5G in Italia: cresce la velocità delle reti mobili ma c'è ancora molta strada da fare

Il mercato di telefonia mobile è oramai entrato in quella che possiamo definire come "l'era del 5G". La rete mobile di nuova generazione è accessibile dal 2019 in Italia e sta diventando sempre più diffusa. La strada da percorrere per registrare un sostanziale passo in avanti delle connessioni mobili, in termini di performance reali, è ancora molto lunga, in particolare nel nostro Paese. La conferma è arrivata dal nuovo report di Open Signal che, periodicamente, monitora lo stato delle reti mobili in tutto il mondo. L'Italia è ancora molto indietro per quanto riguarda le prestazioni delle reti Internet mobile. Ecco i dettagli:

5G in Italia: cresce la velocità delle reti mobili ma c'è ancora molta strada da fare

Il 5G in Italia è disponibile dal 2019. Inizialmente caratterizzato da una copertura limitata, il 5G è stato lanciato nel nostro Paese da Vodafone e TIM. Successivamente, sul finire del 2020, la rete mobile di nuova generazione è diventata accessibile anche per i clienti WINDTRE, Fastweb e Iliad. Ogni operatore ha attuato una precisa strategia commerciale per il lancio del 5G (in alcuni casi accessibile solo con offerte e opzioni dedicate) e può contare su di una copertura ancora limitata del territorio nazionale.

Il nuovo report di Open Signal ha analizzato l’evoluzione delle connessioni Internet mobile negli ultimi anni andando a confrontare i dati di inizio 2019 (prima dell’inizio di quella che il report stesso chiama “era del 5G”) con quelli di fine 2021. Dal confronto emerge una crescita generalizzata della velocità di connessione delle reti mobili ma, contestualmente, viene confermata la difficoltà dell’Italia che registra risultati ancora mediocri, almeno in confronto ai dati raccolti da altri Paesi.

Vediamo i dati dell’indagine e, successivamente, quali sono i costi per l’accesso al 5G in Italia.

Come va la rete mobile in Italia? ecco il report di Open Signal

Secondo il recente report di Open Signal (disponibile tramite il sito ufficiale opensignal.com) la velocità media in download delle reti mobili (considerando tutte le tecnologie disponibili, 5G compreso) è passata da 19,9 Mbps, dato registrato ad inizio 2019, a 29,9 Mbps, dato relativo all’ultimo trimestre dello scorso anno. La crescita è, quindi, evidente (siamo intorno al +50% in termini di crescita prestazionale) ma ancora non sufficiente per poter consentire alle reti italiane di affiancare le migliori reti mobili mondiali e europee.

La rete mobile italiana è, infatti, ancora molto lontana, in termini di velocità in download, dalle migliori, piazzandosi al 41° posto. La classifica di Open Signal è guidata dalla Corea del Sud con un dato record di 129 Mbps (nel 2019 erano 52 Mbps). Seconda posizione per la Norvegia con 78.1 Mbps e terza posizione per l’Olanda che si ferma a 76,5 Mbps. Nella Top 10 rilevata da Open Signal troviamo diversi Paesi europei come la Svizzera, che registra un valore di 62 Mbps, la Danimarca, la Croazia e la Germania.

Le rilevazioni effettuate in quella che viene definita l’ora più lenta della giornata (quando le reti sono più congestionate) confermano la crescita dei valori della rete italiana passata da 13.8 Mbps a 20.3 Mbps. I dati, però, sono anche in questo caso molto inferiori rispetto a quelle dei migliori Paesi. Per entrare nella Top 10 sarebbe necessario raggiungere un valore medio di oltre 36 Mbps, quasi il doppio di quello fatto registrare dalle reti italiane. I dati confermano, quindi, che la crescita delle prestazioni, anche grazie al 5G, c’è stata ma per le reti mobili del nostro Paese c’è ancora tanta strada da fare.

5G in Italia: diffusione e offerte

A distanza di circa due anni e mezzo dal debutto, il 5G è diventato molto più accessibile, sia in termini di copertura che, soprattutto, per quanto riguarda i costi. Le offerte 5G disponibili sul mercato di telefonia mobile in Italia sono, infatti, decisamente più economiche e consentono di accedere alla rete mobile in modo molto più agevole (almeno nelle aree in cui è disponibile il 5G). La rete mobile di nuova generazione è proposta da Vodafone, TIM, WINDTRE, Fastweb e Iliad. 

Tra le offerte più economiche attualmente disponibili sul mercato c’è la proposta di Fastweb Mobile. L’operatore, infatti, mette a disposizione una tariffa con minuti illimitati, 100 SMS e 90 GB in 4G e 5G. Tale tariffa è disponibile con un costo periodico di 7,95 euro al mese. L’offerta, inoltre, è attivabile senza costi di attivazione, scegliendo la procedura online dal link qui di sotto, e non prevede costi extra per il 5G. La proposta di Fastweb è disponibile per tutti, con o senza portabilità del numero da altro operatore. Per attivare l’offerta è possibile fare riferimento al link qui di sotto:

Attiva l’offerta 5G di Fastweb »

Un’altra offerta per accedere al 5G arriva da Iliad che mette a disposizione Giga 120. La proposta dell’operatore include minuti ed SMS illimitati verso tutti e 120 GB in 4G e 5G. Il costo dell’offerta di Iliad è di 9,99 euro al mese con un contributo di attivazione di 9,99 euro. Anche in questo caso, l’offerta è disponibile per tutti, direttamente tramite attivazione online e con spedizione gratuita della SIM. La tariffa di Iliad è disponibile sia con portabilità del numero che richiedendo un nuovo numero di cellulare. Per attivare l’offerta è possibile sfruttare il link qui di seguito:

Attiva Giga 120 di Iliad »

Per i clienti Under 25, inoltre, c’è la possibilità di accedere al 5G di TIM con l’offerta TIM Premium Young 5G. L’offerta in questione include minuti ed SMS illimitati e 25 GB in 4G e 5G con Giga illimitati su app social, chat, gaming, e-learning e musica. Per i clienti TIM di rete fissa, inoltre, i Giga sono illimitati senza alcun costo aggiuntivo. L’offerta include l’accesso a TIMMUSIC, per ascoltare musica in streaming, e TIMGAMES, per accedere ad un ricco catalogo di giochi. Per attivare l’offerta è possibile seguire il link qui di sotto:

Attiva TIM Premium Young 5G »