5G in Italia: la copertura continua a crescere e raggiunge il 95% degli italiani

A distanza di circa 2 anni dal lancio delle prime reti di nuova generazione, il 5G in Italia registra un'importante crescita della copertura. La conferma arriva dal report di EY annunciato in occasione del Digital Summit. Il lavoro da fare sulla diffusione della rete mobile di nuova generazione è però ancora lungo. Ecco i risultati diffusi da EY in merito alla copertura del 5G in Italia.

5G in Italia: la copertura continua a crescere e raggiunge il 95% degli italiani

I dati diffusi da EY in occasione del Digital Summit confermano un importante passo avanti della diffusione del 5G in Italia. Dopo due anni dal debutto delle prime reti (lanciate da TIM e Vodafone), affiancate successivamente da quelle di altri operatori (WINDTRE e Iliad), il 5G continua la sua corsa per raggiungere una copertura capillare del territorio nazionale. Ecco i dati del report di EY.

5G in Italia: la copertura raggiunge il 95% della popolazione

Secondo il recente report di EY, il 5G raggiunge il 95% della popolazione italiana. La crescita rispetto allo scorso anno è davvero elevata. Nel giugno del 2020, infatti, tale percentuale era di appena il 10% mentre a dicembre 2020 (mese in cui si è registrato il debutto delle reti Iliad e WINDTRE) si è registrata una crescita notevole, raggiungendo il 55%. Successivamente, la copertura del 5G in Italia non si è fermata ed è passata ad oltre il 90% nei mesi successivi.

Il dato evidenziato da EY va comunque considerato in modo più approfondito. La crescita della copertura è stata ottenuta grazie alla tecnologia Dynamic Spectrum Sharing (DDS) che sfrutta l’integrazione da parte delle reti 4G già esistenti con parte della tecnologia 5G. A garantire una buona crescita della diffusione del 5G è stato anche l’utilizzo delle frequenze midband della rete mobile di nuova generazione che consentono di espandere al massimo il 5G anche senza sfruttarne al massimo le potenzialità.

La crescita delle performance della rete 5G arriverà soltanto con l’adozione delle reti 5G standalone. Queste soluzioni garantiranno un notevole upgrade prestazionale e la possibilità di ottenere picchi significativi per la velocità di connessione ed una bassissima latenza della rete. Tutti questi elementi caratterizzano solo in minima parte l’attuale rete 5G italiana. Secondo le stime, per la diffusione del 5G standalone in Italia serviranno ancora molti mesi e, probabilmente, i frutti sulle performance saranno sensibili soltanto tra un anno.

Il prossimo futuro, quindi, sarà fondamentale per capire il modo in cui evolverà il settore di telefonia mobile in Italia con particolare riferimento alla diffusione della rete 5G. Le prime applicazioni sono state un successo, come confermano i dati relativi alla copertura. È necessario però effettuare un nuovo passo in avanti per garantire la diffusione delle reti 5G standalone che permetteranno di sfruttare al massimo lo standard 5G.

Le offerte 5G del momento

La crescita della diffusione del 5G (con prestazioni ancora limitate rispetto a quelli che saranno le performance reali della rete in futuro) rende sempre più interessanti le offerte 5G. Operatori come TIM, Vodafone, WINDTRE, Iliad e Fastweb presentano diverse soluzioni tariffare da sfruttare per accedere, a costi ridotti, alla nuova rete mobile. Per gli utenti, quindi, ci sono numerose opzioni da considerare per poter risparmiare ed accedere alla rete 5G.

Per ottenere un quadro completo sulle migliori tariffe del momento è possibile consultare il comparatore di SOStariffe.it per offerte telefonia mobile. La comparazione può avvenire anche tramite dispositivi mobili grazie all’App di SOStariffe.it, scaricabile su dispositivi Android ed iOS. Un gran numero di offerte, in particolare le soluzioni proposte dagli operatori virtuali, propone ancora solo l’accesso al 4G ma spesso con un canone mensile ridotto. Le 0fferte 5G, a partire da meno di 10 euro al mese, rappresentano però un riferimento già attuale del mercato.

Commenti Facebook: