10 consigli per risparmiare sulla spesa alimentare

La spesa alimentare è un impegno che bisogna organizzare al meglio per non sprecare soldi. Arrivare al supermercato senza una programmazione, riempire il carrello in fretta e acquistare sempre i soliti prodotti che abbiamo visto nelle pubblicità, senza soffermarsi su nessun acquisto, sicuramente porterà a spendere più di quando si crede. Ecco come risparmiare sulla spesa alimentare.

Più difficile la contraffazione dei prodotti alimentari online
Più difficile la contraffazione dei prodotti alimentari online

La spesa alimentare può pesare molto sulle tasche delle famiglie, soprattutto se fatta in maniera disorganizzata. Di seguito, SosTariffe.it vi propone alcuni semplici accorgimenti per risparmiare sulla spesa alimentare.

1. La lista della spesa

Il primo errore che porta a sprecare soldi al supermercato è non stilare la lista della spesa, o farla ma non rispettarla.

Se si cerca di risparmiare, non vanno mai fatti acquisti impulsivi, soprattutto perché si rischia di comprare più di quanto se ne ha bisogno, e di conseguenza si finisce per buttare cibo deperibile non consumato.

Per evitare questa situazione è molto utile programmare in anticipo il menù settimanale, stilando una lista dei pasti e degli spuntini di tutta la famiglia. In questa maniera sarà possibile regolarsi meglio e acquistare le quantità giuste.

2. Mai fare la spesa quando si ha fame

Se fate la spesa subito dopo lavoro, o prima del pranzo o la cena, sicuramente spenderete di più. Niente di peggio, in effetti, che arrivare al supermercato a stomaco vuoto: essendo affamati acquisterete snack, merendine e cibi non necessari.

Qualora sia possibile, fate la spesa subito dopo pranzo e meglio ancora in settimana: nei weekend i supermercati sono spesso affollati e, a volte, per non perdere tempo si finisce acquistando troppo in fretta e sprecando denaro.

3. Ricordate di portare le buste

Portate con sé le buste di plastica o di tela sembra scontato, e invece spesso ci dimentichiamo, dovendo acquistare ogni volta dei sacchetti e spendendo soldi inutilmente.

Lasciare le buste sempre in macchina, o in qualche modo attaccate alla bicicletta o vicino alla porta di casa, vi sarà d’aiuto per non dimenticarle.

4. Frutta e verdura di stagione, meglio al mercato

I supermercati sono comodi, ma per risparmiare sulla spesa di frutta e verdure il mercato continua ad essere più conveniente. Si può risparmiare anche acquistando direttamente dal piccoli coltivatori o attraverso i GAS (Gruppi d’acquisto solidali).

Scegliete prodotti di stagione, che costano meno di quelle coltivate nelle serre riscaldate, e a km zero, quando possibile. Acquistate frutta e verdura italiana, ed evitate alimenti esotici che vengono importati da Paesi talvolta molto lontani e, naturalmente, costano di più.

5. Scegliete i prodotti sfusi

Ormai presenti nella maggior parte dei grandi supermercati, i prodotti sfusi aiutano a risparmiare sulla spesa alimentare. In effetti, le confezioni incidono del 35% sul prezzo finale di un prodotto alimentare.

I prodotti sfusi non solo sono più economici, ma spesso più freschi e, soprattutto, più eco-sostenibili.

6. No ai cibi già pronti

Per quanto a volte possano sembrare “economici”, i cibi già pronti costano sempre di più rispetto allo stesso prodotto fatto in casa. Se avete tempo, si può risparmiare molto preparando pane, pasta, yogurt e conserve.

Se invece il vostro ritmo di vita vi lascia poco tempo libero, evitate almeno l’insalata in busta lavata, la frutta già tagliata o la pasta pronta.

Non solo questo vi consentirà di risparmiare, ma anche per una questione salutare: i cibi già pronti hanno molti conservanti e additivi necessari per prolungare la sua conservazione, che a lungo termine possono fare male alla salute.

7. Attenzione alle promozioni

Non tutte le promozioni sono convenienti: a volte nei supermercati vengono allestite aree speciali con prodotti che sembrano in promozione, ma che invece costano lo stesso del solito o a volte perfino di più.

D’altronde, il fatto che un prodotto sia scontato rispetto al prezzo abituale, non è sufficiente per deciderne l’acquisto: forse non è di buona qualità, o comunque ce ne sono altri che costano di meno.

Le promozioni che invece sono spesso convenienti riguardano i multipack dei prodotti a lunga conservazione, ad esempio per la pulizia della casa o l’igiene personale.

8. Fate attenzione al prezzo per kg

La spesa intelligente è quella che si fa guardando il prezzo per kg o per litro, e non il prezzo finale. A volte quest’ultimo può essere ingannevole, soprattutto quando la confezione sembra più grande di quanto è in realtà.

Per non sbagliare, quindi, bisogna confrontare sempre i prezzi per unità di misura dei diversi prodotti.

9. App per risparmiare sulla spesa

Ormai esistono applicazioni per lo smartphone in grado di fare di tutto, anche aiutarvi a risparmiare sulla spesa. In effetti, sui market di Apple o Android ce ne sono moltissime app che, ad esempio, segnalano qual è il supermercato che offre i prezzi più bassi nella propria zona, raggruppano tutti i volantini con le promozioni, oppure aiutano a fare la lista della spesa in maniera adeguata.

10. Carte vantaggio dei fornitori luce e gas

E’ possibile ottenere un risparmio notevole grazie alle tessere sconto o vantaggio. Parliamo di carte attivate gratuitamente con le offerte di energia elettrica o gas, che consentono di ottenere uno sconto sugli acquisti effettuati in determinati negozi, e che raggiunge i 300 euro all’anno.

Gli sconti possono riguardare diversi generi di prodotti dagli alimenti al vestiario a beni di valore maggiore. Il risparmio è ottenibile se le comuni spese familiari – soprattutto quelle fatte al supermercato – vengono effettuate negli esercizi convenzionati in maniera abitudinaria.

Per maggiori informazione, scarica l’osservatorio di SosTariffe.it sui Risparmi aggiuntivi offerti dalle tariffe del mercato libero.

Risparmiare anche sulle spese domestiche e bollette

Infine, ricordiamo che si possono tagliare le bollette cambiando gestore dei servizi (luce, gas, telefono, ADSL, tv, etc). In effetti, numerosi studi effettuati da SosTariffe.it hanno dimostrato che cambiando fornitore è possibile risparmiare cifre notevole.

Ad esempio, grazie alle offerte in vigore a maggio una famiglia di 5 persone può risparmiare circa 100 euro con una nuova tariffa gas, più di 110 euro cambiando gestore luce e oltre 300 euro con alcune offerte ADSL + Telefono Fisso (leggi il nostro articolo di oggi Risparmia con le offerte FASTWEB).

Per identificare le offerte, promozioni e tariffe più vantaggiose, rimandiamo ai nostri comparatori di tariffe, che consentono di trovare con alcuni semplici click quella più conveniente per il vostro caso.

Confronta Tariffe ADSL

Commenti Facebook: