Connessione dati attiva ma non funziona: cosa fare


Nell’era dell’iperconnessione non poter avere accesso a Internet da mobile, nonostante un piano dati attivo è una gran bella scocciatura. A volte capita, infatti, di non poter più avere accesso alla connessione dati nonostante sia attiva.

internet mobile non funziona

Quali sono le azioni da mettere in pratica quando la propria connessione dati non funziona? Ecco alcuni dei trucchi che possono risolvere il problema in men che non si dica.

1. Mettere il telefono in modalità aereo

Per farlo, basterà cliccare sull’icona a forma di aereo, che di solito è accompagnata dalla scritta mod. aereo e che è in genere presente nelle scorciatoie da tastiera. Questa modalità, in pratica, permette di disconnettersi dal provider e di resettare la connessione. Sarà sufficiente impostarla per una trentina di secondi e poi tornare all’impostazione classica.

Scopri le migliori offerte del mercato

2. Riavviare il telefono

Potrebbe sembrare un’azione davvero banale, ma nella pratica è una di quelle che funzionano quasi sempre al primo tentativo e permettono di risolvere il problema in pochissimo tempo. È anche possibile mixare la prima e la seconda procedura, quindi attivare la modalità Aereo, poi riavviare il telefono e in seguito ripristinare la connessione dati, verificando che sia abilitata nel modo corretto.

Per esempio, si dovrebbe verificare che non sia attiva un’opzione di limite al traffico, che blocca la connessione. Per farlo:

  • basta cliccare su Impostazioni e poi su Utilizzo Dati;

  • se la dicitura Risparmio dati è attiva, basta cliccarci su per disattivarla.

3. Disinserire e reinserire la scheda SIM

Il problema della connessione dati non funzionante potrebbe anche solo essere dovuto alla scheda SIM che nel frattempo si è spostata e che pertanto è la causa di questo fastidioso inconveniente. Rimuovere la SIM è un’operazione semplicissima: non servirà l’intervento di un operatore o di un tecnico. Al massimo, quello che potrebbe servire è una spilletta, che di solito è inclusa nella confezione.

Se non la trovate, la SIM può essere estratta con facilità con l’utilizzo di qualsiasi oggetto sottile e appuntito, come per esempio la parte di un orecchino che entra nel lobo. Dopo aver estratto la SIM dal carrellino nel quale è inserita, si consiglia di pulire lo slot nel caso in cui fosse impolverato e rimettere a SIM al suo posto, stando per attenti a posizionarla nel modo corretto, e non al contrario.

Nel caso in cui questa operazione non dovesse avere esito positivo, si consiglia di provare con un altro tentativo, ovvero di inserire la SIM in un altro dispositivo, al fine di verificare se il malfunzionamento è una mera questione di device.

4. Verificare i punti di accesso APN

Gli APN sono i parametri di accesso alla rete, che cambiano in relazione al proprio gestore. In genere, vengono rilevati in automatico dalla scheda SIM, ma può capitare che siano configurati in maniera errata: in questo caso, la connessione dati non funzionerebbe.

Per controllare i punti di accesso APN, si dovrà:

  • accedere alle Impostazioni;

  • cliccare su connessioni e rete (o Wireless e reti a seconda del modello di smartphone che si utilizza o del sistema operativo) e poi su Reti mobili.

A questo punto si dovrebbe trovare la scritta APN all’interno della sezione Profili. In pratica, bisogna verifica che gli APN indicati in Nomi punti di accesso coincidano con quelli indicati dagli operatori.

5. Controllare il segnale

Esiste anche la possibilità che la connessione dati non funzioni per un problema dovuto alla ricezione del segnale o ancora per il fatto che il proprio telefono non sia compatibile con una determinata tecnologia di rete, tipo la 4G che è ancora la più diffusa nel nostro Paese.

In casi come questo, bisognerà andare dal menu Impostazioni, nella sezione Reti mobili. A questo punto, si dovrà cliccare su Modalità rete e scegliere tra Preferisci reti LTE/4G oppure 4G/3G/2G.

6. Controllare se è stata attivata una VPN

VPN è l’acronimo di Virtual Private Network: ci sono alcuni casi nei quali il mal funzionamento o l’errata configurazione di una VPN provoca il blocco della connessione dati. In queste evenienze, si consiglia di disattivare direttamente la VPN e verificare se la connessione dati ritorna a funzionare.

7. Aggiornare il software

L’aggiornamento del software risulta molto utile, soprattutto in caso di bug oppure nel caso della presenza di un aggiornamento del sistema operativo. Per aggiornare il sistema, bisogna andare su Impostazioni e poi sulla voce Aggiornamenti software. Basterà installare l’eventuale nuova versione, o lasciare che l’aggiornamento avvenga in automatico.

In alternativa, si può sempre fare un tentativo estremo, che consiste nel ripristino delle impostazioni iniziali: prima di procedere in tela senso, si consiglia però di fare un backup di tutti i contenuti presenti sul proprio telefono, altrimenti si rischia di perderli definitivamente. Se nessuna delle strategie finora menzionate dovesse funzionare, è comunque possibile contattare l’assistenza clienti del proprio operatore e chiedere supporto per la risoluzione del problema riscontrato.

Offerte telefonia fissa e mobile tutto compreso: le promozioni di Gennaio 2021

Siete alla ricerca di piani che includano in un unico abbonamento sia i servizi di rete fissa che quelli mobile? Per voi una guida in cui analizziamo i pro e i contro di questa soluzione mista: costi, condizioni, convenienza dei canoni. Ecco quali sono le migliori promozioni fisso e mobile e l'analisi dei servizi offerti da ciascun operatore

Google MEET errore 502: cosa fare

Il sovraccarico di utenti che si collegano ai sistemi di video conferenza o alla reti internet sta creando alcuni problemi, capita per esempio che i programmi possono essere rallentati o vado in down. Se accedendo al proprio profilo Google Meet vi è apparsa la scritta Errore 502 ecco come risolvere il problema e cosa indica questo codice di errore

Bonus rubinetti: come ottenere 1000 euro per rifare rubinetti e sanitari

Il bonus rubinetti, chiamato anche bonus idrico o bonus bagno, è stato introdotto da un emendamento alla legge di Bilancio 2021: sono previsti ben 1.000 euro nel caso in cui si volessero sostituire i rubinetti, i sanitari, i soffioni e le colonne della doccia con dispositivi di nuova generazione a scarico ridotto. Vediamo di seguito come dovrebbe funzionare la sua erogazione e quali sono i casi nei quali sarà possibile farne richiesta. 
Verifica la copertura
del tuo indirizzo
Comune
Parla con un esperto
Gratis e senza impegno