ADSL2, guida completa alla tecnologia

Quando si parla di connessioni internet è molto facile cadere in errore, considerando l’evoluzione tecnologica cui abbiamo assistito in questi ultimi anni. Le modalità di connessione esistenti ad oggi sono talmente variegate che appare molto complesso destreggiarsi abilmente tra le molteplici sigle che spesso si incontrano nelle pagine dedicate.

adsl
La versione potenziata dell'ADSL offre maggior qualità

Adsl, Adsl 2 e Adsl 2+, quali sono le differenze

Il termine ADSL (Asimmetrical Digital Subscriber Line) indica una serie di tecnologie di trasmissione appartenenti alla famiglia xDSL, utilizzata per le connessioni internet ad alta velocità che viaggiano su doppino telefonico. Si tratta di una tecnologia caratterizzata da asimmetria nelle velocità di scambio dei dati. Mentre infatti in download si va da velocità che vanno dai 640 kbit/s a diverse decine di Mbit/s, in upload in genere non si supera il valore di 1 Mbit/s. Essa sfrutta delle frequenze audio non utilizzate dalla comunicazione telefonica tradizionale.

La richiesta di connessioni più performanti ha portato verso l’evoluzione di Adsl2 e Adsl2+, che a sua volta ha generato le più moderne linee VDSL e VDSL2.

L’ADSL2 utilizza un miglior sistema di modulazione del segnale rispetto alla normale ADSL, con la possibilità quindi di avere una banda portante maggiore e quindi maggiore velocità di download. L’ADSL2+ ha perfino raddoppiato la banda a disposizione per il download, spostando il limite superiore da 1,1 MegaHertz, previsto per l’ADSL e l’ADSL2, a 2,2 MHz. Al di là dell’opportunità di ricorrere a questo tipo di connessione numerosi provider offrono garanzie sulla velocità garantita. Tra questi ad esempio spiccano le offerte di Fastweb.

Joy garantisce la velocità

ADSL2, quando è la scelta migliore

La tecnologia ADSL2+, in termini di velocità massime raggiungibili in download, è sicuramente molto più performante rispetto alle classiche connessioni ADSL e ADSL2. Attenzione però che anche in questo caso esistono dei limiti che, in alcuni casi, potrebbero rendere sconsigliabile tale scelta.
Tutto dipende infatti dalla lunghezza del doppino telefonico e dalla distanza cui ci si trova rispetto alla centrale.

Sebbene la tecnologia ADSL2+ consenta infatti di ottenere delle velocità massime in download esattamente doppie rispetto all’ADSL2, l’ADSL2+ risulta molto più sensibile al fenomeno di decadimento legato alla distanza. Ovviamente l’attenuazione man mano che ci si allontana dalla centrale la si avverte in tutti e tre i tipi di connessione, ma nell’ADSL2+ è molto più evidente già a distanze minime. Basti pensare che a 5 KM di distanza la velocità di trasmissione su reti ADSl2+ è perfino inferiore (circa 1Mbit/s) a quella delle classiche ADSL, pari a circa 2 Mbit/s. Alla medesima distanza con ADSL2 si riescono a raggiungere ancora i 4 Mbit/s.

Ricordando che la distanza dalla centrale influisce sulla qualità è bene considerare che il maggior operatore che possiede la rete più sviluppata in Italia è TIM. Le sue offerte dovrebbero quindi avere qualche garanzia in più.

TIM Smart Casa offre qualità

Velocità teorica e velocità effettiva

In teoria la tecnologia ADSL2 ha delle velocità che vanno dagli 8 a 12 Mbit/s, al di sotto di questo range si hanno connessioni ADSL e al di sopra ADSL2+. Attenzione però che per poter raggiungere il range di velocità promesso dalla tecnologia ADSL 2 è necessario che le attrezzature presenti ad entrambe le estremità della connessione supportino tale tecnologia. L’ADSL2 sarà quindi disponibile solo in una zona dove la centrale telefonica locale sia stata aggiornata, ma anche in casa è necessario avere un modem in grado di comunicare con la centrale alle medesime velocità.

La velocità effettiva è inoltre influenzata dalla distanza dalla centrale telefonica, dal momento che l’unica tecnologia disponibile che non risente di tale degrado risulta essere la fibra ottica.

TIM Smart è anche in FIBRA

Commenti Facebook: