Come si legge il contatore del gas?


Capire come si legge il contatore del gas è molto importante per comunicare l’autolettura al proprio fornitore e valutare il proprio effettivo consumo di gas. Individuare i consumi in modo corretto,è molto semplice, anche se è necessario valutare il tipo di contatore montato all’interno della propria abitazione.

Di seguito andremo a valutare come leggere il contatore del gas vecchio ed anche come leggere il contatore del gas elettronico, oramai diffusissimo su tutto il territorio nazionale e vero e proprio punto di riferimento per la misurazione dei consumi di gas naturale. Una volta capito come si legge il contatore gas meter sarà possibile anche effettuare l’autolettura e ricevere bollette calcolate in modo preciso, in base ai propri consumi effettivi.

Cosa misura il contatore gas?

Il contatore del gas fa parte dell'impianto di erogazione di gas di casa e ha il compito di misurare il volume di gas in ingresso. In sostanza, tutto il gas fornito ad un’abitazione passa attraverso il contatore che determina in tempo reale il quantitativo di materia prima in ingresso al sistema e che sarà poi utilizzata per attivare la combustione in caldaia oppure per la cottura, tramite i fornelli e il forno a gas.

Nel corso del tempo, il contatore del gas è diventato un oggetto sempre più digitale e tecnologico, garantendo una misurazione più precisa del gas in ingresso. Alcuni contatori moderni, utilizzati per la misurazione del gas utilizzato da forniture che registrano consumi elevati (come quelle di alcuni clienti business) integrano i sensori necessari per convertire in automatico il consumo registrato alle condizioni standard di pressione e temperatura (1,01325 bar e 15° centigradi).

Offerte Luce in evidenza
Offerte Gas in evidenza

Lettura contatore gas: ogni quanto deve essere fatta?

La lettura del contatore deve essere fatta periodicamente. I contatori del gas moderni sono in grado di inviare in automatico, tramite una connessione dati integrata, il dato del consumo registrato dall’utente al distributore - l’azienda che si occupa di gestire la rete locale - che a sua volta comunicherà tale dato al fornitore - l’azienda con cui l’utente ha un contratto di fornitura di gas naturale.

Gli utenti hanno la possibilità di comunicare la lettura del contatore del gas al proprio fornitore, seguendo le modalità che l’azienda mette loro a disposizione. Nella maggior parte dei casi, la lettura del contatore del gas può essere comunicata direttamente online, tramite l’Area Clienti o l’app del fornitore. Spesso, inoltre, c’è la possibilità di comunicare questo dato via SMS o tramite un servizio telefonico.

Quando l’utente stesso comunica al fornitore la lettura del contatore si parla di “autolettura gas”. Quest’operazione non va eseguita sempre ma solo in una serie di giorni selezionati dal fornitore, antecedenti la conclusione del periodo di fatturazione. Il fornitore, infatti, può utilizzare il dato dell’autolettura comunicato dal cliente per calcolare l’importo della bolletta.

Per completare quest’operazione, però, il dato sui consumi deve essere comunicato in un giorno non troppo distante dall’ultimo giorno del periodo di fatturazione. Ogni fornitore segue tempistiche ben precise e indica ai suoi clienti la data in cui eseguire l’autolettura. In molti casi, tale data viene riportata in bolletta oppure direttamente nell’Area Clienti del sito o nell’app del fornitore.

Lettura contatore gas: tutte le tipologie di contatore 

Esistono varie tipologie di contatore del gas che sfruttano tecnologie differenti per conteggiare il gas in ingresso all’impianto domestico presso cui viene installato il dispositivo.

Contatore del gas elettronico

Da tempo, su tutto il territorio nazionale, trova ampia diffusione il contatore elettronico del gas metano .Questo tipo di contatore presenta un display su cui vengono visualizzate varie informazioni, tra cui anche la lettura del gas. Il contatore elettronico ha oramai sostituito il “vecchio” contatore del gas, privo di display e caratterizzato da un quadrante con numeri che ruota intorno ad un asse per mostra il dato relativo alla misura del gas. Tale contatore viene chiamato anche contatore meccanico per via della presenza di un quadrante meccanico su cui è riportata la lettura.

Dal punto di vista tecnico, i contatori del gas possono utilizzare diversi metodi per misurare il gas naturale in ingresso. Ci sono i contatori a membrana (i più diffusi nelle abitazioni) che sfruttano un sistema di due camere di misura a pareti deformabili. Tra le altre soluzioni troviamo i contatori a pistoni rotanti ed i contatori a turbina.

Per la misurazione dell’energia elettrica, invece, si utilizzano soluzioni differenti, come il contatore trifase, che hanno lo scopo di fornire un dato preciso relativo alla misura dell’energia utilizzata. Anche se la tecnologia è differente, il principio di funzionamento è praticamente lo stesso. I dati vengono misurati in tempo reale per consentire al distributore e al fornitore di quantificare l’energia elettrica utilizzata dal cliente.

Contatore del gas vecchio modello

Il “vecchio” contatore del gas è da tempo stato sostituito e rimpiazzato con un contatore più moderno. Questo macchinario presenta un quadrante meccanico che consente di registrare la variazione del consumo di gas e, quindi, la lettura del contatore. Il vecchio modello di contatore del gas rientra nella categoria dei contatori a membrana.

 Il dispositivo presenta due camere interne di dimensioni note. La variazione del gas all’interno delle camere consente di valutare l’effettivo consumo, ottenendo una misurazione precisa. Al crescere del consumo, il quadrante meccanico si aggiorna, riportando il quantitativo di materia prima effettivamente consumato dall’utente.

Contatore del gas elettronico

La nuova generazione di contatore del gas è detto, solitamente, contatore elettronico. Si tratta di un dispositivo che può contare su di un display digitale in grado di fornire varie informazioni in merito alla fornitura. Tale display consente di rilevare la lettura del contatore, necessaria per valutare il consumo. Il display riporta anche il codice PDR che permette di identificare in modo univoco la fornitura.

Tramite una serie di tasti fisici è possibile gestire le varie funzioni del contatore, interagendo con il display e rilevando il dato del consumo. Il principio di funzionamento del contatore del gas elettronico è simile a quello che caratterizzava il “vecchio modello” meccanico. C’è, infatti, un sistema di due camere con volume definito. Il passaggio del gas all’interno delle camere consente di valutare il consumo di gas.

Come si fa a leggere i nuovi contatori del gas?

La lettura dei nuovi contatori del gas è semplicissima. È sufficiente premere l’apposito tasto per attivare il display che, in pochi secondi, mostrerà il dato aggiornato della lettura. Questo numero è progressivo e non viene azzerato alla fine del periodo di fatturazione. Per determinare il consumo effettivo registrato dal contatore, infatti, si considera la differenza tra una lettura ed un’altra.

Per leggere il contatore del gas nuovo è sufficiente considerare tutti i numeri indicati sul display alla sinistra della virgola. I numeri dopo la virgola sono ininfluenti e non vanno comunicati quando si comunica l’autolettura del gas. In tutti i casi, infatti, la lettura del gas è rappresentata da un numero intero, con i decimali che vengono sempre eliminati. Con i contatori meccanici, i numeri da non considerare vengono invece evidenziati (ad esempio con uno sfondo rosso) in modo da semplificare la lettura della misura del contatore all'utente. Per recuperare la lettura in modo corretto è, quindi, importante ricordare di considerare solo i numeri interi, senza considerare i decimali.

Se il proprio contatore del gas nuovo presenta più tasti, nella maggior parte dei casi, il tasto utile per attivare il display è sempre evidenziato in modo chiaro. Sarà facile, quindi, accedere all’informazione relativa al consumo e completare la lettura del contatore in pochi istanti. Basterà premere il tasto d’accensione del display per ottenere il dato che si sta cercando.

 

Come leggere il contatore gas

Quali sono i numeri per la lettura del gas?  

L’autolettura del gas può essere comunicata telefonicamente al proprio fornitore. Si tratta di una procedura completamente gratuita che, in pochi secondi, consente di inviare il dato preciso relativo al proprio consumo al fornitore che utilizzerà quest’informazione per determinare l’importo complessivo della bolletta.

Per inviare telefonicamente la lettura del contatore del gas al proprio fornitore è possibile fare riferimenti alla guida relativa ai numeri per comunicare l’autolettura del gas che raccoglie tutti i riferimenti utili per completare l’operazione. La maggior parte dei fornitori mette a disposizione un numero di telefono oltre che un servizio web, accessibile dall’Area Clienti o dall’app, per comunicare il dato relativo alla lettura del contatore.

Cosa fare se il contatore gas non funziona correttamente?  

Il contatore del gas non è esente da malfunzionamenti che rischiano di alterare il dato relativo ai consumi registrati dall’utente. Gli utenti hanno la possibilità di verificare il contatore del gas funziona correttamente con una serie di accorgimenti e test che permettono di controllare che i dati registrati sono effettivamente corretti.

In caso di malfunzionamento, il contatore del gas potrebbe registrare un consumo più alto o più basso di quello reale o ancora potrebbe mostrare dati alternati, rendendo impossibile una lettura corretta. In tutti questi casi, è necessario contattare il distributore del gas (la società responsabile dell’impianto che non coincide con il fornitore del gas che si occupa della vendita della materia prima).

Il recapito del distributore del gas e, in particolare, il numero verde a cui rivolgersi per segnalare guasti e malfunzionamenti del contatore del gas è sempre riportato in bolletta. Basterà una veloce consultazione della bolletta per individuare il numero dell’assistenza del distributore. Chiamando tale numero sarà possibile segnalare i problemi riscontrati e verificare quali sono gli interventi necessari per il ripristino del funzionamento.

come leggere contatore gas

Cosa fare se il contatore del gas non funziona?

Se il contatore smette di funzionare, non si accende o mostra dati errati per il consumo del gas è necessario contattare immediatamente il distributore del gas di zona. Il numero verde a cui rivolgersi è sempre riportato nelle bollette inviate dal proprio fornitore (ricordiamo che fornitore e distributore sono due società distinte).

Basterà consultare la bolletta per recuperare il numero verde del distributore e segnalare il guasto. Al momento della telefonata è consigliabile avere sottomano l’ultima bolletta del gas. Grazie ai dati riportati in bolletta (come il codice identificativo PDR), per il distributore sarà possibile localizzare con precisione l’impianto per avviare le necessarie verifiche.

Cosa fare in caso di sostituzione del contatore?

La sostituzione del contatore del gas è un’operazione che viene eseguita dal personale tecnico qualificato del distributore di gas a cui è assegnata l’area in cui è ubicata la fornitura. Tale operazione può avvenire per due ragioni:

  • aggiornamento del contatore con un modello più recente ed efficiente; tale operazione viene effettuata periodicamente, in base alle necessarie operazioni di aggiornamento degli impianti di erogazione e misurazione del gas
  • sostituzione del contatore a causa di un malfunzionamento dell’apparecchio precedentemente installato; tale operazione viene segnalata a seguito di una segnalazione del cliente

Il distributore, per completare l’operazione, provvederà a contattare l’utente per fissare un appuntamento per la sostituzione. L’intervento comporta la momentanea sospensione della fornitura di gas e richiederà circa 1-2 ore per essere completato. Una volta completata la sostituzione, il nuovo contatore sarà subito pronto per entrare in funzione. I tecnici provvederanno al ripristino della fornitura per poi completare le necessarie verifiche in merito al corretto funzionamento dell’impianto.

Al termine dell’intervento, il cliente dovrà firmare un verbale che attesta l’avvenuta sostituzione del contatore del gas. Da notare che l’intera operazione è completamente gratuita e non comporta modifiche al contratto di fornitura. Il distributore, infatti, non interviene in alcun modo nel rapporto contrattuale tra il cliente e il fornitore di gas, ovvero la società che si occupa della vendita del gas. Il compito del distributore è di garantire il corretto funzionamento dell’impianto e dei sistemi di misurazione dei consumi.

Autolettura gas Eni Plenitude

Eni Plenitude, fornitore in precedenza noto come Eni gas e luce, mette a disposizione dei suoi utenti diversi canali per comunicare l’autolettura del contatore del gas. Inviare i dati relativi al proprio consumo, in modo da ricevere bollette allineate con il proprio utilizzo di gas naturale in casa, è davvero semplice. Il primo sistema a disposizione degli utenti Eni Plenitude per comunicare l’autolettura del contatore è rappresentato dal numero verde 800 999 800.

Il canale telefonico per l’autolettura è attivo tutti i giorni, dalle 6 alle 24. Basta chiamare a questo numero e seguire le istruzioni per poter inviare la lettura del contatore al fornitore. Ci sono altre due opzioni per completare quest’operazione. È possibile, infatti, utilizzare l’Area Personale del sito del fornitore, effettuando il login con il proprio account e andando in I miei consumi > Consumi e lettura.

In alternativa, è possibile utilizzare la sezione dedicata all’autolettura del contatore disponibile all’interno dell’app Eni Plenitude. L’applicazione è scaricabile gratuitamente su smartphone Android ed iPhone. Per accedere all’app è possibile utilizzare le stesse credenziali d’accesso utilizzate per l’Area Clienti del sito Eni Plenitude.

Autolettura gas Enel

Per l’autolettura Enel Energia è possibile utilizzare i canali online messi a disposizione dal fornitore. Il dato relativo al proprio consumo può, infatti, essere inviato tramite l’Area Clienti del sito oppure tramite l’App Enel Energia, disponibile su Android ed iOS. Da notare che è possibile inviare la lettura del contatore ad Enel anche tramite SMS scrivendo al numero 3399950877.

Nel messaggio di testo è necessario scrivere NUMEROCLIENTE (SPAZIO) VALORE DELLA LETTURA DELCONTATORE. Il fornitore invierà un messaggio di conferma se la comunicazione è stata inviata nel modo corretto dall’utente. È anche possibile comunicare l’autolettura via telefono, chiamando al numero 800900837 dall'Italia, o +39 0664511012 dall'estero. L’autolettura può essere comunicata anche recandosi in un negozio Spazio Enel.

Autolettura gas

Ricapitoliamo, quindi, come si legge il contatore del gas ed anche come si fa a fare l’autolettura. La lettura del contatore del gas è semplicissima. Al giorno d’oggi, in quasi tutte le case, c’è il contatore elettronico del gas che può essere utilizzato senza particolari istruzioni. Questo macchinario presenta un tasto che consente di attivare il display da cui è possibile ottenere rapidamente il dato relativo alla lettura del contatore.

Una volta ottenuto questo dato, l’utente potrà inviare l’autolettura del gas al proprio fornitore. I metodi per effettuare quest’operazione sono sostanzialmente tre:

  • chiamando al numero verde messo a disposizione dal proprio fornitore
  • accedendo all’Area Clienti del sito del proprio fornitore
  • accedendo all’App del proprio fornitore

In alcuni casi, l’autolettura del gas può essere inviata anche tramite SMS oppure comunicata di persona in un negozio fisico del fornitore.

Decreto bollette 2022: cosa sapere su sconti e bonus a Luglio 2022

Gli aiuti del Governo tendono la mano alle famiglie italiane “appesantite” dal caro-bolletta. Tutto quello che c’è da sapere sulle agevolazioni statali previste a Luglio 2022 per alleggerire le voci di spesa di energia elettrica e gas in bolletta.

Tariffe luce e gas di Luglio 2022: come trovare la migliore in base al consumo

Quali sono i passi da compiere per scovare le offerte di luce e gas più convenienti a Luglio 2022? Su SOStariffe.it le “regole d’oro” da seguire per centrare l’obiettivo del risparmio scegliendo la promozione più vantaggiosa a partire dai dai reali di consumo.

Bonus luce e gas luglio 2022: requisiti e richiesta per avere lo sconto in bolletta

Lo sconto in bolletta è un salvagente a cui le famiglie in difficoltà economica si aggrappano per far fronte alle stangate di luce e gas in questo periodo di crisi energetica. Su SOStariffe.it un quadro dettagliato di chi siano i destinatari del bonus luce e gas a Luglio 2022, a quanto ammonti il suo valore e quali siano le modalità per ottenerlo.