5 consigli per usare la carta di credito in vacanza

Durante le vacanze, soprattutto se si è all’estero, avere a disposizione una carta di credito può rivelarsi un’ottima scelta. Tuttavia, per certe operazioni è meglio utilizzare il bancomat oppure una semplice carta ricaricabile, altrimenti si rischia di pagare un sovrapprezzo. Ecco i nostri 5 consigli per usare la carta di credito in vacanza e non sprecare denaro.

Sapendo come e quando utilizzare la carta di credito in vacanza si può risparmiare

Carte di credito: a cosa servono? A differenza di molte altre nazioni, in Italia non siamo abituatissimi ad avere una carta di credito, e addirittura sono in tanti che confondono i termini carta di debito o bancomat, carta ricaricabile prepagata e carta di credito. In più, nel nostro Paese ancora si crede che avere questo tipo di carta rappresenti una spesa importante, ignorando il fatto che con molti conti online la carta di credito è inclusa gratis.

Scopri i Conti Online con carta di credito 

Tuttavia, una carta di credito può essere una grande alleata al momento di andare in vacanze, soprattutto all’estero, dove può essere utilizzata per i pagamenti, le prenotazioni di alberghi e biglietti aerei, il noleggio di un’auto, i prelievi in moneta locale ed altro ancora. Attenzione però, perché tranne per le prenotazioni e il noleggio auto, molte di queste operazioni possono anche essere eseguite con il classico bancomat (detto anche carta di debito).

Sapere quando utilizzare la carta di credito e quando il bancomat può aiutare il vacanziere a risparmiare parecchi soldi, fondamentalmente se si trova in un Paese dove la moneta locale è l’Euro o dove ci sono succursali della propria banca italiana. Di seguito vi proponiamo i nostri 5 consigli per usare la carta di credito in vacanza senza sprecare denaro.

1. In zona Euro meglio operare con il bancomat

Il bancomat è la miglior soluzione per fare prelievi e pagamenti in zona Euro, perché non ci sono mai commissioni né spese aggiuntive per le transazioni, a differenza di ciò che succede con una carta di credito. Con la carta di credito in effetti si paga un 96% in più rispetto al prelievo con bancomat di conti online per colpa delle commissioni, stando ai risultati di un precedente osservatorio di SosTariffe.it sui costi di pagamenti e prelievi con le diverse carte all’estero.

Invece con il bancomat dei conti online prelevare in zona Euro è spesso gratuito, oppure costa esattamente lo stesso che in Italia. Le commissioni per prelievi in zona Euro si aggirano intorno ai 0,73€ con i conti online, mentre con i conti correnti convenzionali si paga in media 1,50€. Laddove siano disponibili, conviene prelevare dagli ATM della propria banca, dove quasi sempre l’operazione è gratuita o fortemente scontata.

Anche per i pagamenti presso i negozi in zona Euro, con il bancomat non ci sono mai commissioni né costi aggiuntivi, così come succede in Italia.

2. La carta di credito per operare fuori Europa

Se trascorrete le vostre vacanze in un Paese extra Europeo, una carta di credito probabilmente sarà necessaria, perché alcuni circuiti ATM o POS possono non riconoscere il vostro bancomat e perciò non potrete prelevare né fare pagamenti.

Tuttavia, tenete presente che il costo di prelevare fuori dalla zona Euro con il bancomat di un conto online è del 64% minore rispetto alla carta di credito: ecco perché, fuori Europa, conviene portare con sé anche il bancomat e al momento di prelevare provare se lo sportello riconosce questa carta.

Sempre che sia possibile quindi cercate di utilizzare il bancomat; se invece non viene riconosciuto allora prelevate con la carta di credito, cercando di fare la minor quantità di prelievi possibile (meglio un unico prelievo di una grande somma piuttosto che molti di piccola entità).

3. Pagare con carta anziché in contanti

Abbiamo parlato tanto del prelievo, ma tenete presente che è sempre meglio pagare con la carta che prelevare per poi pagare in contanti, soprattutto in zona non Euro. Gli italiani non sono abituati tanto come i cittadini di altri Paesi, ma utilizzando la carta per pagare gli acquisti vi verrà applicata una commissione per il cambio valuta, ma vi risparmierete la commissione dell’ATM, che si aggira solitamente fra l’1-2% dell’importo prelevato.

Quindi non vi affrettate a prelevare appena scendete dall’aereo, piuttosto cercate di utilizzare sempre la carta di credito (o meglio ancora il bancomat) per fare i pagamenti: in molti Paesi potrete farlo anche per acquisti di piccolissima entità!

4. Cambiare valuta dall’ATM

Quando ci si reca fuori zona Euro uno dei principali pensieri è dove cambiare denaro. Le case di cambio abbondano nei Paesi Europei dove la moneta non è l’Euro (Regno Unito, Svizzera, i Paesi Scandinavi e l’Est Europa), ma scarseggiano in certe località asiatiche o africane. In più, non di rado questi sportelli prevedono commissioni salate o, peggio ancora, nascoste.

Tuttavia, il vecchio metodo di portare con sé tanti Euro per poi cambiarli in moneta locale è ormai datato: meglio prelevare direttamente al vostro arrivo da uno sportello ATM con il bancomat (qualora fosse possibile) o con la carta di credito, e ricevere direttamente moneta locale al cambio ufficiale. In effetti, così facendo vi verrà applicato il cambio ufficiale e una commissione standard per l’operazione, ma nessuna spesa extra né costo nascosto. Prelevando moneta locale dall’ATM si evitano tutti i tipi di rischi associati al cambio valuta.

5. Prenotare alberghi e noleggiare auto: le esclusive della carta di credito

Per le prenotazioni e gli acquisti online di biglietti di aerei o treno, la maggior parte dei bancomat attualmente in Italia non servono. In questo caso, si rende necessaria la carta di credito, o in alternativa una carta prepagata ricaricabile.

Tuttavia, si può risparmiare. Ad esempio, utilizzate la carta di credito per prenotare, ma chiedete alla struttura s’è possibile pagare all’arrivo in contanti o con il bancomat: spesso vi diranno di sì, perché anche i negozianti preferiscono evitare le carte di credito, che applicano una commissione più salata per i pagamenti anche a loro.

Per il noleggio auto non c’è scelta: l’unica carta ammessa è la carta di credito. Non vi illudete, non si può noleggiare una macchina con il bancomat né con la carta prepagata, e la carta di credito tra l’altro deve essere intestata a chi guiderà l’auto e presenterà su patente da guida.

Anche qui però potete evitare le commissioni extra chiedendo di pagare in contanti o con il bancomat: la carta di credito dovrete presentarla al bancone perché funge da garanzia per l’auto che vi viene consegnato, ma non necessariamente deve essere utilizzata per pagare.

Infine, se cercate una carta di credito economica e funzionale, meglio fare un confronto con un comparatore come quello di SosTariffe.it che vi aiuterà a trovare la carta più adatta alle vostre esigenze.

Confronta Carte di Credito

Commenti Facebook: