5 caratteristiche che avrebbero reso Samsung Galaxy S5 migliore

Samsung Galaxy S5 è stato presentato durante il Samsung Unpacked Event andato in scena nella giornata di apertura del Mobile World Congress 2014. La casa sudcoreana avrebbe potuto prestare maggiore attenzione ad almeno 5 caratteristiche in dote al nuovo smartphone top di gamma, sostengono gli esperti di PhoneArena. 

Come PhoneArena avrebbe costruito Samsung Galaxy S5
Samsung Galaxy S5 non sembra convincere appieno

Design, caratteristiche hardware e software, e data di uscita sul mercato del nuovo Samsung Galaxy S5 sono stati svelati da Samsung lunedì scorso, durante il primo Samsung Unpacked Event dell’anno. Nessuna informazione ufficiale, di contro, sul prezzo di listino. Le indiscrezioni che vanno per la maggiore vorrebbero Samsung Galaxy S5 bancato alla medesima cifra richiesta dalla casa sudcoreana per Samsung Galaxy S4 e Samsung Galaxy S3.

Vai alle offerte per smartphone Samsung

Nei giorni precedenti il Mobile World Congress 2014, teatro della presentazione di Samsung Galaxy S5, alcuni rumor hanno suggerito l’impiego di uno schermo QHD (2560 x 1600 pixel) a 560 ppi e di un processore Qualcomm Snapdragon 805 assistito da 3GB di RAM. Indiscrezioni che non hanno trovato riscontro nei fatti. Samsung Galaxy S5 monta un display Full HD (1920 x 1080 pixel) a 432 ppi e un Qualcomm Snapdragon 801 assistito da 2GB di RAM.

A detta degli esperti di PhoneArena, Samsung Electronics avrebbe dovuto adottare scelte differenti in almeno cinque aree di Samsung Galaxy S5, al fine di rendere quest’ultimo migliore. 

1. Dimensioni del corpo telefono più compatte

Samsung Galaxy S5 misura 142 x 72,5 x 8,1 mm contro 136,6 x 69,8 x 7,9 mm di Samsung Galaxy S4, a fronte di un display la cui diagonale è aumentata di appena 0,1 pollici. Samsung Galaxy S5 è dunque più alto, più largo e più spesso del suo predecessore. La casa sudcoreana avrebbe potuto forse intervenire sulla cornice laterale, per ridurne al massimo possibile l’ingombro.

2. Sistema per la stabilizzazione ottica delle immagini

Samsung Galaxy S5 integra una fotocamera posteriore da 16 megapixel, con apertura f.2/2, flash LED, funzione di registrazione video UHD (Ultra High Definitio) a 30 fps (frame per secondo), supporto HDR (High Dynamic Range) e stabilizzazione digitale delle immagini. Secondo gli esperti di PhoneArena, Samsung avrebbe dovuto dotare Galaxy S5 di un sistema per la stabilizzazione ottica delle immagini e seguire pertanto l’esempio di Nokia, HTC Corporation ed LG Electronics.

3. Altoparlanti stereo

Anche in merito alla qualità del suono, gli esperti di PhoneArena ritengono che Samsung avrebbe dovuto guardare alle soluzioni adottate dai concorrenti, e in particolare da HTC, con riferimento alla presenza degli altoparlanti stereo collocati nella scocca frontale di HTC One.

4. Maggiore quantità di RAM

Samsung Galaxy S5 avrebbe dovuto montare 3GB di RAM, al pari di Samsung Galaxy Note 3, sostiene PhoneArena. Perché una maggiore quantità di RAM avrebbe assicurato prestazioni superiori con riferimento al multitasking. Occorre però ricordare che Samsung Galaxy S5 gira su Android KitKat, sistema operativo mobile sviluppato da Google (anche) con l’obiettivo di renderlo perfettamente funzionante anche a bordo di smartphone equipaggiati con 512MB di RAM.

5. Sensore per la lettura delle impronte digitali non-swipe

A PhoneArena non è piaciuta la soluzione adottata da Samsung per il funzionamento del sensore per la lettura delle impronte digitali integrato nel tasto fisico Home di Samsung Galaxy S5. Perché agli utenti è richiesto di eseguire uno swipe, in una particolare direzione, e a velocità moderata, pena il rischio che il sensore non sia in grado di leggere l’impronta del dito. A detta di PhoneArena, la casa sudcoreana avrebbe dovuto guardare alla soluzione impiegata da Apple a bordo di iPhone 5S.

Commenti Facebook: