6 consigli per cambiare gestore ADSL e risparmiare

A cosa prestare attenzione quando si decide di cambiare operatore o gestore di un’utenza? Di seguito parliamo di costi di disdetta, profili di consumo, promozioni e cambio utenza, confronto di tariffe, offerte che uniscono più servizi e altro ancora. Ecco 6 consigli per cambiare gestore ADSL e risparmiare.

cambiare gestore adsl
Cambiare gestore ADSL è fondamentale per risparmiare: ecco come farlo bene

1. Valutare i costi di disdetta

Lasciare un vecchio gestore può prevedere alcuni costi di cessazione dell’utenza. Quando si decide di cambiare operatore è necessario sempre mettere in conto, soprattutto se si lascia un servizio durante un periodo in cui è ancora in vigore una particolare promozione, alcune spese che si devono sostenere per disattivare l’utenza.

Il consiglio è quello di non cambiare provider prima del termine del periodo promozionale dell’offerta sottoscritta (esempio se si sottoscrive un’offerta ADSL con canone scontato a 2 anni meglio lasciare il provider dopo i 24 mesi). Questo soprattutto perché verrebbe meno la convenienza per la quale si è sottoscritta quell’offerta.

In ogni caso cambiare operatore è sempre conveniente dato che con le promozioni riservate ai nuovi clienti si possono risparmiare (esempio) per l’ADSL anche 400 euro ogni anno in cui il canone è scontato.

Ecco un nostro articolo riguardante i principali costi di disdetta dell’ADSL.
Migliori offerte ADSL del momento

2. Valutare il proprio profilo di consumo

Qualsiasi sia il servizio per il quale si desidera cambiare operatore è sempre necessario compiere un’attenta valutazione del proprio fabbisogno del servizio in questione. Sempre tenendo come esempio le tariffe ADSL e telefono sarà necessario capire qual è la propria abitudine al consumo in modo da non sottoscrivere offerte più costose rispetto a quello che realmente è necessario sottoscrivere.

Ad esempio:

  • profilo di consumo light: utilizzo sporadico di Internet solitamente per effettuare ricerche, controllare posta e social network. Le chiamate sono da cellulare a cellulare. In questo caso si potrebbe sottoscrivere un‘offerta internet mobile o per la telefonia mobile al posto di una tariffa ADSL con un conseguente risparmio.

Confronta offerta Internet Mobile

  • profilo frequente: si utilizza internet per informarsi, gestire utenze domestiche, social network e altro. Le chiamate sono sporadiche anche verso fissi. In questo caso si consiglia di sottoscrivere un’ADSL a 7 mega con chiamate anche a pagamento (ormai le principali offerte hanno il costo solo per le scatto alla risposta). Sottoscrivere un’offerta maggiore e con chiamate gratis potrebbe essere, infatti, inutile e dispendioso.

Offerte ADSL con chiamate con scatto

  • profilo intenso: si utilizza internet per tutto soprattutto per games o chiamate in VoIP. In questo caso il risparmio c’è sottoscrivendo l’offerta giusta che può essere quella con una velocità a 20 Mega o in fibra ottica.

Vai alle offerte ADSL veloce

Dunque sapere quanto si utilizza un servizio è essenziale anche ai fini del risparmio.

3. Cambiare soprattutto se si ha una vecchia tariffa

Se si considera che il costo medio mensile per le tariffe ADSL e telefonia senza promozioni (il canone applicato una volta finito il periodo promozionali) è di circa 47 euro, mentre il canone medio mensile durante un periodo di promozione è di circa 28 euro e se si aggiunge il fatto che il periodo promozionale nel quale il canone è scontato mediamente può durare fino 39 mesi, risulta logico che chi si ostina a non valutare un cambio di provider e rimane “fedele” al proprio provider rinuncia a circa 741 euro di risparmio totale.

Gli stessi calcoli si potrebbero fare per molti altri servizi: dunque il consiglio è quello di valutare un cambio di gestore se si è con lo stesso provider da almeno 3 anni.

4. Valutare la sottoscrizione congiunta di più servizi insieme

Tendenza recente di molti operatori che sono fornitori di più tipologia di servizi (ADSL, telefonia fissa e mobile) è quella di proporre dei pacchetti grazie ai quali con un solo canone si possono sottoscrivere più servizi. In questo modo è possibile attivare tariffe che forniscono ADSL + telefonia fissa e un altro servizio accessorio come la telefonia mobile, pay TV o TV in streaming. Secondo uno studio di SosTariffe.it queste tariffe permettono di risparmiare fino al 43% rispetto all’attivazione singola di ogni servizio.

Scopri le tariffe ADSL + TV

5. Confrontare tutte le tariffe

Dopo aver valutato il proprio profilo di consumo e individuato tutte le necessità è essenziale avere una panoramica delle tariffe che il mercato offre in modo da individuare quella più adatta anche al proprio portafoglio, valutando eventuali altri servizi o “gift” associati alla tariffa.

Per fare questo si possono utilizzare diversi strumenti online di comparazione come quello di SosTariffe.it che permette di ordinare le tariffe (per quanto riguarda l’ADSL) per costo in promozione, costo primo anno, giudizio degli utenti o velocità del provider nel caso si scelga di inserire anche il comune di residenza.

Il consiglio è quello di non soffermarsi alla tariffa più economica ma di valutare più elementi come appunto servizi o elementi aggiuntivi, ma soprattutto la copertura di ogni operatore nella propria zona di residenza. Questo può evitare spiacevoli sorprese una volta attivata la tariffa.
Fai il confronto tariffe ADSL adesso »

6. Non essere indecisi e informarsi sempre

I mercati delle tariffe di molti utenze come l’ADSL, la telefonia fissa e mobile sono mondi in continuo movimento. Una promozione valida oggi può non esserlo domani quindi se si ha l’intenzione di approfittare di una particolare promozione è utile non perdere tempo e sottoscriverla subito.

Una volta firmato il contratto si hanno comunque 14 giorni di tempo per “ripensarci” e tornare alla situazione di prima senza pagare penali di nessun genere. Inoltre rimanere informati sulle utenze anche dopo aver sottoscritto l’offerta è importante nel caso si voglia trovare nuove promozioni e continuare a risparmiare.

 

Commenti Facebook: