Assicurazione dentisti

Assicurazioni professionali dentisti: polizze RC a confronto

Richiedi una consulenza gratuita e senza impegno e trova la polizza più adatta alla tua attività.

1 Inserisci pochi semplici dati
2 Ottieni una consulenza mirata, gratis e senza impegno
3 Scegli la polizza e tutela la tua attività

Assicurazione professionale dentisti

Sito Web dell'Anno

La normativa vigente prevede l’obbligo per tutti i dentisti, regolarmente iscritti all’Albo, di sottoscrivere una polizza assicurativa che includa la copertura della Responsabilità Civile professionale.

Si tratta di un obbligo che, per il dentista, rappresenta anche un’importante protezione contro le richieste di risarcimento avanzate da terzi, che potrebbero aver subito danni legati ad errori o negligenze del professionista.

 

Che cos'è l'assicurazione professionale dentisti e a cosa serve

Le richieste di risarcimento spesso si traducono in danni patrimoniali considerevoli che, grazie all’assicurazione professionali dentisti, possono essere evitati.

Il professionista coperto da regolare assicurazione RC potrà contare sul supporto della compagnia assicurativa che andrà a coprire, al netto di esclusioni e limitazioni alla validità della polizza, l’importo del risarcimento.

Le assicurazioni professionali dentisti sono obbligatorie per chi esercita la professione e possono essere attivate direttamente online, sfruttando le migliori soluzioni disponibili.

Se sei un commercialista e vuoi ottenere una consulenza personalizzata, gratuita e senza impegno per aiutarti a scegliere la polizza più adatta alle tue esigenze professionali, compila il modulo presente in questa pagina.

 

È obbligatoria?

L’assicurazione RC professionale è obbligatoria per tutti i dentisti e odontoiatri iscritti al relativo albo professionale.

La normativa attuale, in vigore dal 2014, obbliga, quindi, tutti i professionisti che rientrano in questa categoria a sottoscrivere una polizza RC per poter effettivamente esercitare l’attività professionale.

Non è possibile svolgere l’attività di dentista e odontoiatra senza poter contare su di una polizza RC professionale dentisti attiva. Chi eserciterà quest’attività senza avere una polizza attività andrà incontro a sanzioni che, a seconda della gravità dell’infrazione, potranno essere anche molto pesanti vietando, definitivamente, al dentista di poter esercitare la sua attività.

 

Cosa copre la polizza RC professionale dentisti?

Attivando un'assicurazione, i dentisti e odontoiatri potranno contare su di una tutela contro le richieste di risarcimento presentate da terzi e legate ad errori o negligenze, di vario tipo, commesse dal professionista nell’esercizio della sua attività.

Grazie a questa copertura il professionista potrà concentrarsi sulla sua attività con la certezza di poter contare su di una polizza in grado di proteggere il suo patrimonio finanziario dalle richieste di risarcimento in arrivo da terzi.

Tali richieste di risarcimento, infatti, si traducono, nei fatti, in cifre anche molto elevate che il dentista, una volta che si sarà accertata la sua colpa, dovrà versare al danneggiato.

Anche un solo errore, considerando anche la particolare tipologia di professione svolta dal dentista, può tradursi in un danno economico considerevole con la necessità di coprire un importo elevato legato al danno causato.

Il contraente della polizza può contare su di una tutela assicurativa anche nei confronti della struttura  (una clinica, un centro medico privato o comunque un altro tipo di istituto) Nel caso in cui, la struttura in questione decida di richiedere al dentista un risarcimento, ritenendolo responsabile di un danno causato a terzi, la polizza assicurativa professionale andrà a tutelare il professionista coprendo, sempre al netto delle limitazioni contrattuali previste, l’importo da risarcire.

 

Le polizze All Risk e Claims Made per i dentisti 

Uno dei principali aspetti delle assicurazioni professionali per dentisti è legato alla particolare tipologia di copertura assicurativa garantita. Si tratta, infatti, di una polizza “all risk” che garantisce una copertura totale al contraente al netto delle esclusioni fissate, in modo esplicito, dalle condizioni contrattuali.

Tra le principali coperture assicurative garantite dalla polizza troviamo i casi in cui viene effettuata una diagnosi errata al paziente oppure vengono commessi errori o negligenze durante il processo di cura e riabilitazione. Essendo una polizza “all risk”, in ogni caso, quest’assicurazione garantisce una copertura assicurativa completa al netto, come detto in precedenza, delle esclusioni contrattuali

La polizza è di tipo “Claims Made” garantendo una copertura per qualsiasi evento, previsto dalle condizioni contrattuali, che venga denunciato durante il periodo di validità della polizza. In sostanza, la copertura assicurativa può coprire anche eventi accaduti in passato e denunciati durante il periodo di validità dell’assicurazione.

Questa particolare tipologia di polizza, infatti, presenta uno specifico periodo di retroattività garantendo, quindi, una copertura assicurativa anche per un periodo precedente alla stipula del contratto assicurativo.

L’entità della retroattività dipende, in genere, dalle proposte delle compagnie assicurative anche se il professionista, a richiesta, può richiedere un prolungamento di tale clausola a fronte di un costo extra. In alcuni casi è prevista anche una retroattività illimitata con la polizza RC appena sottoscritta che va a coprire tutta la carriera professionale dell’assicurato.

 

La copertura delle spese legali

Le polizze RC professionali includono anche una copertura delle spese legali che il contraente può trovarsi costretto a dover affrontare per proteggere i suoi diritti di fronte alla legge con l’obiettivo di provare che la richiesta di risarcimento ricevuta è infondata.

La copertura delle spese legali presenta un limite massimo, solitamente rappresentato da una percentuale, fissata dalle condizioni contrattuali, del massimale.

Le polizze per dentisti prevedono la possibilità di incrementare la tutela assicurativa tramite apposite estensioni legate alla tipologia di professione svolta. Ad esempio, è possibile espandere le garanzie incluse nella polizza con estensioni specifiche per direttori sanitari e responsabili di una struttura.

Il professionista che presenti esigenze particolari può verificare le possibilità di estensione della copertura assicurativa andando ad analizzare le varie opzioni messe a disposizione dalla compagnia con cui andrà a sottoscrivere la polizza obbligatoria RC.

 

Limiti ed esclusioni 

Come tutte le polizze professionali, anche l’assicurazione RC dentisti presenta limiti e esclusioni determinate dalle condizioni contrattuali. La polizza, come detto in precedenza, è di tipo “all risk” e, quindi, il contraente deve analizzare, con estrema attenzione, le esclusioni previste dal contratto.

Qualsiasi evento specificato in queste esclusioni, infatti, rende nulla la copertura assicurativa lasciando il professionista indifeso contro un’eventuale richiesta di risarcimento che potrebbe, quindi, tradursi in un considerevole danno economico per il dentista.

In generale, le polizze RC professionali non coprono atti illeciti di cui l’assicurato era a conoscenza prima della sottoscrizione del contratto assicurativo. La polizza diventa nulla se l’assicurato non è iscritto all’Albo professionale o non è autorizzato ad esercitare l’attività professionale di dentista e odontoiatra.

 

Clausole limitanti: massimali e franchigia 

A limitare la copertura assicurativa ci sono anche varie clausole contrattuali che, di fatto, pongono precisi paletti all’entità del risarcimento che la compagnia assicurativa andrà ad erogare all’assicurato nel caso in cui questi venga colpito da una richiesta di rimborso da parte di terzi e tale richiesta rientri nell’area d’azione della polizza.

Il primo e più importante aspetto da considerare per quanto riguarda le limitazioni di una polizza RC dentisti è rappresentato dal massimale, ovvero dall’importo massimo che una compagnia assicurativa andrà ad erogare al suo assicurato in caso di richiesta di risarcimento.

In massimale varia a seconda della compagnia ed è modulabile, al netto di un incremento del premio assicurativo, su richiesta da parte dell’assicurato. In generale, un massimale molto basso rappresenta un rischio per il professionista che potrebbe dover fare i conti con una richiesta di risarcimento superiore all’importo massimo che la compagnia può erogare.

In questi casi, il dentista dovrà coprire di tasca propria il danno. Il massimale può essere incrementato ma il suo incremento si accompagnerà, come detto, ad un incremento del premio assicurativo. Il contraente della polizza, quindi, dovrà valutare quest’aspetto prima di scegliere il valore di massimale più adatto alle proprie esigenze.

A limitare la copertura assicurativa possono esserci altre condizioni contrattuali come, ad esempio, la franchigia, ovvero l’importo minimo del risarcimento erogato da una compagnia. Nel caso in cui la richiesta di risarcimento sia inferiore alla franchigia, il professionista dovrà coprire tale importo autonomamente. Una polizza RC dentisti può, inoltre, includere una clausola di scoperto, una percentuale del risarcimento da erogare che dovrà essere copertura dal professionista.

 

Sanzioni

Sottoscrivere una polizza RC professionale per dentisti è, quindi, un obbligo prescritto dalla normativa vigente a cui tutti i professionisti che esercitano tale attività devono adeguarsi. Il mancato rispetto di tale obbligo comporta una sanzione, legata alla gravita dell’infrazione commessa dal professionista.

In linea generale, la prima tipologia di sanzione in cui ci si imbatte in caso di mancato rispetto dell’obbligo di copertura assicurativa è rappresentata da una sanzione di tipo pecuniario il cui importo viene deciso, sulla base di valutazioni legate alla gravità della violazione, dall’Ordine di riferimento della propria professione.

Nei casi più gravi, oltre alla sanzione pecuniaria, è prevista la sospensione dall’attività professionale per un determinato periodo di tempo. La sanzione più grave, infine, è rappresentata dalla radiazione completa dall’albo che si tradurrà, quindi, nell’impossibilità di riprendere a svolgere l’attività professionale.

Ultime notizie Assicurazioni

Bollo auto, nuova stretta anti evasione
In Italia 45 milioni di euro di bollo auto vengono evasi ogni anno, per cercare di recuperare questo sommerso e dare un'ulteriore spinta alla lotta all'evasione è al vaglio un emendamento per una nuova super banca dati. Ecco cosa prevede questo provvedimento e cosa potrebbe accadere
Assicurazione viaggio USA: le migliori offerte del 2019
Gli USA rappresentano, senza alcun dubbio, una delle mete preferite dagli italiani per i loro viaggi, in particolare per quanto riguarda il periodo invernale, le festività di Natale e Capodanno. Prima di recarsi negli USA, sia per vacanza che per questioni lavorative, è essenziale attivare una buona assicurazione viaggio in grado di minimizzare i rischi legati al soggiorno sul territorio americano, soprattutto per quanto riguarda le possibili spese mediche. Ecco, quindi, quali sono le migliori offerte del 2019 per l'assicurazione viaggio USA e come fare ad attivare la polizza direttamente online. 
Le 10 migliori assicurazioni viaggio: la classifica aggiornata
Una pausa dallo stress di lavoro su una spiaggia esotica o un meeting dall’altra parte dell’Oceano, in ogni caso quello che non può mancare ormai al vostro viaggio è l’assicurazione. Proteggersi dagli imprevisti con polizze ad hoc è diventato indispensabile. Le soluzioni, anche economiche, non mancano e i rischi che si corrono in caso di imprevisti rischiano di essere molto costosi. Ecco quali sono le migliori 10 assicurazioni viaggio