6 motivi per non comprare Guerre Stellari in formato digitale

La pubblicazione della collezione cinematografica digitale di Guerre Stellari è stata annunciata nei giorni scorsi da Walt Disney Studios, Lucasfilm e 20th Century Fox. Tutti i film della saga Star Wars sono disponibili per l’acquisto in formato digitale HD presso iTunes Store, Google Play, Chili, TIMvision, wuaki, Xbox Video e PlayStation Network. Secondo Rik Henderson di Pocket-lint, vi sono 6 motivi per cui gli appassionati del genere non dovrebbero comprare la collezione proposta in vendita presso i negozi virtuali. 

Perché non conviene comprare l’edizione digitale di Guerre Stellari
La saga di Guerre Stellari è disponibile per l’acquisto nei negozi virtuali

Non mettete mano al portafogli per comprare la collezione cinematografica digitale di Guerre Stellari. È l’invito rivolto ai consumatori da Rik Henderson, redattore in forze a Pocket-lint, secondo cui vi sono 6 motivi per cui non vale la pena acquistare i sei titoli della saga di Star Wars disponibili in molteplici negozi virtuali.

Tutti e sei i film della saga (La Minaccia Fantasma, L’Attacco dei Cloni, La Vendetta dei Sith, Una Nuova Speranza, L’Impero Colpisce Ancora, Il Ritorno dello Jedi) hanno raggiunto gli scaffali virtuali di iTunes Store, Google Play, Chili, TIMvision, wuaki, Xbox Video e PlayStation Network.

Gli appassionati del genere possono dunque comprare l’intera collezione o i singoli episodi di Guerre Stellari per visualizzare le pellicole sugli schermi di personal computer (Windows e Mac), iPhone e iPad, smartphone e tablet equipaggiati con Android, quali i modelli prodotti da Samsung, e TV collegati a set-top box, come, per esempio, Apple TV.

Confronta tariffe con iPhone incluso

Perché Henderson sconsiglia l’acquisto della collezione cinematografica digitale di Guerre Stellari?

1. Formato digitale vs Blu-ray Disc

Sebbene le tecnologie per la codifica digitale dei video abbiano fatto passi da gigante negli ultimi anni, le stesse non permettono di fruire di una esperienza utente di visualizzazione paragonabile a quella garantita dai Blu-ray Disc (BD).

È questione di spazio di archiviazione e di compressione, spiega Henderson. Un disco Blu-ray offre 25GB per lo storage dei contenuti in modalità single-layer (singolo strato) e 50GB in modalità double-layer (doppio strato). E anche se una buona parte dello spazio è occupata dai contenuti audio codificati, ai contenuti video restano non pochi GB di storage.

Si pensi, per esempio, che il Blu-ray Disc de L’Impero Colpisce Ancora “pesa” circa 40GB, mentre la versione digitale HD “pesa” 5,29GB. E in questi 5,29GB sono stipate anche le tracce Dolby surround 5.1. Maggiore è la compressione dei file video, più dettagli si perdono.

Confronta tariffe con Galaxy incluso

2. Dolby Digital surround 5.1 vs DTS-HD 6.1

Gli episodi di Guerre Stellari in formato digitale supportano il Dolby Digital surround 5.1, al pari di quelli distribuiti in Blu-ray Disc o in DVD. Soltanto i BD, tuttavia, permettono di fruire di un audio DTS-HD 6.1 (Digital Theater System).

Potrebbe trattarsi di un limite di poco conto per la gran parte degli appassionati, ma chi ha investito in un impianto di Home Cinema con supporto per la tecnologia audio DTS-HD 6.1 vorrà senza dubbio fruire della più elevata esperienza sonora possibile.

3. Prezzo

C’è una questione di prezzo, aggiunge Henderson. Presso iTunes Store, per esempio, l’intera collezione è in vendita a 69,99 euro, mentre presso Google Play ciascun episodio è proposto al prezzo di 13,99 euro. Cifre superiori a quelle richieste per altre collezioni o per altri singoli film a catalogo, persino se si guarda alle nuove uscite.

È vero che la collezione di Guerre Stellari è arricchita da materiale inedito ed extra, ma tali contenuti, secondo Henderson, non giustifica la politica commerciale adottata per il lancio della collezione medesima.

4. 4K Ultra-HD

Quando sono stati resi disponibili in DVD per la prima volta, i film della saga di Guerre Stellari sono stati codificati per supportare la tecnologia 4K. Non appena i tempi saranno maturi, le case distributrici non mancheranno di proporre una nuova collezione con supporto Ultra-HD (Ultra High Definition), sostiene Henderson.

5. Noleggio vs acquisto 

Quasi tutti i film a catalogo nei negozi virtuali di cui sopra sono disponibili sia per l’acquisto sia per il noleggio. La collezione e i singoli episodi di Guerre Stellari, invece, sono invece disponibili soltanto per l’acquisto. Noleggiare un film, di solito, comporta un impegno di spesa minore.

6. Il trailer de Il Risveglio della Forza

Una collezione bancata ai prezzi di cui sopra avrebbe dovuto contenere una versione esclusiva ed estesa del trailer de Il Risveglio della Forza, il settimo episodio della saga di Guerre Stellari, sostiene Henderson.

Per conoscenza, nelle sale italiane, Il Risveglio della Forza debutterà il 16 dicembre 2015.

Commenti Facebook: