggi e svantaggi di ciascuna secondo il proprio profilo, così come fornire assistenza su eventuali controversie e promuovere un consumo consapevole dell’energia.

sportello energia, nuova apertura a Palermo
Nuovo sportello per la tutela dei clienti energia a Palermo

Un nuovo Sportello dell’Energia è appena nato a Palermo, gestito e promosso da 6 associazioni di consumatori: Adoc Sicilia, Federconsumatori Sicilia, Confconsumatori Sicilia, Associazione Consumatori Siciliani e La Casa del Consumatore Lega Consumatori Sicilia.

Il progetto, realizzato nell’ambito del Programma Generale di intervento 2013/2014 della Regione Siciliana e presentato ieri a Palermo, ha come obiettivo la tutela dei cittadini in materia di energia elettrica e gas.

I servizi verranno forniti presso 9 sportelli fisici, uno per ogni provincia siciliana, che saranno aperti 3 giorni a settimana, durante 3 ore al giorno.

Gli addetti allo sportello forniranno assistenza e informazioni ai consumatori sui consumi energetici e come risparmiare energia a casa, così come supporto nella gestione dei reclami e delle controversie e orientamento nella scelta della tariffa luce e/o gas del mercato libero più adeguata a seconda del proprio profilo.

Solo in Sicilia, negli ultimi 7 mesi del 2013, gli sportelli di Federconsumatori hanno fornito 1.133 consulenze: 262 (23%) consulenze online e 871 (77%) presso le sedi degli sportelli. In questo periodo, il 18% delle consulenze ha riguardato disservizi nel settore energia. Nel primo trimestre di quest’anno sono state già erogate 185 consulenze nel settore luce e gas.

Il cliente raramente ha un interlocutore fisico cui rivolgersi, tranne le società radicate nel territorio. Tutto deve passare attraverso il telefono e i call center, spesso con personale non adeguatamente formato – ha denunciato il presidente regionale di Federconsumatori, Lillo Vizzini.

Spesso l’utente, per risolvere il reclamo con il fornitore di energia e/o gas, si ritrova come unico riferimento gli sportelli delle associazioni dei consumatori. Paradossalmente, sportelli di volontari devono assistere i clienti di società con fatturati a 8/9 zeri. Non solo! Spesso le associazioni devono fare i conti con l’ostruzionismo delle società”, conclude Vizzini.

Confronta Tariffe Energia Elettrica

Commenti Facebook: