5 consigli per volare bene spendendo poco 

Le vacanze sono alle porte – quando non già iniziate – per molti di noi, e i più fortunati hanno già prenotato l’aereo per partire alla volta di mete più o meno esotiche. Del resto, con il calo dei prezzi dei biglietti sempre più netto grazie alle compagnie low-cost oggi è davvero conveniente volare da una parte all’altra del mondo spendendo relativamente poco. Ma come si può fare per sfruttare al meglio le potenzialità dell’Economy?

Come risparmiare e godersi il volo in cinque mosse

Come spendere meno

La filosofia delle compagnie low cost è piuttosto semplice: anche se per un volo di qualche ora non si hanno a disposizione chissà quali servizi, ma in compenso si risparmia il 50% o anche di più della spesa, allora i clienti non mancheranno. E il successo le ha premiate. Certo, rispetto ai voli di qualche anno fa c’è meno spazio, meno possibilità con i bagagli, pranzi e spuntini (se ce ne sono) più scarni, ma il costo minore anche per viaggi non brevi compensa ampiamente questo modo di volare più spartano. Seguendo alcuni accorgimenti, è comunque possibile godersi al meglio anche un viaggio in Economy.
Scopri le migliori assicurazioni viaggi 

1. Comprare bene

Quando vanno comprati i biglietti per il proprio viaggio in aereo? Molti mesi prima? E se sì, esattamente quanti? Capita spesso di vedere un prezzo per la prenotazione online di un biglietto d’aereo e rendersi conto che, semplicemente spostando il volo d’andata o di ritorno di un giorno, la cifra richiesta varia di molto. Oggi è possibile sfruttare funzioni avanzate che con un colpo d’occhio permettono di vedere i prezzi del biglietto prescelto in tutti i giorni della settimana, ma secondo alcuni studi il giorno migliore per effettuare gli acquisti è il martedì, e il momento più indicato rispetto alla partenza è otto settimane prima. Ricordate che esistono strumenti che consentono di valutare la convenienza di un volo “spezzato” su due o più tratte rispetto al volo diretto, con risparmi molto consistenti a fronte di un viaggio di durata maggiore: se non vi dà fastidio aspettare un paio d’ore di più in aeroporto, potete spendere ancora di meno.

2. Attenti al bagaglio

Si commette l’errore, a volte, di considerare che un qualsiasi trolley sia adatto come bagaglio a mano e non comporti difficoltà di sorta presso le compagnie, ma non è sempre così. Le low cost, infatti, proprio per la politica di “riduzione all’osso” o quasi dei servizi, spesso non transigono nemmeno su centimetro di più per il bagaglio che deve stare sotto al sedile: ecco perché è bene controllare con cura le indicazioni della compagnia sulla carta d’imbarco.

3. Arrivare preparati

Per un viaggio sereno è importante arrivare in aeroporto con tutto quello che serve sottomano, magari nel bagaglio personale (diverso dal bagaglio a mano) che si ha sempre con sé: un cuscino da collo, la mascherina, una crema idratante, uno spuntino, il Kindle con un po’ di libri caricati, una batteria esterna per i vostri dispositivi elettronici (non scordatevi di caricarla prima di mettervi in viaggio, ovviamente). Ricordatevi poi che, anche se molte compagnie ora permettono di tenere accesi gli smartphone e i tablet durante il volo, questi devono essere rigorosamente con modalità aereo: non potrete quindi scaricate nuove applicazioni o canzoni per passare il tempo, fatelo collegandovi al Wi-Fi dell’aeroporto mentre aspettate o con Internet mobile.
Confronta le offerte per Internet mobile

4. Gestire gli orari

Se pensate di approfittare di quel convenientissimo volo alle sei del mattino che costa solo una manciata di euro ma si trova a tre ore di distanza da casa vostra, fate bene i vostri conti: potreste  passare il primo giorno della vostra vacanza a barcollare in spiaggia come inebetiti dal sonno, specialmente se c’è pure del jet-lag di mezzo. A conti fatti, è un giorno perso (e l’hotel si paga). Se prevedete una partenza a orari antelucani forse è meglio cercare una stanza in un hotel forse anonimo ma vicino all’aeroporto, di quelli che sono già organizzati per gestire situazioni del genere in modo da non perdere tempo prezioso al checkout. Per quanto le operazioni siano oggi più snelle, per un volo intercontinentale è sempre bene presentarsi come minimo due o tre ore prima della partenza. Più semplici invece i voli nazionali o in area UE, dove grazie al check-in online è possibile ridurre di molto l’anticipo necessario. La melatonina, integratore che aiuta a regolare i ritmi del sonno, può essere un grosso aiuto nel caso di voli intercontinentali.

5. Nessuna paura di chiedere

Il personale di terra della compagnia è a disposizione, e non bisogna avere paura di chiedere informazioni. Meglio però non aspettare l’ultimo momento, ma arrivando con un congruo anticipo al desk della compagnia (anche per evitare code chilometriche e chi viene dopo di noi) si può ad esempio chiedere se c’è la possibilità di un upgrade in Business Class a un prezzo modico, nel caso in cui quest’ultima non sia ancora piena. In questo modo si viaggerà più comodi pagando di norma molto meno che prenotando direttamente in business class. Se poi c’è qualche problema, è del tutto inutile dare in escandescenze con chi, con ogni probabilità, non può farci nulla: in questo caso sono i social il miglior amico di chi sente di aver subito un torto, e ormai tutte le compagnie hanno customer care dedicati per le richieste di reclamo, particolarmente su Twitter, forse il modo migliore per farsi ascoltare.

Infine, ricordatevi che in certe Nazioni è obbligatorio essere munito da assicurazioni viaggio. Anche qui è possibile risparmiare: confrontando numerosi preventivi online con l’aiuto del portale SosTariffe.it è possibile trovare polizze a prezzi vantaggiosi.
Confronta Preventivi polizze viaggio 

Commenti Facebook: