Chi ha diritto allo sconto sulle bollette nel 2022?


Si avvicina l’inverno e le notizie che occupano le prime pagine dei giornali vertono quasi sempre su una grande incognita, ovvero la crisi energetica che colpirà con forza ancora maggiore famiglie e imprese italiane durante i mesi più freddi, quando il consumo del gas per il riscaldamento arriverà ai massimi livelli.

Bonus bollette 2022

Le tensioni con la Russia a causa del conflitto ucraino hanno obbligato l’Europa, compreso il nostro Paese, a cercare altrove partner per gli approvvigionamenti, ma la situazione resta difficilissima poiché ancora almeno per un 10% l’Italia dipende da Mosca per il suo gas. I prezzi della materia prima sono arrivati a livelli mai visti, e si calcola un rincaro del 75-80% nella bolletta del gas, a cui si accompagna un +59% in quella per la luce.

Insomma, nel 2022, considerando anche gli aumenti dei mesi precedenti, ci apprestiamo a spendere circa il doppio di quanto speso nel 2021: una situazione drammatica, soprattutto in un’economia che ancora stenta a riprendere dopo la pandemia da coronavirus e che combatte con un’inflazione galoppante, causata proprio in buona parte dall’aumento del costo di energia e gas. Per questo il governo italiano ha messo a punto diversi sconti per le bollette, nel tentativo di smorzare l’impatto degli aumenti: vediamo qui di seguito chi ne ha diritto.

Come funziona lo sconto bollette

Contro l’impennata dei prezzi di energia e gas, lo Stato, insieme all’ARERA, l'Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente, è intervenuto in diversi modi. Più che di un singolo “sconto sulle bollette”, quindi, è più appropriato parlare di un pacchetto di misure che vanno tutte nella stessa direzione, con la speranza di alleggerire i rincari per l’inverno in arrivo. In questa tabella riassumiamo le agevolazioni attualmente in vigore:

Misura

Descrizione

Riduzione dell’IVA

IVA ridotta a un’aliquota del 5% sul gas sia per le famiglie che per le imprese

Oneri di sistema

Azzeramento degli oneri generali di sistema per il gas e per la luce in forniture a bassa tensione, fino a 16,5 kW

Indennità una tantum

Indennità da 150 euro per i lavoratori con retribuzione non superiore a 20.000 euro annui

Bonus sociale

Potenziamento del bonus sociale per gli utenti domestici in difficoltà

Scaduta invece la possibilità di rateizzare senza interessi di mora o di dilazione le fatture non pagate relative a bollette emesse tra il 1° gennaio e il 30 giugno 2022, per quanto sia sempre possibile contattare il fornitore e chiedere la rateizzazione a condizioni stabilite dal fornitore. L’abbassamento dell’IVA e l’azzeramento degli oneri generali di sistema sono stati praticati in automatico alla grande maggioranza degli italiani, cioè a quelli che rientravano nei requisiti citati qui sopra, come la bassa tensione.

Vediamo ora nel dettaglio le altre due misure dello sconto sulle bollette, a partire dall’ultima introdotta, ovvero l’indennità una tantum da 150 euro.

Offerte Luce in evidenzaOfferte Gas in evidenza

Chi ha diritto all’indennità una tantum da 150 euro

Il bonus 150 euro è stato approvato dal Consiglio dei Ministri nel Decreto aiuto ter n. 144 del 23 settembre 2022, ed è riconosciuto nel mese di novembre a chi è titolare di redditi non superiori ai 20.000 euro. Il bonus segue quello analogo corrisposto a luglio 2022, per un ammontare di 200 euro, a chi aveva avuto redditi nel 2021 inferiore a 35.000 euro. Nel dettaglio, queste sono le categorie interessate:

Categorie

Funzionamento del bonus

Lavoratori dipendenti

Ricezione del bonus nella busta paga di novembre 2022 in caso di retribuzione imponibile non eccedente i 1.538 euro, con pagamento riconosciuto previa dichiarazione del lavoratore

Pensionati

Ricezione del bonus a novembre per i pensionati residenti in Italia, con redditi nel 2021 inferiori a 20.000 euro, titolari di uno o più trattamenti a carico di qualsiasi forma previdenziale obbligatoria, di pensione o assegno sociale, di pensione o assegno per invalidi civili, ciechi e sordomuti, nonché di trattamenti di accompagnamento alla pensione, con decorrenza entro il 1° ottobre 2022

Lavoratori autonomi con partita IVA

Ricezione del bonus insieme a quello da 200 euro con accredito di 350 euro totali

Lavoratori autonomi senza partita IVA

Per chi ha già ricevuto l’indennità da 200 euro e presentano la titolarità di contratti di lavoro autonomo occasionale nel 2021 con almeno un contributo mensile accreditato e iscritti alla Gestione Separata

Percettori di reddito di cittadinanza

Ricezione del bonus in automatico, integrato nella mensilità dell’assegno di novembre 2022, solo se i componenti del nucleo familiare non hanno diritto all’indennità una tantum perché appartenenti ad altre categorie di beneficiari

Disoccupati

Ricezione del bonus in automatico per disoccupati, percettori di NASpI, DIS-COLL e disoccupazione agricola, nell’indennità di novembre 2021

Lavoratori beneficiari ex indennità Covid 2021

Dipendenti stagionali e lavoratori in somministrazione dei settori del turismo e degli stabilimenti termali, intermittenti, autonomi occasionali, incaricati di vendite a domicilio, dipendenti a tempo determinato dei settori del turismo e degli stabilimenti termali, lavoratori dello spettacolo

Colf e collaboratori domestici

Per chi ha in essere uno o più rapporti di lavoro alla data del 18 maggio 2022 e ha già richiesto il bonus 200 euro entro il 30 settembre 2022

Chi ha diritto al bonus sociale

Il bonus sociale è una misura che non è stata introdotta con la crisi energetica, ma è stata potenziata, innalzando l’ISEE che fa da soglia per stabilire chi ne ha diritto: prima era di 8.265 euro, ora è di 12.000 euro annui, oppure di 20.000 euro annui per i nuclei familiari numerosi, cioè quelli che hanno almeno quattro figli a carico; nel bonus sociale sono inclusi in automatico anche i titolari di reddito di cittadinanza e di pensione di cittadinanza.

Per avere diritto allo sconto sulle bollette dato dal bonus sociale, uno dei componenti del nucleo familiare su cui si misura l’ISEE deve essere intestatario di uno o più contratti di fornitura, tra elettrica, idrica e di gas naturale. Il bonus è riconosciuto solo per i contratti di uso domestico oppure per i contratti di fornitura condominiale centralizzati. In più, deve trattarsi di un contratto attivo, anche se può essere momentaneamente stato sospeso per morosità.

Insieme al bonus sociale è da citare il bonus per disagio fisico che riguarda nuclei familiari in cui almeno un componente necessiti di apparecchiatura per il sostentamento della vita alimentate ad energia elettrica; in questo caso non c’è alcun tetto ISEE e il bonus è cumulabile con quello assegnato per il disagio economico, ma è necessario presentare richiesta al proprio Comune presentando un certificato della ASL di competenza.

Come si ottiene il bonus sociale e a quanto ammonta

A differenza del bonus da 150 euro, che è stabilito per legge anche nel suo ammontare, il bonus sociale varia a seconda di diversi fattori, come la zona climatica del punto di fornitura per le bollette del gas, il numero di componenti della famiglia anagrafica e così via. Da luglio a settembre il bonus per il gas è andato dai 16 ai 43 euro per le famiglie fino a 4 componenti e dai 23 ai 61 euro per quelle con più di 4 componenti, mentre si aggira intorno ai 45 euro al mese per la luce relativamente a una famiglia di 1-2 componenti, 55 euro per 3-4 componenti e 65 euro per quelle superiori a 4 componenti.

Per ricevere il bonus sociale è sufficiente compilare la Dichiarazione unica sostitutiva per l’ISEE e presentarla all’INPS, eventualmente facendosi aiutare da un Caf o da un commercialista; il bonus verrà corrisposto automaticamente all’accertamento dei requisiti, senza che siano necessari altri moduli.

Qual è il fornitore di energia elettrica più conveniente di Dicembre 2022?

Ecco i brand dell’energia del Mercato Libero le cui offerte luce hanno il radar puntato sulla convenienza: la classifica dei top fornitori a Dicembre 2022 su SOStariffe.it.

Bollette bloccate: le tariffe a prezzo fisso per fermare il prezzo a Dicembre 2022

Su SOStariffe.it la mappa con le migliori promozioni del Mercato Libero di Dicembre 2022 che bloccano il prezzo di energia elettrica e gas naturale come “scudo” contro i rialzi invernali in agguato.

Quando si abbasseranno le bollette di luce e gas? Le previsioni di Dicembre 2022

Temperature in calo e previsioni di un boom della domanda di metano riaccendono la corsa delle quotazioni del gas. Su SOStariffe.it una selezione delle offerte luce e gas del Mercato Libero per tenere a bada le bollette in caso di nuovi rialzi a Dicembre 2022.