5 cose da sapere sull’acquisto della prima casa

Sono tante le giovani coppie che si apprestano all’acquisto della prima casa, ma fra scelta dell’immobile e ricerca del giusto mutuo non è semplice fare il grande passo senza rischi. In questa guida trovate le 5 cose da sapere prima di firmare il contratto di compravendita e prima di rivolgervi ad una banca.

Scelta dell'immobile e mutuo giusto senza rischi. Ecco i consigli per le giovani coppie

Comprare un immobile di proprietà è il sogno di tutti. Chi sta per procedere all’acquisto della prima casa però avrà a che fare con questioni tecniche, burocratiche e finanziarie complicate come trovare il giusto mutuo. Quali sono le 5 cose da sapere prima di firmare qualsiasi documento con proprietari, agenzie o in banca? Ecco il nostro elenco.
Confronta mutui online

1. Scelta dell’immobile e budget 

L’acquisto della prima casa richiede tempo e un’attenta scelta dell’immobile, che deve essere sempre funzionale alle esigenze del compratore.

Bisogna in primo luogo considerare gli spazi, la presenza di un numero di locali sufficiente e in particolare la posizione, da valutare in modo strategico rispetto agli spostamenti quotidiani e lavorativi.

Secondo: mai dimenticare il budget a disposizione. A meno che non si possano richiedere prestiti è sbagliato cercare casa senza tenere a mente le proprie finanze perché si rischia di perdere tempo.

Richiedi un preventivo per il tuo prestito

2. Controlli catastali e altri documenti

Chi si rivolge ad un privato dovrà fare molta attenzione all’effettiva titolarità dell’immobile, che dovrà essere certificato da apposita documentazione, ma non solo.

Mai dimenticare di verificare l’esistenza di diritti vantati da terzi, di pignoramenti in corso e assicurarsi che tutto sia “legale”.

Il rischio è di trovarsi all’acquisto della prima casa con un immobile abusivo. Le garanzie per chi si rivolge alle agenzie immobiliari sono maggiori, ma svolgere un controllo è sempre opportuno.

3. Il giusto mutuo: prestiti e finanziamenti

Prima di pensare al giusto mutuo e di confrontare le offerte mutui con il comparatore di SosTariffe.it, assicuratevi che il prezzo di vendita consenta di sopportare eventuali lavori di ristrutturazione -fra l’altro detraibili dalla dichiarazione dei redditi-.

Oggi si può passare all’acquisto della prima casa anche spendendo da 80 a 100mila Euro, ma se la scelta dell’immobile ricade su una tipologia da restaurare, con impianti vecchi, o da arredare, meglio non sottovalutare queste spese.

Certo, si possono richiedere finanziamenti, ma indebitarsi il meno possibile è la prima regola per non soffrire problemi finanziari in seguito.

Cerca il migliore mutuo per te

4. Regioni e banche, le proposte

Le giovani coppie possono pensare all’acquisto della prima casa col sopporto di un garante. Cogliere al volo il giusto mutuo è possibile, ma l’aiuto di qualcuno (specie di un famigliare) è essenziale, specie all’inizio, per ammortizzare meglio i costi ed essere certi della concessione di un prestito in banca.

La maggior parte delle Regioni Italiane forniscono mutui regionali per agevolare i più giovani nell’acquisto, ma non tutti posseggono i requisiti per accedervi. Questi mutui intervengono sollevando l’acquirente dal pagamento degli interessi, ma esistono anche istituti di credito che possono fare la differenza.

Le banche online ad esempio forniscono diverse proposte mutuo, studiate appositamente per le giovani coppie a condizioni davvero interessanti, con rate flessibili a tasso fisso o variabile. Anche la scelta della rata è fondamentale: alcuni istituti consentono addirittura il “salto della rata“, da sfruttare nei momenti di difficoltà.

5. Surroga del mutuo: una soluzione c’è

Chi ha già effettuato l’acquisto ma non riesce a sostenere le spese di quello che credeva essere il giusto mutuo, può sfruttare l’istituto della surroga, ovvero il cambio di istituto bancario a condizioni più convenienti. In questi casi la rata può essere rinegoziata e comportare un risparmio non indifferente per il cliente.

Commenti Facebook: