5 motivi per eliminare il telefono fisso in casa

Telefono fisso: sì o no? Per molti è ancora un apparecchio irrinunciabile, ma sempre più persone ormai per le proprie chiamate ricorrono allo smartphone o addirittura alla comunicazione via VoIP con Skype e simili. E in effetti, considerando il costo minore delle offerte solo ADSL, per molte tipologie di clienti il telefono è nei fatti una spesa tutt’altro che inevitabile.

E con le nuove offerte è possibile risparmiare anche senza rinunciare al fisso

1. La linea telefonica fissa costa

La linea telefonica fissa ha ovviamente un costo, che sia o meno inglobata in un’offerta. Quasi sempre, a meno che ci siano promozioni particolari, anche i provider diversi da TIM impongono il pagamento di un contributo di attivazione, una tantum oppure con un canone mensile di pochi euro, ma che comunque alla fine “pesano” sulla bolletta. Da non sottovalutare poi i costi che possono essere legati all’eventuale disattivazione della linea, nel caso in cui si cambiasse idea.

2. Le offerte ADSL con e senza telefono costano meno

Il secondo motivo per cui al telefono si può in fondo rinunciare è legato al minor prezzo delle offerte che comprendono solo il servizio ADSL e non le telefonate, con un canone minore e non di rado un costo di attivazione molto più basso. Anche se si tratta di pochi euro, moltiplicando per un anno il risparmio si ottengono spesso una o due mensilità gratuite.

In alternativa, se non si vuole rinunciare al telefono fisso, chi telefona poco può optare per le tante offerte ADSL o fibra ottica che fanno pagare solo lo scatto alla risposta ma hanno la tariffazione al minuto a 0 euro: il canone è sicuramente inferiore dei corrispettivi “all inclusive” ma offrono comunque la possibilità di telefonare da fisso, in caso di necessità, ad esempio se a fine mese sono finiti i minuti compresi nella propria offerta mobile. Anzi, in molti casi scegliendo con accortezza si può dire che le offerte ADSL e telefono sono vantaggiose anche per chi non lo usa: basta trovare le più convenienti.

3. Anche senza telefono fisso si può risparmiare con le chiamate

Di solito si continua ad avere il telefono fisso anche perché c’è l’idea che chiamare tutti con lo smartphone sia molto più costoso. Invece ormai gran parte delle offerte mobili includono minuti illimitati per chiamare chiunque – sia fissi che mobili, e a volte anche i numeri esteri – senza preoccupazioni.

C’è poi la possibilità del VoIP, ovvero delle chiamate fatte sfruttando la propria connessione Internet, sia da PC che da smartphone o tablet. Anche se ulteriori passi avanti devono essere sicuramente fatti, in genere la qualità delle chiamate via VoIP è superiore come chiarezza della conversazione e pulizia del suono rispetto al normale telefono, e in più non ci sono problemi a rimanere connessi a lungo se si dispone di un’offerta senza limiti. Soprattutto, così si hanno a disposizione le videochiamate, sempre più popolari tra parenti e amici che vivono lontani. Le interfacce di questi programmi sono ormai molto semplici da usare, così che tutti possano sfruttarle.

Da ricordare poi le offerte che riescono a integrare in modo creativo la telefonia fissa e la telefonia mobile: ad esempio Messagenet offre un servizio Taglia Canone che permette di mantenere il numero di casa senza pagare per il telefono fisso, ricevendo la chiamata sul solito numero ma rispondendo sul cellulare; ha un costo di 8 euro al mese e per molti si tratta di un’ottima soluzione alla necessità di essere reperibili sul solito numero senza pagare la linea fissa.

4. Non si telefona più così tanto

In più, va ricordato il successo crescente della messaggistica, che ormai sta sostituendo le chiamate vocali per la sua maggior immediatezza e per la possibilità di trovare sempre chi si sta cercando, il quale può rispondere quando ha un attimo di tempo senza problemi. WhatsApp e Telegram, ad esempio, sono ormai un must per qualsiasi telefonino e hanno sicuramente ridotto la necessità di parlarsi faccia a faccia: interfacce pulite e immediate, che ormai chiunque sa utilizzare tra emoticon e lo “slang” tipico di questi mezzi di comunicazione.

In più, se proprio si ha la necessità di fare sentire la propria voce, c’è la possibilità di registrare messaggi vocali e di inviarli. Naturalmente senza tralasciare le potenzialità del mezzo, che permette di scambiare foto e filmati con pochi click.

5. Niente telefono non vuol dire niente Internet

Infine, bisogna sfatare il mito che per collegarsi in Internet ci sia assolutamente bisogno della linea fissa. Se per molte persone una linea ADSL o fibra ottica illimitata è sempre assolutamente indispensabile, va tenuto presente che ormai le tariffe mobili comprendono spesso svariati GB di traffico mensile, che magari non vengono sfruttati ma che forniscono un ottimo modo per risparmiare.

Ad esempio, se le proprie necessità di navigazione riguardano soltanto la consultazione dei social network, il download della posta, qualche chat con gli amici e la possibilità di navigare in Internet, un’offerta mobile con 2 o 3 GB di traffico dati inclusi è più che sufficiente. Internet Mobile, grazie all’avvento del 4G, ha ormai nella maggior parte della città italiane prestazioni tranquillamente paragonabili a quelle della fibra ottica, e i contatori consentono di non superare le soglie stabilite.

In altre parole, un’offerta con un canone anche abbastanza cospicuo (con minuti illimitati, SMS illimitati e più GB di traffico dati possibili) può rappresentare comunque un risparmio rispetto al telefono fisso, visto che in una volta sola si comprendono sia le chiamate fatte in casa che quelle fatte da fuori e le proprie necessità di collegamento con la Rete.

Commenti Facebook: