3 italiani su 4 usano internet dal cellulare

Gli italiani usano i servizi evoluti del cellulare, tra internet e micropagamenti: questo è il responso emerso da un campione rappresentativo degli italiani tra i 15 e i 65 anni.

Le funzioni più avanzate degli smartphone non vengono usate più solo dai giovani: la penetrazione del cellulare è uniforme per area, titolo di studio e professione. Anche i 40 enni usano internet MMS e fotocamera soprattutto nei gruppi sociali e culturali superiori.

Le persone conoscono meglio i proprio cellulari: fotocamera, invio e ricezione di MMS, bluetooth e collegamento a internet sono funzioni ormai note a tutti. Inoltre, il 53% degli italiani sa che è possibile leggere le e-mail sul telefonino, il 41% sa che può scaricare applicazioni aggiuntive e il 30% circa conosce la navigazione GPS e le funzioni di file editing.

Il cellulare non si usa più solo per chiamare: tutti mandano anche SMS, il 72% fa foto o registra video e il 53% utilizza il bluetooth.

Quasi 13 milioni di italiani (uno su quattro) utilizzano il cellulare per navigare in internet e il 23% della popolazione tra 15 e 65 anni che lo usa per mandare e-mail.

Il 39% degli italiani giudica le tariffe mensili di internet mobile troppo care e solo il 4,3% degli italiani ha una tariffa che include anche internet.

Grazie a terminali sempre più evoluti e una vita sempre più mobile sono cambiate le abitudini delle famiglie: il 25% ha disdetto la linea telefonica fissa di casa o se l’ha mantenuta non la utilizza mai. Il 23% afferma che utilizza il telefono fisso molto di meno, destinando la cornetta di casa a una fine certa.

Il campione esaminato mostra inoltre che si stanno modificando le abitudini a riceve pubblicità sul cellulare: grazie alla geolocalizzazione ad esempio la pubblicità si può trasformare in informazione utile. Si è disposti a ricevere sconti e offerte speciali (53%), scaricare applicazioni di una marca e ottenere news o vantaggi sui prodotti (22%).

Ultimo riscontro ma non per importanza è il dato che un italiano su tre è disposto ad effettuare micropagamenti mobile con il cellulare, e in un anno la percentuale è raddoppiata.

i usano i servizi evoluti del cellulare, tra internet e micropagamenti: questo è il responso emerso da un campione rappresentativo degli italiani tra i 15 e i 65 anni.

Le funzioni più avanzate degli smartphone non vengono usate più solo dai giovani: la penetrazione del cellulare è uniforme per area, titolo di studio e professione. Anche i 40 enni usano internet MMS e fotocamera soprattutto nei gruppi sociali e culturali superiori.

Le persone conoscono meglio i proprio cellulari: fotocamera, invio e ricezione di MMS, bluetooth e collegamento a internet sono funzioni ormai note a tutti. Inoltre, il 53% degli italiani sa che è possibile leggere le e-mail sul telefonino, il 41% sa che può scaricare applicazioni aggiuntive e il 30% circa conosce la navigazione GPS e le funzioni di file editing.

Il cellulare non si usa più solo per chiamare: tutti mandano anche SMS, il 72% fa foto o registra video e il 53% utilizza il bluetooth.

Quasi 13 milioni di italiani (uno su quattro) utilizzano il cellulare per navigare in internet e il 23% della popolazione tra 15 e 65 anni che lo usa per mandare e-mail.

Il 39% degli italiani giudica le tariffe mensili di internet mobile troppo care e solo il 4,3% degli italiani ha una tariffa che include anche internet.

Grazie a terminali sempre più evoluti e una vita sempre più mobile sono cambiate le abitudini delle famiglie: il 25% ha disdetto la linea telefonica fissa di casa o se l’ha mantenuta non la utilizza mai. Il 23% afferma che utilizza il telefono fisso molto di meno, destinando la cornetta di casa a una fine certa.

Il campione esaminato mostra inoltre che si stanno modificando le abitudini a riceve pubblicità sul cellulare: grazie alla geolocalizzazione ad esempio la pubblicità si può trasformare in informazione utile. Si è disposti a ricevere sconti e offerte speciali (53%), scaricare applicazioni di una marca e ottenere news o vantaggi sui prodotti (22%).

Ultimo riscontro ma non per importanza è il dato che un italiano su tre è disposto ad effettuare micropagamenti mobile con il cellulare, e in un anno la percentuale è raddoppiata.

Commenti Facebook: