Quale gestore per l'energia elettrica conviene?


Per risparmiare sulla bolletta dell’energia elettrica è necessario sfruttare tutte le opzioni a propria disposizione. La strada migliore per il risparmio passa per la scelta del gestore più conveniente e, quindi, per l’attivazione della migliore soluzione tra le tante offerte luce presenti sul mercato libero dell’energia. Tale scelta può avvenire, facilmente, sfruttando gli strumenti di comparazione online.

luce-visual

Per individuare la migliore tariffa ed il miglior gestore dell’energia elettrica è opportuno valutare alcuni aspetti principali, in modo da avere le idee chiare in fase di attivazione. Ecco, quindi, una guida rapida e senza troppi fronzoli per comparare le proposte dei fornitori di energia elettrica e a capire qual è il gestore che conviene di più al momento.

La guida su come scegliere tra le offerte luce

Per scegliere la migliore tariffe luce per le proprie esigenze è necessario valutare diversi elementi. Ecco alcuni consigli utili:

  • scoprire il proprio consumo annuo di energia per scegliere la migliore tariffa grazie al comparatore di SOStariffe.it per offerte luce; per individuare il proprio consumo annuo di energia è possibile consultare la sezione dei consumi di una precedente bolletta inviata dall’attuale gestore dell’energia oppure utilizzare il tool del comparatore per calcolare una stima dei consumi
  • valutare le soluzioni più convenienti tra le offerte a prezzo bloccato e quelle a prezzo variabile; le soluzioni a prezzo bloccato garantiscono una protezione contro i rincari del mercato energetico italiano in quanto il prezzo dell’energia sarà fisso per un periodo di tempo predeterminato (pari ad almeno 12 mesi); le tariffe a prezzo variabile sono, generalmente, più vantaggiose inizialmente ma registreranno aggiornamenti mensili del prezzo con il rischio di dover fare i conti con eventuali rincari
  • valutare la scelta migliore tra le tariffe monorarie e le tariffe multi-orarie; le soluzioni monorarie presentano un prezzo dell’energia elettrica indipendente dall’orario di utilizzo mentre le tariffe biorarie e triorarie presentano un prezzo dell’energia legato alla fascia oraria; chi concentra i consumi nelle ore serali o nei week end dovrà puntare sulle tariffe multi-orarie per dare un taglio alla bolletta
  • valutare i benefit e i vantaggi extra che i fornitori di energia mettono a disposizione dei nuovi clienti; tali benefit possono essere di vario tipo; è possibile ottenere sconti sulle bollette scegliendo le tariffe dual fuel (che prevedono le forniture di luce e gas con un unico contratto) oppure è possibile ottenere sconti, buoni regalo o partecipare a programmi fedeltà in grado di garantire un risparmio extra
Offerte Luce in evidenza
Offerte Gas in evidenza

Tariffe a prezzo bloccato

Uno degli elementi più importanti che caratterizzano le tariffe luce è la possibilità di sfruttare il prezzo bloccato della componente energia della bolletta, ovvero la componente legata al consumo di elettricità. Le offerte a prezzo bloccato possono garantire una notevole protezione contro i rincari del mercato energetico italiano.

Con queste offerte, infatti, il costo dell’energia elettrica proposto al momento della sottoscrizione del contratto resterà lo stesso a prescindere dalle fluttuazioni del costo della materia prima sui mercati. Nel mercato tutelato, invece, le tariffe subiscono delle variazioni trimestrali per adeguare i prezzi ai rialzi o ai ribassi subiti da energia e gas.

 La durata del periodo di prezzo bloccato viene definita dalle condizioni contrattuali proposte dal gestore. L’utente è libero di scegliere le soluzioni da attivare per risparmiare. Solitamente, le offerte a prezzo bloccato prevedono un periodo promozionale di almeno 12 mesi. Sul mercato libero ci sono molte tariffe con prezzo bloccato per 24 o 36 mesi.

Proposte monorarie o biorarie, qual è più adatta a voi

Un altro fattore importante per valutare la migliore offerta luce è conoscere bene il proprio stile di consumo. Le tariffe del mercato energetico, infatti, possono essere di tipo monorario oppure di tipo multi-orario (biorario e triorario).

Le offerte monorarie prevedono un unico prezzo dell’energia elettrica da applicare a qualsiasi ora del giorno e della notte e senza differenze tra feriali e festivi. Con queste tariffe, quindi, l’energia elettrica avrà sempre lo stesso costo e non ci saranno orari in più convenienti per utilizzarla.

Le soluzioni multi-orarie, invece, prevedono un prezzo dell’energia legato alla fascia oraria di utilizzo. Le fasce in cui viene suddivisa la settimana sono le seguenti:

  • F1: dalle 8 alle 19, dal lunedì al venerdì
  • F2: dalle 7 alle 8 e dalle 19 alle 23, dal lunedì al venerdì, dalle 7 alle 23, il sabato
  • F3: dalle 23 alle 7, dal lunedì al sabato, la domenica e nei giorni di festività nazionale

Scegliendo una tariffa bioraria, il prezzo della fascia F2 e quello della fascia F3 saranno uguali. Da notare che, di norma, per le tariffe multi-orarie, il prezzo della fascia F1 è più alto rispetto a quello della fascia F2 e della fascia F3.

Di conseguenza, puntare sulle tariffe multi-orarie conviene quando i consumi di energia elettrica sono concentrai nelle fasce F2 ed F3. Se la suddivisione dei consumi è omogena oppure se i consumi si concentrano in fascia F1 sarà più conveniente puntare sulle tariffe monorarie.

È possibile ottenere informazioni precise in merito alla propria suddivisione dei consumi andando a consultare la sezione relativa ai consumi di energia di una precedente bolletta inviata dall’attuale gestore.

I benefit extra convengono?

I gestori del mercato libero, per attirare nuovi clienti e rendere ancora più convenienti le proprie offerte, possono mettere a disposizione benefit extra. Tali benefit sono spesso riservati ai clienti che scelgono di attivare tariffe dual fuel, ovvero soluzioni che includono sia la fornitura di energia elettrica che la fornitura di gas naturale.

Tra i benefit più comuni proposti dai gestori di energia del mercato libero troviamo:

  • Buoni per servizi di e-commerce
  • Programmi a premi
  • Promozioni con sconti in bolletta per la doppia attivazioni
  • Programmi porta un amico con voucher o sconti in bolletta

Valutare questi elementi è molto importante in quanto la presenza di benefit aggiuntivi può fare la differenza nella scelta delle offerte più convenienti per dare un taglio alla bolletta.

Come calcoliamo i costi e il risparmio delle offerte luce

Una volta che questi punti sono chiari, andiamo a vedere quali sono le migliori promozioni del momento. Per stilare questa breve classifica e mostrarvi quanto potreste risparmiare abbiamo utilizzato il comparatore di SOStariffe.it. Si tratta di uno strumento che analizza le proposte del mercato in base ad una serie di parametri, personalizzabili, e restituisce in degli schemi molto immediati le condizioni delle offerte.

Nel caso specifico, utilizziamo il comparatore per individuare le migliori tariffe luce per un “cliente tipo” con consumo annuo di 2700 kWh di energia elettrica. Il 40% dei consumi avviene in fascia F1 mentre il 60% viene equamente suddiviso tra la fascia F2 e la fascia F3. Inserendo questi dati nel comparatore, è possibile individuare in pochi click le offerte più vantaggiose.

Le migliori tariffe luce

Con le condizioni del mercato di Maggiori tutele, il “cliente tipo” spenderebbe quasi 530 € in un anno. Ecco quali sarebbero invece i costi e i risparmi con i principali fornitori del mercato libero.

1.      Tate Luce

Il massimo risparmio è ottenibile puntando sull’offerta luce di Tate, gestore che opera integralmente online. L’offerta proposta è di tipo triorario e presenta un prezzo variabile in base all’andamento della Borsa Elettrica (il Prezzo Unico Nazionale) a cui viene sommata una quota di 0,95 euro al mese per kW di potenza del contatore.

I prezzi attuali dell’energia sono:  

  • F1: 0,056 €/kWh
  • F2: 0,055 €/kWh
  • F2: 0,044 €/kWh

Attivando questa tariffa direttamente online tramite il comparatore di SOStariffe.it, inoltre, i nuovi clienti riceveranno uno sconto di 84 euro sulla fornitura. Complessivamente, quindi, la spesa annuale per l’energia elettrica sarà di circa 447 euro con un risparmio di 83 euro all’anno rispetto al mercato tutelato.

Da notare, inoltre, che Tate consente una gestione completa della fornitura tramite app e la possibilità di utilizzare energia elettrica prodotta esclusivamente da fonti rinnovabili. Con la promozione “porta un amico”, inoltre, è possibile ottenere sconti extra in bolletta per ogni fornitura attivata dagli amici invitati.

2.      ZeroVentiquattro Luce Fix di Pulsee

Tra le migliori tariffe luce, per il profilo di consumo individuato, troviamo ZeroVentiquattro Luce Fix di Pulsee. In questo caso, l’offerta è di tipo monorario con un prezzo dell’energia elettrica pari a 0,066 €/kWh che viene scontato del 60% attivando la tariffa tramite SOStariffe.it.

Da notare che il prezzo è bloccato per 12 mesi. Il “cliente tipo” registra una spesa annuale di 465 euro, ottenendo quindi un risparmio di circa 65 euro rispetto al mercato tutelato. Con 1 euro al mese in più ogni mese, inoltre, il cliente può scegliere di utilizzare energia elettrica prodotta esclusivamente da fonti rinnovabili.

3. Illumia Luce Web

Un’altra tariffa da tenere in considerazione per risparmiare è Illumia Luce Web. In questo caso, il prezzo dell’energia fissato da Illumia è di 0,041 €/kWh con la possibilità di utilizzare i primi 60 kWh senza alcun costo. La spesa annuale che si registra attivando la tariffa del gestore è di 474 euro (con un risparmio rispetto al mercato a Maggiori tutele di 56 euro circa).

Anche questa proposta è una di quelle ad energia verde e, quindi, il gestore certifica che l’energia consumata proviene solo da fonti rinnovabili. È una tariffa monoraria e a prezzo fisso per 12 mesi, trascorsi i quali l’operatore potrà rivedere il costo della materia prima.

4.Wekiwi Energia Prezzo fisso 12 mesi

Il prezzo dell’energia proposto da Wekiwi con questa tariffa monoraria è di 0.033 €/kWh ed è bloccato per 12 mesi. Il cliente registrerà una spesa annuale di circa 480 euro. Il risparmio rispetto alle attuali tariffe del servizio tutelato è quindi stimato in quasi 50 euro in un anno.

Wekiwi è un operatore online, le sue tariffe si possono attivare via web e basa le bollette su un sistema di Carica mensile. In pratica, i clienti stimano i propri consumi e ricaricano il conto Wekiwi secondo questa loro ipotesi secondo delle taglie pre-impostate. Se riescono a rispettare la stima e quindi il consumo vengono premiati dall’operatore, altrimenti devono poi versare la differenza di importo.

Tra i servizi accessori proposti da Wekiwi ci sono:

  • sconti online se si usa l’area personale del sito
  • sconto 10% per acquisti e-shop
  • energia verde

5. E.ON Luce e Gas

La proposta di E. ON è una tariffa dual fuel, cioè il pacchetto energia può essere richiesto solo se si attiva anche quello gas. Si tratta anche in questo caso di un piano monorario a prezzo bloccato per 1 anno. Il costo dell’energia è di 0.0338 €/kWh grazie ad uno sconto del 10% che viene applicato attivando anche una fornitura di gas naturale. La spesa annuale sarà di 482 euro circa con un risparmio annuale di circa 48 euro.

Da notare, inoltre, che l’energia elettrica messa a disposizione da E.ON proviene da fonti rinnovabili contribuendo, quindi, a ridurre le emissioni in atmosfera. I clienti che scelgono il fornitore hanno la possibilità di aderire al programma Energy4People che mette a disposizione degli utenti premi e iniziative di vario tipo. C’è, inoltre, la possibilità di sfruttare il Bonus Porta un Amico che garantisce uno sconto di 30 euro per ogni amico invitato che passa ad E.ON.

Come scegliere il miglior gestore per l'energia elettrica

La scelta del miglior gestore per l'energia elettrica dipende, quindi, da tanti fattori. Per individuare le migliori tariffe luce del mercato libero è opportuno sfruttare la comparazione online delle offerte assicurandosi di inserire i dati relativi al proprio profilo di consumo. Sfrutando il comparatore di SOStariffe.it, disponibile anche su dispositivi mobili tramite l'App di SOStariffe.it, sarà facile individuare le tariffe più convenienti da attivare.

Tra queste tariffe, valutando tutti i fattori in gioco (prezzo bloccato, tariffe monorarie o multi-orarie, benefit e vantaggi aggiuntivi eventualmente disponibili) sarà possibile individuare il gestore più conveniente e dare un taglio netto alle bollette. Le soluzioni proposte dal mercato libero garantiscono un risparmio netto rispetto al mercato tutelato ma è opportuno sfruttare tutte le rirsoe a propria disposizione per individuare le offerte più vantaggiose e minimizzare i costi.