10 cose che devi sapere sui prestiti personali

Banca UniCredit insieme a 12 Associazioni dei Consumatori hanno firmato un accordo in materia di tutela del consumatore e l’innovazione sociale. In questo ambito, hanno redatto un decalogo molto interessante, che spiega le 10 cose che si devono sapere sui prestiti personali. Il documento risponde alle principali domande, e incorpora consigli ed avvertenze di estrema utilità. SosTariffe.it vi propone un riassunto con le 10 cose che devi sapere sui prestiti personali.

Vai a Conto Corrente UniCredit

Grazie al contributo di Banca UniCredit e le 12 associazioni dei consumatori aderenti all’iniziativa (Adiconsum, Codacons, Federconsumatori, Lega Consumatori, Adoc, Cittadinanza Attiva, Casa del Consumatore, Assoutenti, Confconsumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori ) oggi gli italiani possono contare su un ottimo documento che riassume le cose più importanti che si devono sapere in materia di prestiti personali.

SosTariffe.it vi presenta un riassunto del documento, con le principali domande e risposte:

Cos’è il prestito personale?

Il prestito personale è una forma di finanziamento a privati erogato da una banca o istituto finanziario, attraverso la quale il Cliente riceve una somma di denaro e si impegna a restituirla in maniera rateizzata entro un periodo predeterminato.

Rientra nella categoria dei prestiti “non finalizzati”, cioè non vincolati all’acquisto di uno specifico bene o servizio.

Prevede come corrispettivo l’applicazione, durante il periodo di rimborso, di interessi fissi o variabili e dei costi/oneri indicati nel T.A.E.G.

Richiedi un preventivo per il tuo prestito

Quali sono i requisiti per ottenere un prestito?

Dipende da ogni banca, ma normalmente può essere richiesto  da privati tra i 18 e 70 anni con una determinata “capacità di rimborso”, dimostrabile attraverso l’esibizione della busta paga, della dichiarazione dei redditi o del cedolino della pensione.

Quando viene rifiutato un prestito personale?

Quando la documentazione evidenzi una “capacità di rimborso” del richiedente insufficiente, e qualora ci siano altri  prestiti che, complessivamente impegnerebbero oltre un terzo del reddito.

Cos’è il TAEG?

Il T.A.E.G. o Tasso Annuo Effettivo Globale costituisce il costo effettivo del prestito che il cliente dovrà rimborsare espresso in termini percentuali. È l’indicatore di costo che comprende interessi, costi ed oneri accessori.

Si può recedere dal contratto di prestito personale?

Sì. Il diritto di recesso è la facoltà di “ripensamento” concessa al cliente di interrompere il contratto di prestito senza il consenso della banca. Non prevede costi e il cliente non ha l’obbligo di fornire spiegazioni.

Continuate a leggere in maniera integrale il documento scaricandolo da questo link.

Commenti Facebook: